pane metalli

Sono stati analizzati ben 135 tipi di farina presenti nel pane in commercio e cosa è stato trovato è sconvolgente e non sorprende come il tasso di malattie infiammatorie e degenerative stia aumentando esponenzialmente. Ecco l’indagine.

La trasmissione televisiva La Gabbia ha intervistato il Dott. Stefano Montanari, esperto di nanopatologie e direttore scientifico del laboratorio Nanodiagnostics di Modena, conosciuto per le sue scoperte dei vaccini inquinati da metalli pesanti e ostacolato dalle istruzioni che anni fa gli avevano tolto un microscopio elettronico per effettuare le sue ricerche.

Il Dott. Montanari nel suo laboratorio ha analizzato 135 farine diverse usate per la panificazione (pane, cracker, ecc) presenti nei normali supermercati e ha scoperto che più del 40% erano inquinate da metalli pesanti nocivi e pericolosissimi per la salute.

Queste particelle metalliche vengono riconosciute come corpi estranei dall’organismo e vengono perciò circondate da un tessuto infiammatorio che alla lunga, ed anche decine di anni, si trasforma in un tumore.” afferma Montanari.

Quindi dalle analisi è emerso che ogni famiglia ha quasi una probabilità su due di ritrovarsi sulla propria tavola una pagnotta prodotta con farina contenente tali metalli. E questo è possibile perché, come afferma il ricercatore modenese, le farine non vengono mai analizzate dalle istituzioni.

Qual è la causa di questo inquinamento nel pane?

Montanari spiega che i motivi per cui ciò accade sono:

  1. Il grano viene spesso conservato per 5 anni in silos metallici prima di essere macinato, e questa lunga conservazione lo porta ad “assorbire” tali metalli.
  2. Le macine che vengono usate per macinare il grano si deteriorano nel tempo, spargendo i loro frammenti inevitabilmente nella farina.
  3. Spesso il grano che viaggia su camion contaminati che trasportavano precedentemente rifiuti tossici, visto e considerato che importiamo la maggior parte del grano dall’estero. Viene mostrato infatti nel video un camion intercettato che trasportava grano nel nostro paese contaminato da rifiuti tossici.

Bisogna anche includere i pesticidi e gli erbicidi usati nella coltivazione del grano, che contengono metalli pesanti al loro interno, già accusati di provocare malattie degenerative come il Parkinson.

pane inquinato

Il tema dei metalli pesanti non viene toccato dai media, ma è un argomento cruciale nella nostra società in cui le fonti di inquinamento sono tantissime. Dai farmaci, all’aria. all’acqua fino al cibo i metalli pesanti entrano nel corpo e poiché non vengono espulsi facilmente si accumulano nell’organismo causando problemi sempre più seri nel tempo. Ad esempio è riconosciuto ufficialmente, che l’alluminio usato per cucinare (moka, carta di alluminio, padelle, ecc) e presente come additivo in diversi cibi (ad esempio i formaggi), causa il morbo di Alzheimer.

Ecco il video integrale dell’inchiesta del Dott. Montanari

Per approfondire su come disintossicarsi dai metalli pesanti vedi Come e perché disintossicarsi dai Metalli Pesanti.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni