Il trauma della nascita e i benefici del parto naturale secondo Frederick Leboyer

9 Commenti

metodo leboyer

“Il bambino non si sbaglia. Sa tutto. Sente tutto.
Vede fino in fondo ai cuori. Conosce il colore dei vostri pensieri”
Frederik Leboyer

Il metodo Leboyer del parto si basa sul minimizzare il trauma della nascita per il neonato. E’ ormai noto in psicologia e neurologia che le prime fasi di vita decidono la vita futura del bambino, la sua capacità di affrontare lo stress, il suo carattere e anche la resistenza alle malattie.

Per questo motivo è importante che il neonato viva il momento della nascita nel modo più dolce e sereno possibile, riducendo al minimo l’enorme trauma della nascita.

Il parto secondo Leboyer avviene in una stanza tranquilla, con una illuminazione bassa, voci morbide e magari con della musica rilassante. I neonati vengono portati al mondo senza tirare o ruotare la testa del bambino, lasciando che la madre, il bimbo e la natura facciano il loro lavoro. Poi il neonato viene immediatamente posizionato sulla pancia della madre dopo la nascita, dove viene accuratamente accarezzato e massaggiato, rimandando di clampare e recidere del cordone ombelicale. In questo modo il bambino continua a sentire il calore ed il battito cardiaco della mamma.

Nell’aspettare di tagliare il cordone ombelicale fino a quando smette di pulsare, il bambino è libero di prendere il primo respiro da solo, quando è pronto, invece di costringerlo. Il neonato per mesi ha assunto il suo nutrimento attraverso il cordone ombelicale e quindi il taglio e la forzatura a respirare costituiscono un trauma. Il cordone smetterà di pulsare gradualmente da solo e il bambino gradualmente comincerà a respirare.

E’ chiaro quindi che è un metodo molto lontano da quello che si pratica negli ospedali con le luci bianche fluorescenti accecanti, atmosfera rumorosa, grida, forzature, taglio immediato del cordone ombelicale, il neonato viene spinto a piangere e respirare per essere poi portato via dalla madre.

Nel metodo Leboyer poco dopo la nascita il neonato viene immerso in una piccola vasca d’acqua calda, conosciuta come “bagno di Leboyer” per riflettere un ritorno alla sensazione di assenza di gravità che c’era nel ventre della mamma e facilitare la transizione dal grembo al mondo esterno. Come con altri metodi di nascita naturale, il metodo Leboyer ha attirato molte critiche dato che minaccia il consolidato paradigma ospedaliero. Tuttavia nel corso degli anni sempre più mamme ed ostetriche l’hanno praticato sperimentandone direttamente i benefici a 360 gradi sia per la mamma che per il neonato e futuro adulto. Inoltre molte di queste indicazioni sono state nel tempo recepite da molti reparti di ostetricia degli ospedali di tutto il mondo.

Quali sono i vantaggi della nascita col metodo Leboyer?

Questo metodo di nascita si concentra principalmente sul neonato e può essere facilmente essere combinato con altri metodi di nascita naturale che si concentrano più sulla madre soprattutto per la fase del travaglio. I benefici per la madre, tuttavia, ci sono anche con il metodo Leboyer dato che viene garantito un momento immediato di legame con il figlio dopo la nascita e il comfort di conoscere il suo neonato viene introdotto nel mondo in modo molto gentile. Leboyer afferma che i neonati nati in modo sereno saranno adulti più soddisfatti, più sani e più forti nella vita. Negli ultimi anni alcuni medici praticanti di kinesiologia hanno visto come gli adulti nati secondo il metodo Leboyer hanno una migliore relazione con la madre (e quindi relazioni più soddisfacenti con il partner), una maggiore energia vitale e sincronizzazione cerebrale.

Chi è Frederick Leboyer?

Frederick Leboyer

Frederick Leboyer

Frederick Leboyer, nato nel 1918, è un ostetrico e ginecologo francese che ha scritto il bestseller mondiale “Per una nascita senza violenza” (1974), una storia raccontata dal punto di vista del bambino, chiedendo un approccio più sensibile e dolce alla nascita. È considerato l’ideatore del cosiddetto parto dolce o parto senza violenza, che da lui ha preso il nome di “metodo Leboyer”. A Leboyer si deve anche l’introduzione nel mondo occidentale del massaggio neonatale. Nonostante la resistenza iniziale della comunità medica, la forza della verità dell’insegnamento di Leboyer che si basa sull’osservazione della natura e dei processi psicofisiologici del parto, ha stravolto le idee convenzionali sul concepimento. E’ stato fatto anche uno studio scientifico che ha dimostrato come il metodo Leboyer non apporta alcun rischio al concepimento riconoscendolo come assolutamente sicuro.

Leboyer ha dedicato tutta la sua vita allo studio ed alla diffusione di una nascita che prenda in considerazione i bisogni del neonato. Quando il suo libro è diventato popolare nel 1975, ha rinunciato alla professione medica dopo aver fatto nascere circa 10.000 bambini principalmente negli ospedali convenzionali in Francia. Oltre a “Nascita senza violenza”, ha scritto anche altri libri sul massaggio neonatale Shantala e sullo yoga nella gravidanza.

Il massaggio neonatale Shantala ha origini antiche e costituisce uno dei saperi femminili tramandati di generazione in generazione nella regione indiana del Kerala. Il massaggio fatto al bambino appena nato permette di prolungare l’intimo contatto che c’è stato durante tutta la gravidanza aiutando quindi a rasserenarsi e mantenere il contatto.

All’età di 93 anni gli è stato chiesto in una intervista del fatto che non ha mai avuto propri figli e ha risposto scuotendo lentamente la testa e dicendo “È una delle più grandi tristezze della mia vita, davvero”, ammette. “Perché avere figli … è uno dei privilegi più grandi che la vita detiene”.

Per saperne di più sul metodo Leboyer?

Oltre a leggere i suoi libri e vedere i filmati disponibili, esistono in tutto il mondo ostetriche formate sul metodo Leboyer. Per entrare in contatto con loro si può fare una ricerca su Google “Leboyer Italia”. Se invece sei un’ostetrica o un centro che segue le indicazioni di Leboyer lascia un commento qui sotto così che tutte le interessate possano saperne di più.

“Esiste una gioia che nulla può turbare: quella di dare senza riserva
totalmente. Come sanno dare il sole, la pioggia, il vento, come dà la terra,
come danno le madri: instancabilmente.”
Frederik Leboyer

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche

9 Commenti su questo post

  1. Ho avuto la fortuna di ascoltare Il dott Leboyer, quando 40 anni fa é stato a Locarno e di assistere a un parto con le condizioni da lui indicate: una meraviglia !

  2. Bella esperienza 30 anni fa …parto dolce….metodo Leboyer…..a Ponte dell’ Oglio….

  3. Pandora says:

    La Coscienza è UNA o come la vuoi chiamare, l’Energia che hanno riconosciuto i fisici quantistici, asceti, filosofi, musicisti, psicologici e chimici, ma anche un semplice campagnolo che non si è fatto prendere per il naso dai luoghi comuni e religioni varie in cui i ricchi e potenti dicono ai poveri che sarebbero beati. Perfino un neonato lo sa, perchè è Scritto nel suo DNA sin dal primo istante del concepimento, e la Coscienza non parla nè inglese nè italiano, E’, la Intuisci dentro di te, e non ti dà pace finchè non fai il tuo dovere verso te stesso, ovvero prosegui il tuo Percorso personale, permettendo anche agli altri pezzettini della medesima Coscienza di fare altrettanto, anche se non si allineano al tuo sentire, quindi, le basi essenziali nella nostra esistenza sono 3: Libertà, Libertà, Libertà!
    E allora cosa centra con un neonato? Se è Coscienza è noi stessi, e quindi quando non sei più Duale dentro te stesso, senti la tua medesima Coscienza dentro il pancione che si muove in un altro corpicino e quindi eviti che soffre il bambino e soffri anche tu durante il parto, ci si Unisce e si spinge fuori all’unisono, nel medesimo istante senza spreco di forze inutili ed ipotetici traumi di distacco, perchè in vero non esisterà mai un distacco, perchè la Coscienza è unica e sola, ed allora basta a se stessa senza più compromessi con gli altri se stessi, perchè l’illusione mentale di cercare gli altri non ti riempie il Vuoto esistenziale, finchè non accetti la Verità a cui sono giunti scienziati e asceti: che Esisti solo tu e stai giocando con parti di te stesso nell’Ologramma che hai creato per conoscerti e per farlo ti stai fingendo separato dalla tua medesima Creazione virtuale. Ho rifatto il papiro? Chiedo scusa a me stesso che eventualmente avrà la pazienza di leggere cosa ne pensa un’altra parte di se stesso che ha fatto esperienze diverse dalle sue in tutte le sue nascite.

  4. ….che meraviglia di Umano!!!!!

  5. Soso Fi Soso Fi says:

    Ho avuto anch’io la fortuna di conoscerlo. Avrà una novantina d’anni adesso…

  6. I miei figli sono nati col parto Leboyer.

  7. Jean Paul says:

    Fate girare:

    Ho inviato questa mail alla Corte Costituzionale ed alla Fnomceo.it

    VACCINI TOSSICI
    intossicati per legge….il giorno della nascita vitamina K1, a 3, 5, 11 mesi, fino ai 12 anni…con i vaccini

    Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini odierni contengono tanti metalli tossici di tutti i tipi (nanoparticelle), ma ancora mercurio, tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e’ anche l’ alluminio, che e’ presente anche nella Vitamina K1 (sintetica) propinata alla nascita, sostanze che generano facilmente danni cerebrali come autismo, oppure cancri, leucemie. sclerosi, distrofie, ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine che generano allergie, asma, malattie respiratorie ed intestinali, ecc…ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo… ma vi sono sostanze ingegnerizzate in laboratorio x scopi occulti….clonazione/alterazione del DNA….umano.

    Inoltre….
    …. i vaccini sono propinati ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
    .. In piu’ i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita’ ottenuta con l’irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini…che può danneggiarli anche quando sono adulti…, sono come bombe a tempo….

    … Insomma vaccinare un bambino e’ un atto CRIMINALE gestito da uno “stato” colluso con le case farmaceutiche e con medici che ignorano questi , oppure sono in malafede !

    Di tutto cio’ che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati dai data base medico-scientifici mondiali US !

    Il contenuto di questo testo, e’ la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale contro i dirigenti della in-sanità italiana !
    Vedi:
    http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close