Pentole rivestite in ceramica: I dubbi a cui le ditte produttrici non rispondono

Nessun Commento
acquista reishi ganoderma

 

Pentole in alluminio, acciaio, rame, pietra refrattaria, ferro, ghisa, pyrex, argilla, rivestite in teflon… di tutte queste opzioni conosciamo oramai pro e contro come spiegato in questo articolo Pentole: tossiche o salutari? dove avevamo anche spiegato i nostri dubbi sui nuovi bianchissimi rivestimenti in ceramica di cui avevamo detto:

Il famoso rivestimento bianco in ceramica è, sia per composizione chimica che per l’alta resistenza al graffio, un materiale dichiarato atossico e non poroso. In realtà nella maggiorparte dei casi non è ceramica ma un multistrato di nanoceramiche, cioè nanoparticelle, di cui sappiamo ancora abbastanza per stare tranquilli. Esistono infatti indizi di possibili rischi legati alla nanotecnologia come tossicità per i pesci: durante un esperimento condotto su persici trota, si è osservato che il cervello di questi pesci aveva subito danni già in presenza di basse concentrazioni di molecole di C60 (fullerene, una nanoparticella). Stando ad alcune fonti la ceramica per usi industriali viene ricoperta di uno strato di nanomolecole di argento, e nel campo della meccatronica molto spinta si sa che le nanomolecole sono tossiche per il modo con cui si combinano per cui funzionano da catalizzatore ad accumulo.

Ma molti, spinti dal trovare un’alternativa al teflon, si sono chiesti: esistono dati consultabili sulla loro sicurezza?

Il gruppo Biobimbidedicato alle mamme e ai papà che hanno a cuore la salute e il benessere dei loro bimbi e del Pianeta, e che intendono condividere esperienze, conoscenze, dubbi, punti di vista, insieme ad un gruppo di circa 60 genitori alla ricerca di pentole “sicure”, ha posto la domanda: in cosa consistono questi materiali di rivestimento?

La domanda ha pienamente senso dato che questi materiali tendono comunque a “consumarsi con l’uso” e quindi a “migrare” negli alimenti.

Biobimbi quindi come si legge in questo articolo ha inviato un messaggio alle principali ditte produttrici di pentole rivestite in “ceramica” e reperibili presso la grande distribuzione.

Ecco il testo della lettera:

“Buongiorno,
siamo un gruppo di 55 persone in cerca di pentole che soddisfino i nostri criteri di qualità; tra di noi ci sono alcun* blogger e persone attive sui social network.
Vi scriviamo perché vorremmo ricevere informazioni più dettagliate riguardo il materiale di rivestimento in “ceramica” delle vostre pentole, dato che non risulta chiaro se effettivamente si tratti di questo materiale.
Vorremmo conoscere in cosa consiste il rivestimento delle vostre pentole, se si tratta di un rivestimento a base di ossido di zirconio/zirconia, se sono contenuti metalli pesanti (es. negli smalti) come il piombo, il cadmio o l’alluminio.
Speriamo in una risposta trasparente e possibilmente documentata (schede tecniche, studi sulla migrazione di eventuali elementi nel cibo).
Questa mail e la vostra risposta sono parte di una lettera aperta e saranno condivise nei nostri gruppi, blog (linkati in fondo), siti web etc.
Cordialità,”

Seguono le firme dei genitori e i link dei blog partecipanti a questa iniziativa.

Citando direttamente l’articolo:

Sentitevi liberi di inoltrare questa lettera alle ditte di vostro interesse, vi preghiamo di farlo linkando questa pagina in modo da poter raccogliere il più gran numero di dati disponibili. Grazie.

Elenco dei blog che partecipano pubblicamente a questa iniziativa:

http://www.genitoriveg.com/

http://www.unafamiglia.it/

http://neuro-pepe.blogspot.it/

https://www.dionidream.com

Se hai un blog e vuoi partecipare a questa iniziativa, lascia il link nei commenti. Avremo cura di inserirlo nel corpo del testo al più presto.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline