Perché i monaci buddisti dopo mangiato riposano sul lato sinistro?

10 Commenti

riposare sul lato sinistro

Nelle antiche tradizioni monastiche buddiste i monaci dopo ogni pasto si coricavano soltanto 10 minuti ottenendo energia e freschezza per procedere con le attività della giornata. Ma qual era il loro segreto? Si sdraiavano solo sul lato sinistro. Oggi la scienza dimostra i benefici di questa posizione.

Risaputo nella scienza ayurvedica come afferma il Dr. , ora anche un recente studio pubblicato sul The Journal of Clinical Gastroenterology ne ha dato conferma attraverso alcune semplici ragioni, eccole.

Favorisce il drenaggio linfatico

Il lato sinistro del corpo è la parte dominante nel sistema linfatico infatti la maggior parte della linfa drena nel dotto linfatico toracico che trova sul lato sinistro. La linfa trasporta proteine, metaboliti del glucosio e dei prodotti di scarto, che facilitati dalla forza di gravità fluiscono più facilmente.

La milza è parte del sistema linfatico è anch’essa sul lato sinistro del corpo. La sua funzione è quella di filtrare la linfa e il sangue, cosa che è favorita stando sul lato sinistro in quanto si agevola il ritorno dei fluidi alla milza sfruttando la forza di gravità.

Favorisce gli organi digestivi

Sia lo stomaco sia il pancreas si trovano nella parte sinistra del corpo e stando in questa posizione si canalizzano meglio i succhi gastrici ed aumenta la secrezione degli enzimi pancreatici. Sdraiandosi sul lato sinistro il fegato e la cistifellea penderanno dal lato destro. Riposare sul lato sinistro agevola la secrezione dei loro preziosi enzimi emulsionando i grassi e neutralizzando gli acidi dello stomaco.

L’intestino tenue si collega con l’intestino crasso attraverso la valvola ileocecale situata nel lato destro del corpo. Riposare sul lato sinistro permette (grazie alla valvola ileocecale) di stimolare i rifiuti corporei dell’intestino crasso giunti dall’intestino tenue, in un modo più semplice.

Conclusione

Quindi a differenza di quanto si possa credere, per sentirsi ‘più leggeri’ dopo i pasti basterebbe una riposino di 10 massimo 15 minuti. Vi farà ritrovare subito l’energia dopo il pasto e avrà ripulito la mente. Prova e facci sapere!

ps. Alcuni sostengono sia anche una buona posizione per il lungo riposo notturno, ma io trovo meglio dormire a pancia in su 🙂

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

10 Commenti su questo post

  1. Contro Vento says:

    Picchi su scattri!

  2. Ornella Carta

  3. Rocco.v. says:

    ma che cassio di articolo, loro non sono meglio di voi, voletevi bene staccateci da guru e monaci –
    ji ho sempre dormito sul lato sinistro sul destro non digerisco, sono cose ovvie, ma che…dai.

    ascoltate un pò di piu voi stessi.

    Rocco. Verchia.

  4. Xke nn devono correre al lavoro !!!!

  5. Xke nn devono correre al lavoro !!!!

  6. Sabina Tani says:

    Perche’ si attiva meglio la ghiandola epatica

  7. Troviamo un monaco buddista e chiediamoglielo!

  8. Tiziana says:

    Io dormo sul lato sx a quando lo faccio mi vengono extrasistoli o,comunque,ho l’impressione di respirare non bene.Mi dici perché?Grazie

    • Dioni says:

      Ciao Tiziana,
      In questo articolo si parla del riposino dopo mangiato e non del lungo riposo notturno.
      Gli effetti di una certa postura sono anche condizionati a problemi strutturali che ci portiamo da anni, il mio consiglio è di vedere un chiropratico.
      Secondo la mia esperienza la posizione supina (pancia in su) è quella migliore, ma spesso dormo anche sul lato destro che viene anche consigliato dal chi kung.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline