Perché le popolazioni indigene non hanno carie ai denti?

19 Commenti

Denti degli Indigeni

Davvero sono gli zuccheri nella bocca a causare la carie? Allora come mai popolazioni indigene che hanno pezzi di carboidrati in bocca tutto il tempo dato che non si lavano i denti, non hanno quasi completamente carie? Il dottor Weston Price agli inizi del 900 fu uno dei pionieri della scienza dentistica e viaggiò in tutto il mondo cercando di comprendere le vere cause dei problemi dentali. Questo è uno di quegli articoli che ‘aprono gli occhi’. 

Avete mai sentito la frase “gli occhi sono lo specchio dell’anima”? Ebbene, alcuni dicono che i denti sono le finestre della vostra salute; personalmente, mi sono sempre stupito di quanto i denti possano essere potenti indicatori della salute.

Nel 1900, il Dr. Weston A. Price, un dentista, fece un’ampia ricerca sul legame tra salute orale e malattie fisiche. Era uno dei grandi pionieri nutrizionali di tutti i tempi, e il suo libro Nutrition and Physical Degeneration (Nutrizione e Degenerazione Fisica, ndt) è pieno di bellissime foto che documentano i denti perfetti delle tribù native che aveva visitato e che ancora mangiavano la loro alimentazione tradizionale.

Una bocca piena di carie, Price apprese, andava di pari passo con un corpo pieno di malattie o debolezza generalizzata e suscettibilità alle malattie. Ai tempi di Price, la tubercolosi era la malattia infettiva più diffusa ed egli si accorse che i bambini ne venivano maggiormente colpiti, soprattutto quelli con i denti in cattive condizioni.

La vostra dieta può essere ancora più importante dello spazzolino da denti.
Nella ricerca di denti e gengive sani, nulla può essere più importante la vostra dieta.
Il dr. Price trovò, in media, meno dell’1 per cento di carie in tutte le popolazioni indigene che visitò!
Egli scoprì inoltre che i denti di queste persone erano perfettamente dritti e bianchi, con arcate dentarie alte e caratteristiche facciali ben formate. E c’era qualcosa di più sorprendente: nessuna delle persone che Price esaminò aveva praticato alcun tipo di igiene dentale – neppure uno dei suoi soggetti aveva mai usato uno spazzolino da denti!

Il dr. Price notò alcune analogie tra le diete dei nativi che hanno permesso al popolo di prosperare e di mantenere tale sorrisi sani. Tra di esse:

  • I cibi erano naturali, non lavorati, e biologici (e non contenevano alcuno zucchero tranne, occasionalmente, un po’ di miele o sciroppo d’acero).
  • La gente mangiava cibi che crescevano nel loro ambiente nativo. In altre parole, mangiavano cibi di stagione coltivati localmente.
  • Molte delle culture mangiavano prodotti lattiero-caseari non pastorizzati e tutti mangiavano cibi fermentati (kefir, yogurt, ecc).
  • La gente mangiava una parte significativa di cibi crudi.
  • Tutte le culture mangiavano prodotti di origine animale, compresi animali grassi e, spesso, burro pieno di grasso e anche interiora.

Conclusione

Quello a cui arrivo il Dott. Price fu che la causa della carie dipende da 3 fattori:

  • Mancanza di minerali nella dieta;
  • Mancanza di vitamine liposolubili (A, D, E e K) nella dieta;
  • Nutrienti non immediatamente disponibili e quindi l’intestino non assorbe adeguatamente. L’acido fitico contenuto in molti vegetali (soprattutto legumi e cereali) è responsabile di questo fattore.

Una dieta scarsa di alimenti ricchi di vitamine e minerali, ricca di acido fitico, abbassa il calcio e fosforo dal’organismo che per mantenersi li preleva da ossa e denti. I cibi raffinati ricchi di zucchero e sale (pane, biscotti, merendine, cracker, dolci, snack, bevande gassate, ecc..) acidificano il corpo il quale ha bisogno di prelevare minerali alcalinizzanti, e infiamma l’intestino che diventa non in grado di assimilare vitamine e minerali.

Gli indigeni non mangiano i cereali e legumi come noi bolliti, ma li fanno germogliare: in questo modo l’acido fitico scompare e le proprietà nutrizionali aumentano del 100%.

Gli zuccheri quindi causano la carie, ma non come si pensa di solito che i batteri si nutrono degli zuccheri e producono un acido che corrode i denti. I batteri infatti non trovano commestibile lo zucchero raffinato, preferiscono cibi contenenti zuccheri come latte e frutta, ma questi non sono imputati nella carie.

Cosa interessante, Price vide che, invariabilmente, ogni volta che individui o villaggi di quei popoli primitivi dai denti sani venivano contattati dall’uomo moderno industrializzato, e si adattavano alla sua “dieta moderna”, i loro bei denti si rovinavano orribilmente; la qual cosa dimostra appunto il nesso con l’alimentazione e non con la genetica.

Integratori consigliati per guarire i problemi dentali

  • Olio di fegato di merluzzo: molto ricco in vitamine liposolubili (A, D, K)
  • Magnesio: necessario per usare al meglio calcio e fosforo
  • Vitamina D: se non prendente il sole quotidianamente (basta mezz’ora al giorno) allora va integrata

Queste conoscenze antiche saranno in grado di ripristinare la salute della tua bocca e di tutto il tuo organismo. Facci sapere i cambiamenti che ottiene praticando questi consigli.

Vitasorb D
Integratore alimentare di Vitamina D

Voto medio su 3 recensioni: Buono

Olio di Fegato di Merluzzo
Olio ricco di composti delle Vitamine A e D,
di lipidi, acidi organici, acidi biliari,
basi organiche varie e di lecitine.

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Informazioni tratte e rielaborate da Weston A. Price Foundation

Vedi anche

[catlist name=denti]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. Paolo Vitale says:

    Io sono nato con spazzolino e dentifricio in mano…Ho speso più soldi per il dentista che per la casa,ecco il perché!

  2. Cmnq in questo articolo c’é del vero… e del falso… mi secca spiegare perché…

  3. Non ho letto l’articolo ma suppongo che amidi e zuccheri non risiedono tanto nelle loro bocche….

  4. Don mattejio says:

    io ho denti sani sole, mangio uova la mattina mie preferite sto sempre alla aria aperta, mangio anche cose marcie e aqua di pozzanghera ma a me mancano i soldi non i denti.

    saluiti

  5. Assenza di zuccheri…

  6. Ricordo che i cibi di origine animale sono fortemente acidificanti!!!

  7. Perché hanno una aspettativa di vita tale per cui muoiono prima di avere le carie. Perché non mangiano zuccheri. Le carie le hanno comunque, a volte in funzione del tipo di acqua alla quale hanno accesso. Più o meno i tre motivi per cui muoiono sui barconi del mediterraneo: acqua, cibo, qualità di vita… e avere le carie…

  8. Cinzia Butti says:

    Perché non mangiano zuccheri !

  9. perchè non sanno cosa sia lo zucchero

  10. Meris Biasin says:

    Xché ti secca?

  11. Meris Biasin says:

    Xché ti secca?

  12. Perché ci metterei mezz’ora a spiegare la storia dell’odontoiatria e dell’invenzione degli apparecchi dentali fin dall’epoca romana… Del ritrovamento di manufatti ed attrezzi per la cura e la pulizia dei denti. Ma é anche vero che ci sono alimentazioni diverse, culture diverse, etnie diverse….. Devo fare un tema lungo 300 righe qui?????

  13. Perché dioni è un fuffaro analfabeta. Sto articolo come tutti gli altri non ha fonti. É inventato di sana pianta per promuovere le diete vegane e stronzate simili. Indigeno vuol dire persona del posto. Manca il soggetto a tutta questa fuffa!!!

    • Andrea Steiner says:

      Signor Smith, mi scusi, ma perché segue questo Blog se non lo trova interessante e non prova nemmeno stima per Dioni? Sta perdendo il suo tempo prezioso e non lascia nemmeno traccia di una contestazione attendibile sulla quale far nascere un ragionevole dubbio in merito all’articolo del Blog…

  14. Andrea Steiner says:

    Credo che il motivo sia ancora più a monte dell’alimentazione, seppur ci sia un certo nesso con questa. Credo che la ragione primaria della loro salute dentaria (e non solo di quella) sia da attribuire allo stile di vita che conducono nei loro villaggi. Immersi nella natura, sintonizzati con questa, seguono i ritmi di vita in sintonia con la loro natura interiore, crescono e vivono facendo parte di un’organizzazione sociale priva di stress, libera dai pesanti condizionamenti programmati di massa a cui noi “civilizzati” siamo sottoposti e dalle azioni deleterie della società guidata da persone perse nei sentieri dell’ego… questo per me vale molto più del semplice cibo.
    Un abbraccio <3

    • Dioni says:

      Si Andrea sicuramente, basta stare una settimana nella natura per sentirsi sconvolti quando si torna alla vita normale. L’alimentazione è un’espressione della totalità come tutto del resto, non credo proprio che sia possibile coniugare una vita rilassata nella natura con l’alimentazione industriale occidentale ricca di sale e zuccheri.

  15. Laura Morini says:

    forse perchè non hanno più i denti?

  16. Laura Morini says:

    se hai delle conoscenze dovresti condividerle piuttosto che tenerle sol per te 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline