Perché veniamo sempre attratti dalle persone sbagliate?

10 Commenti

attratti persone sbagliate

Quante volte ci siamo posti questa domanda? “Perché attraggo sempre le persone sbagliate?” E’ la nostra identità ferita ad attrarle. Forse potrà sembrare un po’ forte come affermazione, ma c’è una spiegazione: Tutti noi abbiamo due aspetti: il piccolo sé (l’ego ferito) e il sé spirituale (il sé superiore, adulto o anima).

Il sé ferito è la parte di voi che si sente incompleta. Il nostro valore viene messo in discussione, ci si sente incompleti. La nostra mancanza di autostima si chiede se siamo degni di ricevere amore. Dall’altro lato, siamo dotati anche di un sé spirituale. Il nostro sé superiore, l’anima. E’ quella parte di noi collegata all’amore, verità, saggezza e pace interiore. Il nostro sé superiore sa certamente quanto siamo meritevoli d’amore e quanto valiamo. In un certo senso, è il contrario dell’ego.

In ogni momento, siamo pervasi dall’influenza di questi due sè. Molti di noi, purtroppo tendono troppo spesso ad agire sotto l’influsso dell’ego. Crediamo di essere insignificanti e impotenti e per questo motivo cerchiamo di sopperire a questa mancanza.

L’ego tende a cercarsi all’esterno per sentirsi completo. E’ convinto che una volta ottenuto il successo (soldi, un partner migliore, un lavoro migliore, una casa più bella, vacanze da favola ecc) sarà finalmente felice.

Invece accade il contrario, non è mai felice. Non per molto comunque. Perché la natura dell’ego è quella di sentirsi incompleta. Pertanto, quando si vive assecondando questa prospettiva, saremo destinati a sentirci come se ci mancasse qualcosa. La vita osservata sotto questa lente non è molto divertente.

L’ego viene particolarmente accentuato quando si parla di relazioni sentimentali, perché le relazioni sono le situazioni in cui temiamo maggiormente di essere feriti.

Siamo stati tutti delusi o feriti da una relazione in passato, portiamo ancora oggi le cicatrici (a volte inconsapevolmente). Se una ferita infantile è ancora presente al nostro interno, probabilmente verremo attratti da persone che metteranno in evidenza la stessa sensazione. Ad esempio, se la ferita è legata all’essere stati respinti o non presi in considerazione, probabilmente ci sentiremo allo stesso modo nelle nostre relazioni da adulti.

Secondo lo psicologo Enrico Parpaglione il motivo per cui proviamo attrazione per le persone sbagliate al punto da non riuscire ad allontanarci facilmente da loro, è perché siamo spesso attratti da ciò che è noto o conosciuto, possiamo preferire ciò che è familiare anche se questo non corrisponde al soddisfacimento dei nostri bisogni più profondi.

Inoltre possiamo rimanere bloccati in una relazione che ci richiama una relazione passata, come a voler a tutti i costi modificare il finale.

Può accadere allora che se abbiamo subito un’abbandono nel corso dell’infanzia ci ritroviamo ad essere attratti da persone inaffidabili e poco presenti, se abbiamo subito una violenza o abuso troviamo partner violenti, se siamo stati ignorati dal punto di vista affettivo ci avviciniamo a partner distaccati e centrati su di sé.

Il nostro inconscio è programmato per attirare le persone che riattivano le vecchie ferite, allo scopo di farti crescere. 

Questa è una parte frustrante del processo di crescita! Ma cerca di considerare il tutto da questo punto di vista: Abbiamo la possibilità di guarire facendo emergere le vecchie ferite. Non possiamo guarire qualcosa che non vediamo, ovvero nascosta nel nostro inconscio. La sensazione di disagio deve venire in superficie per poterci permettere di crescere.

Come possiamo crescere?

Identificandoci con il nostro sé superiore.

Ricordiamoci che il sé superiore è la parte che conosce tutto di noi. Sa che siamo degni, sorprendenti, capaci e potenti. Attraverso la lente del sé superiore, siamo tutto. Siamo essere umani imperfetti, con difetti, ma la verità più grande è che siamo anime.

Siamo belli

Siamo importanti

Siamo speciali

Siamo l’amore

Questo è ciò che il sé superiore sa di te, e vuole che tu lo sappia.

Identificandoci con il nostro sé superiore (l’amore dentro di noi), la propensione a portare in superficie le ferite nei rapporti con le altre persone  si dissipa e, in molti casi scompare.

Quando ci svegliamo e riconosciamo chiaramente la verità del nostro sé spirituale, improvvisamente ci rendiamo conto che le persone “sbagliate” erano solo degli insegnanti, che ci spingevano ad identificarci con la parte di noi che non mette in discussione il nostro valore. Purtroppo, non c’è nulla che ci sproni a crescere più di un cuore spezzato.

Il nostro sé superiore vuole che riconosciamo il nostro potere e che ci impadroniamo di ciò che siamo veramente. Riappropriamoci del nostro amor proprio, e guariremo le nostre ferite e relazioni interiormente ed esteriormente.

Guarire le Ferite più Profonde
Straordinari metodi per cambiare il paradigma della mente
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

10 Commenti su questo post

  1. A causa dei complessi di matrice genitoriale. Secondo me.

    • Serenella Albini says:

      Vero, dall’educazione ricevuta, mettiamo le radici della nostra vita, soprattutto la svalutazione del nostro “se superiore”, ma sta in noi riprendere l’affermazione volersi bene e ritenersi persone importanti e speciali. Buttare in un sacco della spazzatura ,quel passato fatto di ricordi controproducenti alla nostra crescita e al nostro benessere.

  2. Il rapporto con i nostri genitori nei primi sette anni di vita ,si ricopia nell eta adulta.Poi se vogliamo andare più a fondo prima di incarnarci scegliamo l esperienze che ci fanno evolvere.Questa è la mia visione.Buona serata a voi 🙂

  3. Non si ha sicurezza della propria persona.

  4. margherita listi says:

    si certo il timore e l’insicurezza di non essere mai abbastanza ti porta tutta la vita a cercare una felicita’ che non avvera’ mai ma e’ solo questione di carattere tutti cerchiamo chissa’ che…insoddisfatti…. perennemente

  5. Gloria says:

    Quindi trovare una situazione familiare accogliente, fare una carriera soddisfacente per il proprio sè, avere un oartner che ci ama aiuta a narcotizzare o guatire le ferite del passato?

  6. io per caso, da molto tempo attraggo le persone che mi vogliono bene e sono sempre pronte ad aiutarmi nei momenti in cui ho bisogno di qualsiasi tipo di aiuto…..a volte mi sono domandata :”PERCHÉ ?” ….sará perché i miei bisnonni e mia madre hanno sempre aiutato molta gente senza farsi pubblicitá e senza aspettarsi niente in cambio? chi saprá….comunque io pure , quando posso aiuto gli altri spontaneamente…ciao a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline