Gli antinfluenzali naturali che difendono il tuo organismo

1 Commento

olio di fegato merluzzo

Solo un medico su quattro decide di vaccinarsi contro l’influenza. E’ quanto risulta da una indagine condotta dall’ istituto di virologia dell’ università di Milano, presentata a un convegno a San Marino sui sistemi sanitari e l’ innovazione.

Secondo il Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CDC), le seguenti sostanze si trovano in moltissimi vaccini contro l’influenza: alluminio, antibiotici, formaldeide, materiale organico di origine fetale post-aborto, glutammato monosodico (MSG) e thimerosal (mercurio). Tutte sostanze tossiche per l’organismo.

Inoltre ogni anno soltanto negli Stati Uniti muoiono 36.000 persone a causa dell’influenza, sebbene quasi tutti si vaccinino. Secondo un’attenta analisi eseguita da Peter Doshi sono emersi dei dati sconcertanti: “Tra il 1979 e il 2001 la media annuale delle morti causate dall’influenza è stata di circa 1348 persone. Questo fa capire che i vaccini non aiutano a non prendere l’influenza, ma anzi indeboliscono il corpo. E’ una violenta e costante campagna di terrorismo per incentivare l’uso del vaccino antinfluenzale in maniera preventiva.

Il termine “un’influenza stagionale” fa sembrare che come gli uccelli, i virus decidano di venire da noi in inverno e poi lasciarci con la primavera. La verità è che ci si trova di fronte a un periodo dell’anno dove a causa della minore quantità di luce solare e l’abbassamento della temperatura il corpo subisce un calo della difesa immunitaria se non cambia lo stile di vita. Non può continuare con i ritmi precedenti ma ha bisogno di più riposo e rilassamento, cibi caldi e ricchi di grassi e proteine. Gli zuccheri infatti raffreddano e indeboliscono il corpo in questo periodo.

Ecco perché è importante prevenire in maniera tempestiva attraverso la cura della propria salute con costanza e serietà. Qui di seguito i più importanti ed efficaci rimedi per rinforzare il nostro sistema immunitario in maniera del tutto naturale.

OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO

Pochi lo conoscono davvero e le sue straordinarie proprietà non sono da sottovalutare. E’ in cima alla lista perché è uno di quegli esempi in cui il rimedio della nonna sembra possa funzionare per tante malattie, anzi forse per tutte. Come tutti sanno, è un olio che si estrae da alcuni pesci della specie Gadus (i merluzzi, appunto), tipica dei mari del nord. Quest’olio è incredibilmente ricco di vitamine liposolubili (A,D, E, K) che supportano, rafforzano e nutrono il sistema immunitario, e di acidi grassi come EPA e DHA che hanno notevoli proprietà anti-infiammatorie. L’olio di fegato di merluzzo ha più vitamina A e D per unità di peso rispetto a qualsiasi altro cibo. Pensate che la quantità di vitamina A presente in 100 grammi di olio è pari a quasi 100.000 UI e la vitamina D è 10.000 UI! La vitamina D è cruciale per l’attivazione del nostro sistema immunitario: senza di essa, le cellule T non sono in grado di reagire e combattere le infezioni più gravi che minacciano l’organismo. Per questo è stato detto che la Vitamina D, 800 volte più efficace dei vaccini.

ECHINACEA

Questa pianta è famosa per le sue potenti proprietà immunostimolanti e anitvirali, è utile per favorire e stimolare le difese immunitarie e curare i sintomi di malattie da raffreddamento. Ha infatti la capacità di attivare l’azione fagocitaria dei linfociti e rinforzare il sistema immunitario specifico, di adulti e bambini. Essa contiene due principi attivi molto efficaci: l’echinacoside che svolge azione antibiotica e batteriostatica, in grado di inibire la replicazione di batteri difficilmente controllabili; e l’echinaceina che conferisce alla pianta proprietà antinfiammatoria simile al cortisone. Un’assunzione regolare permette di prevenire (specialmente nei periodi in cui il nostro organismo è soggetto a maggiori stress) e curare i sintomi delle malattie da raffreddamento come febbre, le infezioni del sistema respiratorio (raffreddore, tosse) e di quello urinario (cistite). USO: Decotto1 cucchiaio raso di echinacea radici, 1 tazza d’acqua. Versare la radice sminuzzata nell’acqua fredda, accendere il fuoco e portare a ebollizione. Far bollire qualche minuto e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e berlo; Compresse500-750 mg di estratto secco in capsule o compresse somministrate 2 volte al giorno lontano dai pasti, oppure 400mg una volta al giorno per prevenire stati influenzali; Tintura madre: 30-40 gocce 2 volte al giorno lontano dai pasti, oppure 30 gocce 1 volta al giorne per l’azione immunostimolante preventiva

TIMO

Questa pianta ha notevoli proprietà antivirali, battericide, fungicide, antibiotiche e antisettiche che la rendono un ottimo coadiuvante naturale durante la stagione invernale. Il timo non solo è conosciuto per la sua capacità nell’uccisione dei microbi, ma anche per l’enorme aiuto nell’eliminare le tossine. E’ un ottimo rimedio contro la tosse, asma, bronchite e raffreddore per le sue proprietà balsamiche e fluidificanti. Il nostro sistema immunitario troverà nel timo un prezioso alleato non solo per le proprietà elencate qui sopra, ma anche perché questa preziosa pianta favorisce la formazione di globuli bianchi nel sangue, rafforzando così il nostro organismo contro gli invasori esterni. Ottima la tisana di timo presa al mattino appena alzati come suggeriva Santa Ildegarda.

CURCUMA

Uno studio americano condotto dagli scienziati della Oregon State University, ha analizzato gli effetti della spezia, e in particolare della curcumina (principio attivo contenuto nella curcuma) sull’attivazione di un gene del sistema immunitario e hanno dimostrato che rafforza il sistema immunitario e protegge il nostro corpo da attacchi esterni, come infezioni e infiammazioni, specie quelle che colpiscono il tratto intestinale e lo stomaco. Gli agenti anti-batterici della curcuma aiutano il nostro corpo contro raffreddore, tosse e influenza. Bastano poche capsule al giorno o usarla spesso nei propri piatti per godere delle sue proprietà.

MIELE E CANNELLA

L’unione del miele e della cannella è stata usata per secoli nella medicina ayurvedica e in quella cinese. La cannella è una delle spezie più antiche che l’umanità conosca. Gli enzimi del miele si combinano con i principi attivi della cannella per formare un composto in grado di fermare la crescita di batteri e funghi e di favorire la guarigione naturale di molte malattie.

L’assunzione per tre giorni di un cucchiaio di miele tiepido con un pizzico di cannella in polvere sembra essere in grado di:

  • Prevenire e curare la tosse più cronica;
  • Rinforzare il sistema immunitario e protegge l’organismo da batteri e virus;
  • Prevenire e curare il raffreddore;
  • Prevenire e curare la sinusite.

Bisogna stare attenti nella scelta degli ingredienti.

La cannella migliore è la Cannella di Ceylon (Cinnamomum zeylanicum o Cinnamomum verum), mentre in commercio la più diffusa è la versione cinese che ha meno proprietà ed effetti collaterali nell’uso quotidiano chiamata Cinnamomum Cassia.

Il miele migliore è quello biologico non riscaldato. Il Miele di Manuka è in assoluto migliore per rinforzare il sistema immunitario. A seguire il Miele di Ulmo, di Tarassaco, Tiglio e il Miele di Eucalipto.

Olio di Fegato di Merluzzo
Olio ricco di composti delle Vitamine A e D, di lipidi, acidi organici, acidi biliari,
basi organiche varie e di lecitine.
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
Curcumina Santè - 90 Capsule (curcumina)
Integratore alimentare con curcuminoidi 95%
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
Echinacea Complex
Echinacea Complex da 350 mg in confezione da 50 capsule
Voto medio su 16 recensioni: Da non perdere
Timo - Olio Essenziale Floripotenziato
Favorisce l’attività dell’apparato respiratorio e del sistema immunitario.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Commento su questo post

  1. Sergio says:

    Mi domando e possibile prendere un barattolo di vetro grande e fare un mix di tutte le spezie, per assorbire le proprietà di ognuno di esse, oppure il mix puo’ diventare tossico? Grazie per la risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline