Picnogenolo – Il migliore rimedio naturale per gambe gonfie, capillari fragili e ritenzione idrica

27 Commenti

picnogenolo gambe gonfie

Il picnogenolo è un estratto dalla corteccia di pino marittimo francese che è risultato essere uno dei rimedi naturali più potenti per migliorare la circolazione, ringiovanire la pelle e rigenerare gli occhi

Più di 300 studi scientifici negli ultimi 40 anni hanno confermato l’efficacia del picnogenolo, l’estratto di una particolare tipologia di pino che cresce esclusivamente nella più grande foresta incontaminata d’Europa nella Francia sud-occidentale. Viene estratto seguendo procedimenti naturali che ne mantengono intatta la purezza.

Il picnogenolo agisce su 4 livelli:

  • Antiossidante
  • Anti-infiammatorio
  • Stimola la produzione di collagene e acido ialuronico
  • Favorisce la produzione di ossido nitrico endoteliale, che aiuta a dilatare i vasi sanguigni

Vediamo nel dettaglio come queste proprietà riescono ad indurre grandi effetti benefici in chi l’ha provato.

Picnogenolo migliora la circolazione sanguigna

Molte persone soffrono di gambe gonfie, capillari che si rompono (e quindi anche sangue dal naso ed occhi deboli), cellulite, ritenzione idrica, colesterolo alto e problemi con i valori delle piastrine. Il fastidio compare soprattutto nelle persone che devono rimanere ferme sedute o in piedi per periodi di tempo prolungati, e nelle persone che non fanno esercizio regolarmente. Molte sentono la tensione nei polpacci, agitazione nelle gambe o dolore mentre camminano. Tutti questi sintomi sono direttamente legati alla salute generale e al benessere delle vene. Il picnogenolo, conosciuto anche come pycnogenol® (dato che è brevettato), si è dimostrato essere utile in tutte queste situazioni perché:

  • Stimola una sana circolazione sanguigna aumentando la vasodilatazione dei vasi sanguigni e migliorando così il flusso del sangue e alleggerendo il carico del cuore
  • Rafforza le pareti dei capillari – i vasi sanguigni più piccoli del nostro organismo. E’ in grado di sigillare efficacemente i capillari infragiliti e di bloccare l’uscita di sangue nei tessuti, che causa gonfiori, edemi e microsanguinamenti
  • Ha una forte capacità anti-infiammatoria
  • Contribuisce a rendere le piastrine meno “appiccicose”, contribuendo a ridurre i coaguli di sangue
  • Migliora la risposta dell’organismo nel contrastare la costrizione dei vasi sanguigni: la normalizzazione del diametro dei vasi sanguigni è un modo naturale per mantenere stabile una pressione sanguigna nella norma
  • Abbassa il colesterolo “cattivo” (LDL) e aumenta il colesterolo “buono” (HDL)
  • Favorisce il miglioramento dei valori lipidici e zuccherini nel sangue (quindi stimola il peso forma ed allontana diabete ed obesità)

Sull’insufficienza venosa e picnogenolo sono stati finora pubblicati 15 studi clinici, su un totale di 784 pazienti ed in tutti i casi è stato osservato un netto miglioramento dell’insufficienza venosa. Una di queste ricerche comprende uno studio su 211 passeggeri in un volo su lunga distanza (7-12 ore), che ha dimostrato come il picnogenolo contribuisce a prevenire la trombosi. I passeggeri avevano assunto due capsule da 100 mg di picnogenolo due o tre ore prima della partenza, e altre due capsule sei ore dopo il decollo. Un’altra capsula veniva assunta il giorno dopo l’arrivo a destinazione. Mentre nel gruppo di controllo, a cui era stato somministrato un placebo, si riscontravano cinque casi di trombosi, nessun caso di trombosi veniva riscontrato durante il volo tra i passeggeri che avevano assunto picnogenolo.

Picnogenolo contrasta l’invecchiamento e danni cellulari

Il picnogenolo ha un’antiossidante che è  stata stimata essere addirittura 20 volte superiore a quella della Vitamina C e 50 volte superiore a quella della Vitamina E. E’ uno dei rimedi naturali più efficaci per contrastare i radicali liberi prima che possano causare danni da stress ossidativo. Il suo potere antiossidante agisce su due livelli:

  • Stimola le cellule a raddoppiare il loro potere antiossidante
  • Imprigiona i radicali liberi presenti nel flusso sanguigno

In questo modo viene rallentato pesantemente l’invecchiamento che avviene proprio ad opera dei radicali liberi. Si prevengono i danni cellulari che sono all’origine del cancro e delle malattie degenerative.

Picnogenolo ringiovanisce la pelle

All’azione antiossidante anti-invecchiamento si somma anche la capacità del picnogenolo di legarsi a proteine come il collagene e l’elastina proteggendole dal degrado e da diversi enzimi nocivi, contribuendo a restituire alla cute la sua originale elasticità, essenziale per una pelle liscia e giovane.

In questo modo protegge la pelle dai radicali liberi prodotti dai raggi UV, dallo stress e dall’inquinamento, nutrendo la pelle dall’interno. D’estate è utile anche perché contribuisce a proteggere la pelle dallo stress e dai danni causati dalle scottature solari e dal fotoinvecchiamento.

Favorisce la cicatrizzazione e protegge le proteine del tessuto elastico e stimola la produzione di nuovo collagene e acido ialuronico. Migliora la microcircolazione del sangue nella pelle, garantendo una migliore distribuzione dell’ossigeno e dei nutrienti e una migliore idratazione e rimozione delle scorie.

Ulteriori applicazioni del picnogenolo

  • Dolori mestruali. Studi clinici hanno dimostrato che è in grado di alleviare i crampi e la sensazione di dolore addominale. In particolari dopo il primo mese c’è un 24% di dolore in meno e dopo due mesi 36% in meno.
  • Vampate di calore. Allevia le vampate di calore, depressione, attacchi di panico e altri sintomi comuni associati alla peri-menopausa (periodo in cui la donna entra in menopausa).
  • Articolazioni. Contribuisce alla salute delle articolazioni, alla loro mobilità e flessibilità; la sua attività antinfiammatoria aiuta a dare sollievo dal dolore.
  • Occhi. Cinque studi clinici condotti su oltre 1200 partecipanti hanno dimostrato che migliora il sistema vascolare degli occhi, contribuendo a mantenere una buona vista.
  • Attività fisica. Stimola la produzione di acido nitrico, migliorando la microcircolazione del sangue e il flusso di sangue ai muscoli. In questo modo aiuta il corpo a raggiungere le massime prestazioni muscolari e ad accorciare i tempi di ripresa dopo l’esercizio, con una possibile riduzione del dolore muscolare sia negli atleti che nei soggetti sani che fanno esercizio.
  • Tinnito (disturbi all’udito). E’ efficace nell’attenuare i sintomi del tinnito e migliorare il flusso di sangue interno all’orecchio.
  • Diabete. Aiuta a normalizzare i livelli di zucchero nel sangue rallentando l’assorbimento di carboidrati e abbassando così i valori del glucosio nel sangue.
  • Asma. L’attività antiossidante abbinata alle proprietà antinfiammatorie calma le irritazioni che causano il gonfiore dei bronchi migliorando la respirazione nei soggetti asmatici.
  • Demenza e Prestanzioni cognitive. Migliora la memoria numerica e spaziale. Testato sugli studenti è dimostrato che accresce le facoltà mentali e diminuisce l’ansia degli esami del 17 %.

Dove acquistare il Picnogenolo e come assumerlo

Il picnogenolo è una miscela naturale di proantocianidine che viene usata in più di 7000 integratori in tutto il mondo ed è presente in una formulazione specifica Pinomar Pycnogenol® Santé acquistabile online.

La modalità d’uso suggerita dal produttore è di assumere 2 capsule vegetali di picnogenolo al giorno, con acqua, preferibilmente ai pasti.

acquista picnogenolo

Riferimenti scientifici

Documento che racchiude tutti i 300 studi scientifici pubblicati sul Pycnogenol

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

27 Commenti su questo post

  1. SABRINA says:

    Una domanda Riccardo però…vasodilatando col picnogenolo possono subentrare possibili problemi di sanguinamenti (tipo sangue dal naso)o per chi ha pressione arteriosa ? grazie mille 🙂

    • dioni says:

      Ciao Sabrina, allo stesso tempo rafforza i capillari quindi non favorisce i sanguinamenti anzi: è stato dimostrato che ripara i capillari fragili e blocca efficacemente l’uscita del sangue nei tessuti.

  2. Angie says:

    È da anni che uso Pinomar e mi trovo benissimo. Adesso ho fatto una pausa di due mesi per poi riprendere. Ho visto che avete cambiato la confezione….che prima era in plastica. E se non mi sbaglio avete anche aumentato gli “mg” delle capsule….giusto? Se è così, le capsule adesso risultano più grosse? Perché non formulate il Pinomar anche in bustine? Grazie!

  3. Mafalda Fulvio says:

    Salve ! Riccardo come mio figlio,allora mi piacerebbe tanto sapere se può interferire con Eutirox visto che soffro di Tiroidite di Hashomoto in più l’anno scorso sono stata punta da qualche migliaio di acari procurandomi una linfalgia, mi sembra di ricordare che fosse questa la parola usata dall’angiologo, ho fatto una nuova cura a base vegetale ma mi è rimasto un cordone intorno alla caviglia x questo ho pensato che potesse funzionare questo prodottovisto che fo fastidi me ne sono rimasti tantissimi ,grazie Mafalda Fulvio

    • dioni says:

      Ciao Mafalda, Riccardo è un bel nome 🙂 dalla scheda tecnica del prodotto come dal suo funzionamento si evince che gli unici farmaci con cui può avere un interazione sono quelli che riguardano la glicemia, la pressione sanguigna e gli anticoagulanti. Per ogni altro eventuale dubbio rivolgersi al medico di fiducia.

      • SABRINA says:

        Ahhhh cavoli medicinali pressori e per glicemia sono un bel limite allora…quasi tutti le prendono 🙁 ma anche se uno li assume a distanza?

        • dioni says:

          Tutte le sostanze naturali che normalizzano la pressione e migliorano la circolazione interferiscono con i farmaci che fanno la stessa cosa, non ce ne rendiamo conto ma i farmaci praticamente interferiscono anche con quello che mangiamo 🙂 Interferire non intendo annullarsi ma in questo caso amplificare l’effetto. Ovviamente chi assume questo integratore è perché ha problemi di circolazione se avesse risolto con i farmaci non ne avrebbe bisogno 🙂

  4. Laura says:

    Ciao Riccardo, chi ha problemi di capillari fragili quindi già esistenti sul naso e specialmente vicino le cosce/ginocchia, li riduce un pò oltre che a prevenirne di nuovi?

  5. Laura says:

    Ciao Riccardo, ho bisogno di sapere, dopo aver ordinato il picnogenolo, se andrà ad interferire con il Padma BASIC che sto prendendo da un mese….grazie infinite, Laura

    • dioni says:

      Ciao Laura, anche il padma basic lavora sulla funzionalità cardiocircolatoria quindi può essere utile dimezzare la dose

      • Laura says:

        Faccio una di BASIC e una di picnogenolo, invece che due e due?
        Grazie Riccardo;-)

  6. VALERIO says:

    Ciao
    Che mi dice io ho la INFIDIMIA e prendo 4 mg al giorno di Worforina per il mio sangue Prescritto le capsule fanno danni a me

  7. Francesca says:

    Ciao è possibile
    Prenderlo in gravidanza ? Sono al
    6 mese e parecchio gonfia

  8. vera says:

    Salve…grazie mille per l’articolo. Avrei bisogno di una info. Ho tiroidite e prendo eutirox 25 mg. Posso prendere lo stesso questo integratore?

  9. Rosario says:

    E per chi prende il coumadin?

  10. Annarita says:

    Salve. Posso avere i riferimenti bibliografici cortesemente?

  11. Giulia says:

    Sto usando il vostro prodotta da un mese circa sia x problemi di fragilità capillare e come antiossidante x la pelle visto che soffro di melasma ,volevo accertarmi di fare bene xche prendo una sola compressa e non due come indicato in quanto assumo anche una compressa di cordyceps .faccio bene ?ilcordyceps lo prendo soprattutto xche mi da molta energia. Attendo risposta grazie

    • dioni says:

      Ciao Giulia, il cordyceps agisce come hai ben detto ad altri livelli quindi se la fragilità capillare è ancora presente io prenderei le due compresse di picnogenolo come indicato, mentre invece se la situazione è migliorata continuerei così

  12. roberta says:

    ciao, volevo sapere per quanto tempo va preso? Nel senso, si fanno dei cicli?
    Grazie.

  13. teresa says:

    buongiorno vorrei sapere se posso prenderli visto che per causa di asportazione di linfonodi inguinale ho un edema molto grave attendo una sua risposte via emeil grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline