Cosa succede nella tua vita se ti prendi cura del tuo spazio

4 Commenti

prendersi cura proprio spazio

Abbiamo visto che per avere dei cambiamenti in meglio, bisogna iniziare dal proprio Io, pensare al meglio, essere costruttivi, parlare in positivo e agire secondo la nostra visione.

Non molto tempo fa, in un libro che mi ha cambiato la vita, ho trovato un consiglio da mettere in pratica nel nostro spazio. Il consiglio era quello di rinnovare e prenderci cura dell’ambiente intorno a noi, come i nostri vestiti, la nostra casa, la nostra auto, ecc.

Può sembrare una banalità, ma come abbiamo già detto, oltre ai metodi elencati nelle pagine precedenti, anche la propria casa – e il suo arredamento, gli oggetti che vi conserviamo – possono evocare ricordi negativi o positivi. Inoltre, se la stanza dedicata alla meditazione ha un aspetto trasandato – pareti dipinte di vernice opaca o scolorita – non ci è molto d’aiuto nella ricerca di una vita migliore.

Guardate quante cose vi possono sfuggire di vista. Il segreto è tutto nei dettagli.

Una bella casa ariosa, profumata e con magari lenzuola nuove e pareti pulite può rendere le nostre affermazioni positive più efficaci. Degli oggetti che ci recano allegria e bei ricordi non faranno altro che crearne di nuovi.

Se notate che i vostri vestiti sono usurati, stracciati e hanno fatto il loro tempo, compratene altri. Ma non gettate via i vecchi capi: ci sono appositi contenitori per persone bisognose. Così facendo non solo aiuterete gli altri, ma anche voi riuscirete ad avvicinarvi ai vostri obiettivi e all’immagine che più vi assomiglia nel profondo.

Ricordo che tempo fa mi vestivo sempre di nero e avevo degli stivali rozzi e usurati. Ero molto disordinato e ammucchiavo biancheria e oggettistica ovunque. I muri della mia camera erano pieni di scritte , poster rabbiosi e poco solari.

Adesso ho ridipinto le pareti della mia stanza di color arancio pastello e ho tappezzato una bacheca di foto del mio viaggio negli States. C’è un’aria tutta nuova, positiva ed evoca bei ricordi. È il mio spazio e mi aiuta nella meditazione e nella Visualizzazione (che approfondiremo più avanti).

Ho cambiato il mio abbigliamento in modo da sentirmi bene e più professionale.

È bello rinnovarsi!

Certo non sto dicendo che una persona va giudicata dal modo in cui si veste, assolutamente no!

Sto dicendo che continuando a migliorare ogni aspetto della nostra vita, dal più piccolo particolare, saremo più propensi a focalizzarci sulla vita che desideriamo.

Come possiamo avere una vita ricca?

Come possiamo pretendere che il cambiamento avvenga se il nostro spazio è sempre lo stesso?

Bob Proctor mi scrisse in una e-mail un messaggio che mi ha rivoluzionato i pensieri.

«Il cambiamento è inevitabile, ma la crescita personale è una scelta»

Che uomo meraviglioso!

Vi consiglio di leggere anche i suoi meravigliosi lavori.

Liberatevi di qualsiasi cosa non vi aiuti (anche un oggetto che può ricordarci una persona del passato che ci ha fatto stare male). Oppure mettetelo da parte in un posto invisibile ai vostri occhi, se proprio volete conservarlo.

Potrà sembrarvi un’assurdità, ma ogni cosa è permeata di energia (sia positiva che negativa), per cui dovrete essere sempre focalizzati sul presente, sulla semina.

Se ci guardiamo sempre indietro ripeteremo le cose così come le abbiamo vissute nel passato.

Da oggi facciamo ogni cosa in modo nuovo!

Tenete pulita la vostra auto, la vostra casa, curate ogni cosa per voi stessi. Presto ne vedrete i benefici. Vi sentirete persone nuove, diverse, non smetterò mai di ripeterlo.

Da dieci anni a questa parte  io e la mia Cris e i miei amici – che applicano anche loro tutti i consigli, i mantra, e i metodi di pulizia della mente che ora conoscete anche voi – ci siamo sentiti persone rinate.

Plasmate il vostro mondo così come lo volete, iniziando dalla vostra casa (o dalla stanza che frequentate più spesso nell’arco della giornata). I vostri pensieri sono in grado di materializzare ogni cosa, e, a seconda di come curate il vostro corpo e l’ambiente in cui come vivete, avrete il vostro raccolto.

Vi meritate tante cose belle e soprattutto di amarvi sempre più. Amate le persone che vi sono vicine. Cambiate aria e fate entrare il sole, la purezza e la felicità nella vostra vita.

Noi tutti siamo connessi all’Universo, facciamo parte di esso.

Facendo di noi delle persone virtuose riusciremo anche a cambiare il mondo. Quindi siate gioiosi e continuate a percorrere questa strada.

La vita appartiene ai viventi, e chi vive deve essere preparato ai cambiamenti.

Johann Wolfgang Goethe

Tratto dal libro Come fare soldi con le proprie capacità e la legge d’attrazione di Chris Tomei e Cris Ferreri – Blog

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. SERGIO says:

    TUTTO VERO, PROVATO SULLA MIA PERSONA L’AMBIENTE INFLUENZA LA NOSTRA VITA, IN CASA, SUL POSTO DI LAVORO, IN CITTÀ, SCRITTO DI QUESTO POST, INTELLIGENTE, PUÒ’. PORTARE AD APRIRE LA MENTE A PERSONE CON MENTALITA’. CLASSICA( PRIMITIVO.

  2. SERGIO says:

    P/S PROVATO DA TANTISSIMI ANNI…..

  3. Ettore says:

    “Vivi una vita semplice nella quale i tuoi bisogni sono soddisfatti, senza alcun desiderio folle. Hai bisogno di cibo, di vestiti, hai bisogno di un riparo, nient’altro. Hai bisogno di qualcuno da amare, hai bisogno di qualcuno da cui essere amato. Amore, cibo, riparo – semplice.”
    Un uomo austero arriva a capire che la felicità è la natura stessa della vita. Non hai bisogno di alcuna ragione per essere felice. Puoi essere felice semplicemente perché sei vivo! La vita è felicità, la vita è beatitudine; ma questo è possibile solo per un uomo austero.
    Un uomo che accumula cose, pensa sempre che diventerà felice grazie a queste cose. Palazzi, soldi, aggeggi vari – pensa che grazie a queste cose diventerà felice.
    Le ricchezze non sono il problema; il problema è l’atteggiamento dell’uomo che cerca di ottenere quelle ricchezze. L’atteggiamento è: se non riesco ad avere tutte queste cose, non posso essere felice. Quest’uomo resterà sempre infelice.
    Un uomo austero arriva a capire che la vita è così semplice che, qualunque cosa possegga, può essere felice. Non ha bisogno di aspettare qualcos’altro.
    Allora l’austerità significherà: ritorna ai tuoi bisogni. I desideri sono follia, i bisogni sono naturali. Cibo, riparo, amore – riporta tutta la tua energia vitale al livello dei bisogni e sarai felice.
    Un uomo felice non può che essere religioso. Un uomo infelice non può che essere irreligioso. Può anche pregare, può andare al tempio o alla moschea, ma questo non ha importanza. Come può pregare un uomo infelice? La sua preghiera sarà una lamentela profonda, un rancore. Sarà piena di rabbia. La preghiera è gratitudine, non lamentela.
    Perciò ricorda: più sei orientato al possesso, meno sarai felice. E meno felice sei, più sarai lontano dal divino, dalla preghiera, dalla gratitudine.
    Sii austero. Vivi col necessario e dimentica i desideri; sono fantasie della mente, increspature nel lago. Ti possono solo dare disturbo, non possono mai portarti ad alcuna soddisfazione.”

    Osho – (“Yoga: potenza e libertà”)

  4. anna says:

    io dipingo la mia infelicità consiste nel fatto che non riesco a vendere i miei lavori.Anche quelli che organizzano mostre ho avuto conferma che sono venali.tutto ciò mi fa stare male e molto triste cosa faccio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline