reishi prostata

Il Reishi è un fungo famoso in oriente ed usato da più di 4000 anni per le sue capacità terapeutiche e curative che lo rendono utile per trattare e guarire tantissime patologie e rafforzare il corpo: per questo è stato da sempre chiamato anche Fungo dell’Immortalità.

La micoterapia, la scienza che studia le applicazioni mediche dei funghi medicinali, ha radici che si perdono nella notte dei tempi e sempre più ricercatori la stanno portando avanti per riscoprire e dimostrare come questi prodotti della natura siano in grado di competere con i medicinali di sintesi. Inoltre i funghi, a differenza dei farmaci, non hanno effetti collaterali indesiderati e hanno un’azione più vasta su tutto l’organismo.

Numerosi studi dimostrano come il Reishi, il cui nome botanico è Ganoderma Lucidum, sia in grado inibire la proliferazione delle cellule del cancro alla prostata e di indurne l’apoptosi. Ovvero questo fungo incredibile ferma il cancro e induce la morte delle cellule maligne.

Da altri studi appare chiaro che l’attività anti-androgena del Reishi è di grande importanza biologica e pronta per l’uso ai pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna (BHP). Di 19 funghi medicinali studiati, il reishi ha dimostrato l’effetto inibitore maggiore sulla 5a-reduttasi. I ricercatori, hanno somministrato reishi e testosterone a ratti castrati ed hanno bloccato la crescita della prostata (ventrale). il gruppo che ha ricevuto solo testosterone la prostata è cresciuta molto di più. Questi risultati dimostrano che reishi è una risorsa utile, da poter impiegare nel trattamento della iperplasia prostatica benigna (BPH).

Il prof. Nahata nel 2011 pubblica una ricerca che documenta l’efficacia del reishi un gruppo di pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna, confermando i risultati degli studi precedenti. Questo studio ha dimostrato che un gruppo di pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna, trattato con resihi ha avuto importanti miglioramenti di questa patologia, bloccando l’aumento della crescita della prostata.

I medici alternativi consigliano per i problemi alla prostata la Serenoa ma è stato dimostrato che il Reishi ha una potenza d’azione 10 volte maggiore. Quindi, il Reishi con il suo dosaggio efficace di  2 grammi al giorno ha un’azione, che equivale a e 20 grammi di Serenoa.

La terapia con i funghi può risolvere problemi che i farmaci non sanno risolvere, quindi per il bene del paziente è necessario, che il medico guardi fuori dal prontuario dei farmaci chimici, perché ci sono risorse da utilizzare e da sempre utilizzate per il trattamento delle malattie. Non dobbiamo barricarci nelle nostre conoscenze accademiche e pensare che i nostri libri abbiano la risposta a tutto. Il Reishi è stato usato per secoli in Asia orientale per curare varie malattie come l’epatite, ipertensione, nefrite, bronchite, tumori, infezioni virali e rafforzando il sistema immunitario previene tantissimi disturbi.

20 gocce ogni giorno di Reishi Elisir sono sufficienti a fornire tutti i benefici terapeutici del Ganoderma Lucidum.

acquista ganoderma
acquista ganoderma

Per approfondire sulla Prostata leggi:

Zenzero -Cura Miracolosa per il Cancro all’Ovaio e alla Prostata

I miracoli dell’epilobio nella cura della prostatite

Riferimenti
– Sliva, D., Labarrere, C., Slivova, V., Sedlak, M., P. Lloyd, F., Ho, N.W.Y. (2002). Ganoderma lucidum suppresses motility of highly invasive breast and prostate cancer cells. Biochemical and Biophysical Research Communications, 298, 603-612.
– Sliva, D., Sedlak, M., Slivova, V., Valachovicova, T., P. Lloyd, F., Ho, N.W.Y. (2003). Biologic activity of spores and dried powder from Ganoderma lucidum for the inhibition of highly invasive human breast and prostate cancer cells. The Journal of Alternative and Complementary Medicine, 7(4), 491-497.
– Stanley, G., Harvey, K., Slivova, V., Jiang, J.H. & Sliva, D. (2005). Ganoderma lucidum suppresses angiogenesis through the inhibition of secretion of VEGF and TGF-ß1 from prostate cancer cells. Biochemical and Biophysical Research Communications, 330, 46-52.
– Fujita R, Liu J, Shimizu K, Konishi F, Noda K, Kumamoto S, Ueda C, Tajiri H, Kaneko S, Suimi Y and Kondo R. (2005). “Anti-androgenic activities of Ganoderma lucidum.” Journal of Ethnopharmacology, 102, 107–112.
– Nahata A, Dixit VK. (2011) “Ganoderma lucidum is an inhibitor of testosterone-induced prostatic hyperplasia in rats.” Andrologia 2011 Jun 8.
– Liu J, Kurashiki K, Shimizu K and Kondo R. (2006) “5a-Reductase Inhibitory Effect of Triterpenoids Isolated from Ganoderma lucidum.” Biol. Pharm. Bull., 29, 392-395.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni