Problemi alla Prostata? Il Reishi la cura senza effetti collaterali!

19 Commenti

reishi prostata

Il Reishi è un fungo famoso in oriente ed usato da più di 4000 anni per le sue capacità terapeutiche e curative che lo rendono utile per trattare e guarire tantissime patologie e rafforzare il corpo: per questo è stato da sempre chiamato anche Fungo dell’Immortalità.

La micoterapia, la scienza che studia le applicazioni mediche dei funghi medicinali, ha radici che si perdono nella notte dei tempi e sempre più ricercatori la stanno portando avanti per riscoprire e dimostrare come questi prodotti della natura siano in grado di competere con i medicinali di sintesi. Inoltre i funghi, a differenza dei farmaci, non hanno effetti collaterali indesiderati e hanno un’azione più vasta su tutto l’organismo.

Numerosi studi dimostrano come il Reishi, il cui nome botanico è Ganoderma Lucidum, sia in grado inibire la proliferazione delle cellule del cancro alla prostata e di indurne l’apoptosi. Ovvero questo fungo incredibile ferma il cancro e induce la morte delle cellule maligne.

Da altri studi appare chiaro che l’attività anti-androgena del Reishi è di grande importanza biologica e pronta per l’uso ai pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna (BHP). Di 19 funghi medicinali studiati, il reishi ha dimostrato l’effetto inibitore maggiore sulla 5a-reduttasi. I ricercatori, hanno somministrato reishi e testosterone a ratti castrati ed hanno bloccato la crescita della prostata (ventrale). il gruppo che ha ricevuto solo testosterone la prostata è cresciuta molto di più. Questi risultati dimostrano che reishi è una risorsa utile, da poter impiegare nel trattamento della iperplasia prostatica benigna (BPH).

Il prof. Nahata nel 2011 pubblica una ricerca che documenta l’efficacia del reishi un gruppo di pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna, confermando i risultati degli studi precedenti. Questo studio ha dimostrato che un gruppo di pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna, trattato con resihi ha avuto importanti miglioramenti di questa patologia, bloccando l’aumento della crescita della prostata.

I medici alternativi consigliano per i problemi alla prostata la Serenoa ma è stato dimostrato che il Reishi ha una potenza d’azione 10 volte maggiore. Quindi, il Reishi con il suo dosaggio efficace di  2 grammi al giorno ha un’azione, che equivale a e 20 grammi di Serenoa.

La terapia con i funghi può risolvere problemi che i farmaci non sanno risolvere, quindi per il bene del paziente è necessario, che il medico guardi fuori dal prontuario dei farmaci chimici, perché ci sono risorse da utilizzare e da sempre utilizzate per il trattamento delle malattie. Non dobbiamo barricarci nelle nostre conoscenze accademiche e pensare che i nostri libri abbiano la risposta a tutto. Il Reishi è stato usato per secoli in Asia orientale per curare varie malattie come l’epatite, ipertensione, nefrite, bronchite, tumori, infezioni virali e rafforzando il sistema immunitario previene tantissimi disturbi.

20 gocce ogni giorno di Reishi Elisir sono sufficienti a fornire tutti i benefici terapeutici del Ganoderma Lucidum.

Reishi Elisir 1 mese Reishi Elisir 2 mesi

reishi elisir

Bibliografia scientifica

Sliva, D., Labarrere, C., Slivova, V., Sedlak, M., P. Lloyd, F., Ho, N.W.Y. (2002). Ganoderma lucidum suppresses motility of highly invasive breast and prostate cancer cells. Biochemical and Biophysical Research Communications, 298, 603-612.

Sliva, D., Sedlak, M., Slivova, V., Valachovicova, T., P. Lloyd, F., Ho, N.W.Y. (2003). Biologic activity of spores and dried powder from Ganoderma lucidum for the inhibition of highly invasive human breast and prostate cancer cells. The Journal of Alternative and Complementary Medicine, 7(4), 491-497.

Stanley, G., Harvey, K., Slivova, V., Jiang, J.H. & Sliva, D. (2005). Ganoderma lucidum suppresses angiogenesis through the inhibition of secretion of VEGF and TGF-ß1 from prostate cancer cells. Biochemical and Biophysical Research Communications, 330, 46-52.

Fujita R, Liu J, Shimizu K, Konishi F, Noda K, Kumamoto S, Ueda C, Tajiri H, Kaneko S, Suimi Y and Kondo R. (2005). “Anti-androgenic activities of Ganoderma lucidum.” Journal of Ethnopharmacology, 102, 107–112.

Nahata A, Dixit VK. (2011) “Ganoderma lucidum is an inhibitor of testosterone-induced prostatic hyperplasia in rats.” Andrologia 2011 Jun 8.

Liu J, Kurashiki K, Shimizu K and Kondo R. (2006) “5a-Reductase Inhibitory Effect of Triterpenoids Isolated from Ganoderma lucidum.” Biol. Pharm. Bull., 29, 392-395.

Per approfondire sulla Prostata leggi:

Zenzero -Cura Miracolosa per il Cancro all’Ovaio e alla Prostata

I miracoli dell’epilobio nella cura della prostatite

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

19 Commenti su questo post

  1. Lo consiglio sempre, un integratore magnifico, antiossidante per eccellenza!
    http://www.dna-solutions.it/iap017/reishi/

  2. Fabio Giusto says:

    Ho usato REISHI per molti mesi e non ho ottenuto quello che invece ho ottenuto, per i disturbi da ipertrofia prostatica, in breve tempo con Serenoa Repens.

    • Dipende, non è tutto “reishi” quel che luccica… O meglio, lucidum 😉

    • Dionidream says:

      Si dipende molto dalla qualità e dal dosaggio

    • Fabio Giusto says:

      Su questo sono d’accordo. Purtroppo ho visto analizzando un prodotto che era vera merda (scusate ma ci voleva). Bisogna vedere come vengono coltivati. Voi, se li usate, cosa consigliereste?

    • Dionidream says:

      Io lo uso e ti confermo che ne ho provati diversi e ci sono quelli che davvero hanno un effetto blando e quelli che invece sono molto efficaci. Io consiglio il prodotto che menziono alla fine della articolo: è un estratto liquido di 100% spore di ganoderma lucidum che è la parte del fungo con più proprietà medicinali.

    • Dionidream says:

      Io lo uso e ti confermo che ne ho provati diversi e ci sono quelli che davvero hanno un effetto blando e quelli che invece sono molto efficaci. Io consiglio il prodotto che menziono alla fine della articolo: è un estratto liquido di 100% spore di ganoderma lucidum che è la parte del fungo con più proprietà medicinali.

  3. francesco orsetti says:

    Qual’è il metodo migliore x assorbire il reishi ?? Pillole ?? Mediante infusi tisane ?? Altro ??

    • Dioni says:

      L’estratto liquido è la forma migliore di assorbimento di ogni integratore.

    • Dioni says:

      La migliore forma di assorbimento di ogni integratore è l’estratto liquido o l’estratto titolato in polvere.

  4. Grossi problemi col ganoderma. Mai più!!

  5. massimo says:

    volevo sapere come e quando assumere le 20 gocce giornaliere. grazie

    • Dioni says:

      Ciao Massimo, vanno prese a stomaco vuoto diluite in un pò d’acqua

      • massimo says:

        io al mattino sono abituato ad assumere acqua tiepida e limone a stomaco vuoto. come posso gestire le due assunzioni?

        grazie

        • Dioni says:

          il reishi puoi anche prenderlo a metà giornata, non per forza appena alzato

  6. Filippo says:

    Il medico è intrappolato nei protocolli, se ne esce diventa responsabile civilmente e penalmente.
    E lo sappiamo quante denunce ricevono continuamente i medici.
    In un certo senso, è proprio la gente a spingere il medico verso i protocolli.
    Le erboristerie sono state eliminate, ed ora per la grandissima maggioranza sono solo venditori di sciroppi, fialette e compresse fatte da grandi aziende (quasi tutte estere) che rispettano i protocolli farmaceutici.
    E che così facendo tolgono il bilanciamento chimico, biologico ed energetico fra principi attivi ed eccipienti.
    Come i farmaci, guarda caso.
    Ma senza la loro purezza.

  7. Alan says:

    Da che sito posso comprare quello consigliato? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline