La prostata è uno dei argomenti più richiesti dagli uomini che avanzano con gli anni. Probabilmente non penserai molto alla tua prostata – fino a quando non inizierà a destare preoccupazione. Se sei un uomo che avanza nell’età, potresti notare segni comuni di ingrossamento della prostata.

I sintomi di ipertrofia prostatica benigna includono:

  • cambiamenti nel flusso di urina
  • risveglio notturno per urinare (nicturia)
  • minzione frequente (pollachiuria)
  • sensazione di non poter svuotare completamente la vescica
  • sgocciolamento terminale (alcune gocce di urina continuano a fuoriuscire)
  • minzione non è completa o che il flusso si interrompe e inizia

Una prostata ingrossata può anche influenzare l’attività sessuale.

I problemi alla prostata vanno da piccoli inconvenienti a gravi malattie potenzialmente letali. Prendersi cura della ghiandola prostatica dovrebbe essere parte integrante del programma generale di benessere per tutta la vita. Esercitarsi, mangiare bene, assumere determinate erbe e integratori e apportare semplici miglioramenti alla vita quotidiana aiuterà notevolmente.

Cos’è la prostata e cosa fa

Parte del sistema riproduttivo maschile, la prostata ha le dimensioni di una noce e svolge importanti funzioni legate alla fertilità e al flusso di urina. [1] La prostata produce il liquido prostatico che si mescola allo sperma durante l’eiaculazione e contiene gli elementi necessari per la vitalità degli spermatozoi.

prostata normale ingrossata-min

Come possiamo vedere dall’immagine, l’uretra, il canale dove scorre l’urina, è circondato parzialmente dalla prostata e quindi un eventuale ingrossamento della prostata può ostacolare il normale flusso di urina. In un paziente sano, il tessuto muscolare della prostata agisce come un rinforzo della valvola all’inizio dell’uretra (sfintere uretrale interno): se si stringe (contrazione della parte muscolare), il flusso di urina si arresta, se si rilascia il flusso riprende. Quindi permette di controllare il flusso di urina.

Disturbi alla prostata

Le lamentele più comuni, che indicano una funzione prostatica non ottimale, comprendono [2]

  • infiammazione
  • ghiandola ingrossata (ipertrofia prostatica benigna)
  • cancro

La ghiandola prostatica cresce naturalmente con l’età, rendendo i problemi alla prostata più comuni negli uomini più anziani. Se la tua prostata si ingrandisce, può ostruire l’uretra, il tubo che trasporta l’urina fuori dal corpo. Quando ciò si verifica, può ostacolare la tua capacità di svuotare completamente la vescica. [3, 4]

Chiamata ipertrofia prostatica benigna o BPH, in Italia sono più di 6 milioni gli uomini diagnosticati ed è molto comune negli anziani:

  • quasi il 40% degli uomini sopra 60 anni
  • fino all’80% degli uomini tra 70 e 80 anni
  • il 90% degli uomini oltre gli 80 anni

ma solo il 22,4% dei pazienti segue terapie per il trattamento di questa condizione.

Per la maggior parte, è, come si dice, benigna. In altre parole, non ci sono danni alla salute se non i lievi fastidi che ne derivano. Infatti è una crescita della prostata che non è dovuta al cancro.

Alimentazione e stile di vita

Prevenire i problemi prima che inizino è sempre il modo migliore per mantenere una buona salute. Le nostre abitudini quotidiane possono avere un impatto importante sulla salute della tua prostata.

Oltre a mantenere un peso corporeo sano e seguire uno stile di vita sano, consumare una dieta ricca di una varietà di nutrienti è uno dei modi più efficaci per incoraggiare la salute della prostata.

  • La frutta e la verdura fresca offrono numerosi benefici, molti dei quali hanno proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. E’ stato dimostrato infatti che gli uomini che consumano più frutta e verdura hanno meno sintomi alla prostata. Le verdure a foglia verde e i pomodori sono particolarmente utili. [5] Molte persone non consumano frutta e verdura quotidianamente, oppure in maniera molto ridotta, così che l’apporto di nutrienti vivi e antiossidanti è assente.
  • Scegli una dieta ricca di omega 3 come pesce (sardine, alici, sgombro, aringhe, salmone pescato) e cibi ricchi di zinco e selenio come frutta secca (le noci brasiliane sono ricchissime di selenio, ne bastano 3-4 al giorno), semi , carne (è la più ricca di zinco, in particolare il fegato) e cereali integrali che hanno dimostrato di supportare la salute della prostata, contrastare l’infiammazione e bilanciare gli ormoni maschili come testosterone e DHT.[7]
  • E’ stato osservato che le persone che bevono tè verde (contenente molti antiossidanti) hanno tassi più bassi di problemi alla prostata. [6]
  • Speziare con la curcuma è molto utile data la sua proprietà antinfiammatoria e antiossidante.
  • Le diete ricche di carne e latticini possono aumentare il rischio di ingrossamento della prostata perché sono ricchi di testosterone. Riduci le carni rosse, il formaggio, il latte e il burro nella tua dieta per una migliore salute della prostata.
  • Sembra che la caffeina possa irritare la prostata, quindi riduci le bevande ad alto contenuto di caffeina come caffè, soda, tè nero e bevande energetiche, che dovresti comunque evitare. Sono accettabili piccole quantità di tè verde poiché ha un effetto complessivamente positivo sulla salute della prostata nonostante la caffeina.
  • Il fumo di sigaretta ha effetti catastrofici sulla salute in quasi ogni parte del corpo, compresa la ghiandola prostatica. Come cancerogeno, il fumo di sigaretta è responsabile di un aumentato rischio di cancro alla prostata e di tassi di sopravvivenza meno favorevoli tra i fumatori rispetto ai non fumatori.
  • L’esercizio fisico regolare è essenziale per una buona salute. Mantiene il tuo corpo agile e riduce il rischio di una vasta gamma di malattie, compresi i problemi associati alla ghiandola prostatica. [23] Il Dipartimento della salute americano ad esempio raccomanda a tutti gli adulti di completare 150 minuti di attività fisica a settimana [24]. Non importa quale sia il tuo stile di vita, cerca di muoverti di più. Non devi per forza andare in palestra, fare una passeggiata all’aperto a passo sostenuto per 45 minuti è sufficente per avere grandi benefici. Non solo l’esercizio fisico riduce il fattore di rischio per il cancro alla prostata, ma aiuta anche la salute in una miriade di altri modi. Se non stai facendo abbastanza esercizio fisico, hai un buon motivo per iniziare oggi.
  • Fare gli esercizi di Kegel può essere un modo semplice e veloce per migliorare l’incontinenza urinaria specialmente nelle persone che hanno avuto un’operazione chirurgica alla prostata. Sviluppati a partire dagli anni ’40 dal ginecologo Arnold Kegel, gli esercizi di Kegel non sono altro che delle contrazioni volontarie del pavimento pelvico, utile per ridurre i problemi legati all’incontinenza, all’eiaculazione precoce, per le donne in gravidanza e quelle che hanno avuto un parto naturale, e altre patologie legate sia al sistema urinario che alle funzioni sessuali di uomo e donna. Basta contrarre il pavimento pelvico in maniera ripetetiva per 10 volte fare pausa e poi ricominciare, si può fare diverse volte al giorno.

Integratori

Di seguito sono riportati i migliori integratori che gli studi scientifici hanno valutato come potenzialmente utili per una prostata sana.

Ortica. L’ortica (Urtica dioica) è una pianta nota nella farmacopea e riduce il gonfiore e il rossore nel corpo, compresa la prostata. Potrebbe persino promuovere una ghiandola prostatica di dimensioni più normali. [8] L’ortica contiene diversi composti utili, tra cui alcaloidi, acido clorogenico, fitosteroli e terpeni. Questi fitochimici sembrano collaborare per inibire la 5-alfa reduttasi, un enzima che converte il testosterone in un ormone androgeno chiamato DHT. Il DHT è collegato all’allargamento della prostata. Riducendo i livelli di DHT, questo può aiutare a mantenere la prostata di dimensioni più normali. E’ dimostrato che l’ortica funziona ancora meglio se combinata con saw palmetto e corteccia di pino. Questa combinazione ha meno effetti avversi rispetto a un comune farmaco farmaceutico. [9, 10]

Saw Palmetto. Saw Palmetto (Serenoa repens) è un erba usata fin dai tempi antichi dagli indiani d’America per i disturbi urogenitali. [11] È ancora una delle erbe più popolari per la salute della prostata vendute oggi. Sono stati fatti parecchi studi e sembra avere effetti anti-androgeni, il che significa che promuove una ghiandola prostatica di dimensioni normali. [11] E’ dimostrato che in combinazione con olio di semi di zucca, saw palmetto è ancora più efficace. [12] Gli uomini sopra i 50 anni che hanno assunto questa combinazione per 12 mesi hanno avuto una ghiandola prostatica più normale. Queste erbe non sono solo efficaci ma clinicamente sicure e senza effetti collaterali. [12]

Curcumina. La curcuma (Curcuma Longa) è una spezia usata in tutto il mondo e una delle più studiate per i suoi numerosi effetti terapeutici. Il principio attivo della curcuma, noto come curcumina, è dimostrato che supporta la salute delle vie urinarie e della prostata. [13] Ad esempio uno studio su modello animale si è osservato che la curcumina ha mostrato un effetto protettivo simile al farmaco finasteride sull’ipertrofia prostatica benigna. I risultati hanno mostrato una riduzione delle espressioni di VEGF, TGF-ß1 e IGF1 anche nel gruppo curcumina. I ricercatori hanno concluso: “Questi risultati hanno suggerito che la curcumina ha inibito lo sviluppo dell’ipertrofia prostatica benigna e potrebbe essere un utile trattamento a base di erbe o cibo funzionale per la BPH“.

Trifoglio rosso. Il trifoglio rosso (Trifolium pratense) è una pianta che sta diventando sempre più popolare come integratore per la prostata. I fiori vengono essiccati e usati nei tè, oppure puoi acquistarli in capsule o estratti di erbe, spesso combinati con altre erbe. Il trifoglio rosso contiene isoflavonoidi e fitoestrogeni che possono promuovere i normali livelli di antigeni prostatici specifici (PSA). [16] Il trifoglio rosso supporta anche una ghiandola prostatica di dimensioni normali e ha anche effetti antiproliferativi. [16, 17] Si consiglia di usarlo a lungo termine per vederne i benefici in modo più efficace.

Corteccia di ciliegio africano. La corteccia del ciliegio africano (Prunus africana) può aiutare una serie di condizioni che coinvolgono arrossamenti e gonfiori nel corpo, compresa la prostata. A volte chiamato Pygeum, questo integratore aiuta a ridurre le cellule malsane della prostata. [18] La corteccia di ciliegio africano aiuta il corpo a rimuovere le cellule indesiderate promuovendo nel contempo quelle sane.

Epilobio. L’epilobio (Epilobium parviflorum) è una pianta usata nella medicina tradizionale europea per il trattamento dei disturbi della prostata. Uno studio del 2013 supporta l’evidenza che questa pianta usata da secoli riduce le cellule cancerose alla prostata.

Vitamina D. La carenza di vitamina D è stata collegata al cancro alla prostata. In particolare, le persone che vivono alle latitudini settentrionali, dove il sole invernale è limitato, hanno un aumento dei tassi di cancro alla prostata. [19] Meno luce solare significa che il tuo corpo produce meno vitamina D, che può portare a carenze in alcune persone. Le cellule indesiderate rispondono alla vitamina D riducendo, tra le altre cose, la loro proliferazione e invasività. [18] La vitamina D può anche mantenere in salute le cellule prostatiche potenzialmente invasive! Gli esperti raccomandano che ogni uomo riceva abbastanza vitamina D per la salute della prostata. [19, 20] Assicurati di esporti abbastanza tempo al sole nella stagione estiva o prendi un integratore di vitamina D.

Selenio. Il selenio svolge un ruolo protettivo nella salute della prostata. [7] Anche piccole quantità di selenio offrono significativi benefici alla prostata. [21] In particolare, questo minerale impedisce la formazione e la proliferazione di cellule prostatiche dannose. Il selenio svolge anche un ruolo nella salute del cervello e della tiroide, nonché nella salute riproduttiva, compresa la fertilità maschile. [22] Assicurati di assumere abbastanza di questo minerale essenziale nella tua dieta quotidiana o prendi un integratore di selenio.

Quale acquistare

Il Dr. Edward Group del Global Healing Center, uno dei più grandi esperti mondiali di integratori naturali, ha messo a punto Prostrex, un integratore che combina le più potenti e potenti erbe prostatiche che abbiamo appena descritto. Contiene:

  • I semi di zucca sono ricchi di vitamine, oligoelementi e antiossidanti; sono inoltre un eccellente supporto nutrizionale per le vie urinarie e la prostata. Migliora l’efficacia del saw palmetto sulla prostata.
  • Le bacche di serenoa repens (saw palmetto), inibendo l’enzima 5-alfa reduttasi, possono aiutare a bloccare la conversione del testosterone in DHT, diidrotestosterone. I livelli normali di DHT promuovono la normale salute della prostata e favoriscono il completo svuotamento della vescica.
  • La corteccia di pygeum (corteccia di ciliegio africano) contiene composti che favoriscono il mantenimento delle normali dimensioni della prostrata e un flusso urinario regolare.
  • Le foglie di ortica, come il serenoa repens, agiscono sul flusso urinario interrompendo la conversione del testosterone in diidrotestosterone.
  • La radice di curcuma è un ingrediente lenitivo tradizionalmente utilizzato per ridurre il tessuto gonfio e arrossato.
  • La corteccia di pino, ricca di β-sitosterolo, supporta la normale replicazione della cellula prostatica e la regolazione del ciclo cellulare.
  • Il pepe d’acqua è un tonico completo con notevole attività antiossidante per promuovere l’integrità delle cellule.
  • L’acido fulvico aiuta a migliorare la biodisponibilità di tutti i nutrienti della formulazione.

Inoltre

  • Non contiene additivi, riempitivi, coloranti, ecc.
  • E’ 100% naturale, puro, vegano e senza OGM
  • Non contiene alcol
  • I principi attivi sono estratti a freddo per ottenere una maggiore biodisponibilità
prostrex acquista

Prostrex per supportare la salute della prostata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Controindicazioni

Prostrex contiene curcuma, quindi è sconsigliato in caso di alterazioni della funzione epatica biliare o di calcolosi delle vie biliari.

Dosaggio e Modo d’uso

Agitare bene la bottiglia. Prendere 1 ml al mattino e di nuovo la sera, o come indicato dal tuo medico. Meglio se assunto a stomaco vuoto.

1 ml corrisponde a circa due pipette contagocce piene.

Una confezione è 59 ml e quindi dura circa 1 mese se assunto a pieno dosaggio consigliato.

Testimonianze

Ci sono più di 100 recensioni positive su Prostrex lasciate sul sito americano del prodotto da persone che lo usano, qui di seguito ne ho riportate e tradutte alcune.

“Questo prodotto è fantastico. Funziona a pieno ritmo. Se non funziona per te, allora dubito che il tuo problema sia la tua prostata. Ho chiesto al dottore e mi aveva detto che non c’è niente che possa fare e potrei solo imparare a conviverci. Dopo aver provato questo prodotto, sono tornato al 90% nel mio vecchio me. Forte e in controllo. Dr Group è una gemma in questo mondo. Mi piacerebbe avere il piacere di incontrarlo. Anche solo per stringergli la mano e dire grazie. In un mondo in cui i nostri governi stanno cercando di avvelenarci con sostanze chimiche, al Global Healing Center sono eroi. Che Allah ti guidi sempre, Dr Group. Il tuo amico nel Regno Unito.”

“Sono rimasto molto colpito dall’efficacia di questo prodotto. Quasi immediatamente ha dimiuito le interruzioni al sonno notturno per i viaggi in bagno. Lo comprerò sicuramente di nuovo.”

“Ho usato queste erbe singolarmente ed sono felice di riunirle in questa formula di alta qualità. L’ho usato per un paio di mesi e sono stato davvero contento dei risultati.”

“Fantastico prodotto! Risultati in 2 giorni e una buona notte di sonno non ha prezzo! Faccio 2 lavori e quando è il momento di dormire, alzarmi tutta la notte per andare in bagno non aiuta il mio riposo. Grazie! Al 100% consiglio questo prodotto.”

“Questo è un grande prodotto. Le mie visite notturne al bagno sono notevolmente diminuite.”

“Ora, a 63 anni, utilizzo integratori per problemi prostrati da circa 3 anni. Ho trovato diversi prodotti che mi hanno aiutato, ma non meglio di questo prodotto. Ho iniziato a usarlo come indicato e ho avuto ottimi risultati. Anche il dosaggio ridotto ha continuato a risolvere i problemi. È efficace quando preso la mattina e prima di andare a letto. Dopo 1 bottiglia, ho intenzione di riacquistarlo e ridurre il dosaggio a 1/4 raccomandato. Questa è una soluzione efficace e semplice per me.”

“Prima di prendere prostrex il livello di PSA di mio marito era di 4-11 ng / ml …. Dopo aver preso prostrex per due mesi i suoi livelli sono calati drasticamente a 4-5 ng / ml … Grazie Dr. Group per questo fantastico prodotto.”

prostrex acquista

Prostrex per supportare la salute della prostata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto

Riferimenti Scientifici

  1. How Does the Prostate Work? InformedHealth.org. Cologne, Germany: Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG); 2006. Accessed 30 Apr 2019.
  2. Understanding Prostate Changes: A Health Guide for Men. National Cancer Institute. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Accessed 29 Apr 2019.
  3. Prostate Enlargement (Benign Prostatic Hyperplasia). National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Disease. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Accessed 29 Apr 2019.
  4. Prostatitis: Inflammation of the Prostate. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Disease, National Institutes of Health. Accessed 29 Apr 2019.
  5. Liu Z, et al. Fruit and vegetable intake in relation to lower urinary tract symptoms and erectile dysfunction among southern Chinese elderly men. Medicine (Baltimore.) 2016;95(4):e2557.
  6. Guo Y, et al. Green tea and the risk of prostate cancer: a systematic review and meta-analysis. Medicine (Baltimore). 2017 Mar; 96(13):e6426.
  7. Selenium. Office of Dietary Supplements. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Updated 26 Sep 2018. Accessed 29 Apr 2019.
  8. Ghorbanibirgani A, et al. The efficacy of stinging nettle (Urtica dioica) in patients with benign prostatic hyperplasia: A randomized double-blind study in 100 patients. Iran Red Crescent Med J. 2013;15(1):9-10.
  9. Pavone C, et al. Associating Serenoa repens, Urtica dioica and Pinus pinaster. Safety and efficacy in the treatment of lower urinary tract symptoms. Prospective study on 320 patients. [Article in Italian]. Urologia. 2010 Jan-Mar;77(1):43-51.
  10. Sökeland J. Combined sabal and urtica extract compared with finasteride in men with benign prostatic hyperplasia: analysis of prostate volume and therapeutic outcome. BJU Int. 2000 Sep;86(4):439-42.
  11. Suzuki M, et al. Pharmacological effects of saw palmetto extract in the lower urinary tract. Acta Pharmacol Sin. 2009 Mar; 30(3): 271-281.
  12. Hong H, et al. Effects of pumpkin seed oil and saw palmetto oil in Korean men with symptomatic benign prostatic hyperplasia. Nutr Res Pract. 2009 Winter; 3(4): 323-327.
  13. Hejazi J, et al. A pilot clinical trial of radioprotective effects of curcumin supplementation in patients with prostate cancer. J Cancer Sci Ther. 2013;5:320-324.
  14. Killian PH, et al. Curcumin inhibits prostate cancer metastasis in vivo by targeting the inflammatory cytokines CXCL1 and ­2 Carcinogenesis. Carcinogenesis (2012) 33 (12):2507-2519.
  15. Piantino CB, et al. An evaluation of the anti­neoplastic activity of curcumin in prostate cancer cell lines. Int Braz J Urol. 2009 May­Jun;35(3):354­60.
  16. Engelhardt PF, Riedl CR. Effects of one-year treatment with isoflavone extract from red clover on prostate, liver function, sexual function, and quality of life in men with elevated PSA levels and negative prostate biopsy findings. Urology. 2008 Feb;71(2):185-90.
  17. Brandli A, et al. Isoflavones isolated from red clover (Trifolium pratense) inhibit smooth muscle contraction of the isolated rat prostate gland. Phytomedicine. 2010 Sep;17(11):895-901.
  18. Larré S, et al. Biological effect of human serum collected before and after oral intake of Pygeum africanum on various benign prostate cell cultures. Asian J Androl. 2012;14(3):499-504.
  19. Trump DL, Aragon-Ching JB. Vitamin D in prostate cancer. Asian J Androl. 2018 May-Jun; 20(3):244-252.
  20. Chen TC, Holick MF. Vitamin D and prostate cancer prevention and treatment. Trends Endocrinol Metab. 2003 Nov;14(9):423-30.
  21. Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trial (SELECT): Questions and Answers. National Cancer Institute. Last updated 2018. Accessed 24th Oct 2018.
  22. Mistry HD, et al. Selenium in reproductive health. Am J Obstet Gynecol. 2012 Jan;206(1):21-30.
  23. ACS guidelines for nutrition and physical activity. American Cancer Society. 2018. Updated 13 Apr 2017. Accessed 24th Oct 2018.
  24. How Much Activity Do You Need? News in Health Newsletter, National Institutes of Health. Updated Jan 2019. Accessed 29 Apr 2019.
  25. Understanding Prostate Changes: A Health Guide for Men. National Cancer Institute. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Accessed 29 Apr 2019.
  26. Cancer Stat Facts: Prostate Cancer. National Cancer Institute. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Accessed 29 Apr 2019.
  27. Prostate Enlargement (Benign Prostatic Hyperplasia). National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Disease. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Accessed 29 Apr 2019.
  28. Prostatitis: Inflammation of the Prostate. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Disease, National Institutes of Health. Accessed 29 Apr 2019.
  29. Results Question Annual Prostate Cancer Screening [news release]. 23 Mar 2009. NIH Research Matters, National Institutes of Health. Accessed 30 Apr 2019.
  30. Liu Z, et al. Fruit and vegetable intake in relation to lower urinary tract symptoms and erectile dysfunction among southern Chinese elderly men. Medicine (Baltimore.) 2016;95(4):e2557.
  31. Guo Y, et al. Green tea and the risk of prostate cancer: a systematic review and meta-analysis. Medicine (Baltimore). 2017 Mar; 96(13):e6426.
  32. Selenium. Office of Dietary Supplements. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Updated 26 Sep 2018. Accessed 29 Apr 2019.
  33. Ghorbanibirgani A, et al. The efficacy of stinging nettle (Urtica dioica) in patients with benign prostatic hyperplasia: A randomized double-blind study in 100 patients. Iran Red Crescent Med J. 2013;15(1):9-10.
  34. Larré S, et al. Biological effect of human serum collected before and after oral intake of Pygeum africanum on various benign prostate cell cultures. Asian J Androl. 2012;14(3):499-504.
  35. Suzuki M, et al. Pharmacological effects of saw palmetto extract in the lower urinary tract. Acta Pharmacol Sin. 2009 Mar; 30(3): 271-281.
  36. Wilt T, et al. Beta-sitosterols for benign prostatic hyperplasia. Cochrane Database Syst Rev.2000;(2):CD001043.
  37. Hejazi J, et al. A pilot clinical trial of radioprotective effects of curcumin supplementation in patients with prostate cancer. J Cancer Sci Ther. 2013;5:320-324.
  38. Leyva-López N, et al. Essential oils of oregano: biological activity beyond their antimicrobial properties. Molecules. 2017 Jun; 22(6):989.
  39. Trump DL, Aragon-Ching JB. Vitamin D in prostate cancer. Asian J Androl. 2018 May-Jun; 20(3):244-252.
  40. Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trial (SELECT): Questions and Answers. National Cancer Institute. Last updated 2018. Accessed 24th Oct 2018.
  41. ACS guidelines for nutrition and physical activity. American Cancer Society. 2018. Updated 13 Apr 2017. Accessed 24th Oct 2018.
  42. How Much Activity Do You Need? News in Health Newsletter. National Institutes of Health. US Department of Health and Human Services. Updated Jan 2019. Accessed 29 Apr 2019.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni