Vitamina D. Come fare il Protocollo Coimbra per curare Sclerosi Multipla e malattie autoimmuni

19 Commenti

protocollo coimbra

Il Dr. Cicero Galli Coimbra è un neurologo brasiliano, professore e ricercatore che è diventato famoso in tutto il mondo per essere riuscito a curare moltissimi casi di sclerosi multipla e altre malattie autoimmune con alte dosi di vitamina D3 in combinazione con una combinazione di altri integratori e raccomandazioni alimentari che costituiscono il Protocollo Coimbra.

Il Dr. Coimbra non ha la pretesa di aver trovato la cura per la sclerosi multipla, dato che ci sono anche casi di non guarigione, ma è sotto gli occhi di tutti come un’altissima percentuale dei suoi pazienti ha perlomeno fermato la progressione della malattia e in parecchi c’è stata la remissione completa. Egli stesso afferma: “Non posso parlare di una cura, perché se questi pazienti smettono di prendere la vitamina D, c’è una buona possibilità che la malattia ritorni ma, per il periodo durante il quale la prendono, possono condurre una vita normale”.

Si prega di non tentare di riprodurre il protocollo del Dr. Coimbra, senza una piena comprensione di come si applica il suo trattamento e senza essersi rivolti ad un medico che conosca tale protocollo. Infatti sebbene possiamo dare delle indicazioni generali di come il protocollo sia fatto, esso viene personalizzato ad ogni paziente sulla base dei risultati delle analisi del sangue e su come risponde l’organismo al protocollo, di modo che viene continuamente aggiornato sulla base dei progressi. Possiamo quindi solo condividere alcune linee guida di base e principi che utilizza. Ad esempio il Dr. Coimbra afferma: “La vitamina D inibisce la produzione di PTH (paratormone). Quindi, se misuro PTH prima che il paziente inizia a prendere la vitamina D e poi lo misuro nuovamente dopo due mesi, posso utilizzare la variazione di PTH come parametro della risposta biologica alla vitamina D . Questo è proprio il fattore che serve a regolare le dosi di vitamina D. Dal momento che la vitamina D inibisce la produzione di PTH, alzo i livelli di vitamina D fino a che il PTH raggiunge il suo più basso livello normale“. Questo perché più il PTH è basso e maggiore è l’azione benefica svolta dalla vitamina D.

Protocollo Coimbra

Vitamina D3 (Dibase) iniziare con 100.000 UI alla settimana per le prime 4 settimane ed alla fine delle 4 settimane fare un analisi del calcidiolo, della calcemia, della calciuria del paratormone e della creatinina.
– Assumere per tutto il periodo vitamina K2 alla dose di 100 mcg al giorno per scongiurare le calcificazioni extraossee. La quantita’ di vitamina K2 da assumere sarà sempre di 100 mcg al giorno.
– Eliminare completamente gli alimenti ricchi di calcio, in particolare i latticini e le acque ad alto residuo fisso. E’ importante questa restrizione: vanno evitati tutti i cibi arrichiti con calcio (ad esempio il latte vegetale arricchito con calcio), oppure prodotti che hanno il latte tra i loro ingredienti.
– Dopo un mese si assumano 100.000 UI di vitamina d due volte alla settimana e questo per un altro mese, la dose di vitamina k2 che si assume deve rimanere sempre di 100 mcg/die; alla fine del mese si devono ripetere le analisi sempre di calcidiolo, della calcemia, della calciuria del paratormone e della creatinina. Alla fine del secondo mese è importante che la calcemia sia normale (8,6-10,6), che la calciuria sia modesta, e che la creatinina (funzionalità renale) sia normale. Alla fine del secondo mese se i valori sopra riportati sono regolari ed il calcidiolo non supera i 300 ng/ml si puo’ aumentare la dose di vitamina D3 a 100.000 UI al giorno
– E’ estremamente importante assumere fin dall’inizio 2,5 litri di liquidi al giorno per evitare una concentrazione eccessiva di calcio nelle urine. Tra i liquidi si include acqua, succhi di frutta freschi, brodi e tisane.
– Si controllino dopo 15 giorni calcidiolo, calcemia, calciuria, paratormone e creatinina. Il calcidiolo è normale che si attesti intorno a 1000, ma potrebbe arrivare anche a 3000, di questo non ci si deve preoccupare se gli altri valori restano nella norma.
– I miglioramenti si vedranno dopo 7 mesi per cui non si deve avere fretta. In questi 7 mesi si faranno mensilmente tutti gli esami sopra riportati che devono restare nella norma, se qualche esame risultasse fuori della norma consultare subito il medico che ha fornito la prescrizione.
– Nel protocollo sono usati anche altri integratori che hanno la funzione di migliorare l’assorbimento e la funzione della vitamina D come: vitamina B2, zinco, omega 3, magnesio. E’ importante assumere la vitamina B2 nel protocollo perché direttamente e indirettamente partecipa ad una serie molto ampia di funzioni metaboliche critiche più di quanto attualmente riconosciuto.

“La differenza tra la vitamina D e i farmaci convenzionali utilizzati nel trattamento di malattie autoimmuni è che la vitamina è un immunoregolatore, non un immunosoppressore. Mentre gli altri farmaci sopprimono il sistema immunitario nel suo complesso, lasciando il corpo suscettibile alle infezioni, la vitamina D è l’unica sostanza in grado di inibire selettivamente la reazione chiamata “Th17″, che è causata dalle malattie autoimmuni.”
Dr. Coimbra

Lista di medici in Italia formati dal Dr. Coimbra per attuare il suo protocollo

TOSCANA – LAZIO

  • Dr. Paolo Giordo a Grosseto, Firenze e Roma cell. 348/3742090 – [email protected]www.dottorpaologiordo.it/
  • Dr.ssa Francesca Michelucci a Pisa. Ospedale Cisanello (PI), Via Paradisa 2, Edificio 29, piano 1 ambulatorio 106.
    Tel: 050/995272 o scrivere all’indirizzo[email protected]

SARDEGNA

  • Dr.ssa Sabina Bitti (a destra della foto) di Sassari,3476225683. Visita in via Quarto 14 – 07100 Sassari. Per prendere appuntamento scrivere all’indirizzo[email protected]
  • Dr.ssa Vittoria Sanna (a sinistra della foto) di Sassari, 3382177910. Visita in via Rizzeddu 17 – 07100 Sassari. Per prendere appuntamento scrivere all’indirizzo[email protected]

EMILIA ROMAGNA – PIEMONTE

  • Dr.ssa Paola Pederzoli. Visita a Modena, presso Direzionale Toscanini n° 21 (2° piano con un largo ascensore) e
    Torino
    , presso Farmacia Piazza Villari, Via Foligno 69. Tel. 0116994896 Per richiedere un appuntamento scrivere a:[email protected]
LOMBARDIA-VENETO-CALABRIA-PUGLIA
  • Dr. Massimo Vincenti, per prenotazioni inviare email a [email protected]
    Visita a:
    Milano, Studio Medico Dott.Santelia, Piazza Cinque Giornate 1, TEL. 3358335256
    Abano Terme, Studio Medico Scaiella, Via Configliachi 41/D, TEL. 3358335256
    Lamezia Terme, Centro Medico Michelangelo, Via dei Mille 22, TEL. 09681945682
    Bari, VisMed s.r.l. – Poliambulatorio Bari, Via Lucera 4 (Traversa Viale Salandra), TEL. 3358335256

Intervento del dottor Coimbra presso la Camera dei Deputati di Brasilia

Attivare i sottotitoli in italiano con il pulsante nel video.

Loading...

Intervista al dott. Coimbra

Leggi anche

Vitamina D. Come capire il Dosaggio, Fabbisogno giornaliero e quale acquistare

“Ecco come mio padre con Alzheimer sta guarendo grazie alla Vitamina D”

Come trattare Artrite Psoriasica, Reumatoide, Artrosi ed Osteoporosi con la Vitamina D

I Poteri Curativi della Vitamina D - Libro
Vitamin D Revolution – Come prevenire e curare:
osteoporosi, diabete, rachitismo, sclerosi multipla, influenza,
cancro, dolore cronico, asma, deterioramento cognitivo senile,
fibromialgia… e molto altro
Voto medio su 23 recensioni: Buono
La Vitamina D
Il Superormone: come proteggersi dalle malattie croniche
Voto medio su 7 recensioni: Buono

Riferimenti
Leonardorubini.org
VITAMIN D PROTOCOL
Claudio Sauro

Copyrighted.com Registered & Protected U6TX-OUCX-EXAH-IP52

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

19 Commenti su questo post

  1. Protocollo coimbra

  2. Grazie, condivido per chi possa avere bisogno di queste informazioni.

  3. Ma perche in caso di carenza non la prescrivono??? Dicono poi con il sole……

  4. L’informazione e’il senso di vivere

  5. Mina Antelmi says:

    Per quali malattie autoimmuni?

  6. Io lo sto facendo per una immunodeficienza comune variabile. Ho iniziato da una settimana. Il miglioramento che ho notato è che non ho dolori addominali

  7. il sole è la nostra fonte benefica di energia e di salute.E’ anche per questo che ce lo oscurano con scie chimiche.Il sistema ci vuole malati.Basterebbe fare una vita vera,cioè all’aria aperta e non rinchiusi 8 ore in gabbie di cemento, mangiando gli alimenti che ci offre la terra e non cibi industriali,per essere molto più sani

  8. moira says:

    Per cortesia, con quali medici italiani si può interagire per sottoporsi a questo protocollo ? grazie

  9. Decisamente interessante, io e la mia famiglia ci curiamo in modo alternativo alle medicine. Quindi mi fa piacere aver appreso queste nozioni. Desidererei avere maggiori informazioni sulla malattia degenerativa, posso chiedere a lei?,

  10. lisa says:

    Si puo’ tradurre l’intervista????…….cosi’ nn si capisce nulla……grazie

  11. Christian says:

    Bell’articolo ma con alcune inessatezze gravi sulla parte tecnica del protocollo…1) la vit k nn fa parte del protocollo 2) l’integrazione (prescritta assolutamente da un medico e non a self service) nn avveniene con la posologia e la quantita’ descritte nell’articolo

  12. francesco says:

    Domanda sciocca, potresti consigliare un tipo di Vitamina D abbastanza naturale? ho acquistato “vitamine D 2000 IU Metagenics” che mi sembrava discreto ma contiene il magnesio stereato che in un tuo articolo spieghi che non è il massimo.
    Ciao e grazie

  13. Jose Antonio Colaiacovo says:

    Mia moglie ed io ci troviamo in Argentina, e da circa 4 anni che sta facendo questo protocollo con alte dosi di Vitamina D con il Dottore Cicero Coimbra dil Brasile per combattere la sua Sclerosi Multipla. Grazie a Dio la sua malattia si trova stabile anzi si trova in remissione.

  14. mario says:

    Ho provato a contattare la VisMed s.r.l. – Poliambulatorio Bari e mi hanno detto che il dott. Massimo Vincenti non collabora più con loro e che la cura Coimbra è solo un palliativo.
    Sono però stato contattato dal dottor Vincenti(Cell. 3358335256), che mi ha detto che riceve ancora a Bari in un’altra struttura
    e che per le prenotazioni e l’elenco degli esami bisogna scrivere una email a: [email protected]

    La lista va quindi aggiornata.

    Mario

  15. ELENA says:

    … IO FORSE SPERO IN UN MIRACOLO… HO LA SM DA 25 ANNI … MA SOLO DA 4/5 SONO IN CARROZINA : HA SAPUTO DA POCHI MESI DEL DOTT. COIMBRA EEEE SAREI MOLTO INTERESSATA ALLA CURA CON VIT. D. EFFETTI COLLATERALI NN VE Nè SONO, NON è PERICOLOSA X LA NS SALUTE ED è EFFICACE ………… MEGLIO DI COSì … SOLO LE CASE PHARMAC. SONO CONTRARIE, NON CI GUADAGNANO ABBASTANZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close