Come purificare l’aria di casa eliminando i pericoli dell’inquinamento domestico

5 Commenti

fornelli inquinano aria

L’aria che respiriamo nella nostra casa, nelle scuole e negli ambienti di lavoro ha un enorme impatto sulla salute che viene molto sottovalutato e non considerato. Pochi sanno che la qualità dell’aria che si respira quotidianamente è pesantemente inquinata sia a causa dello smog (soprattutto per chi vive in città) sia a causa di normali abitudini domestiche di cui non si sospetta l’impatto sulla salute.

L’Environmental Protection Agency (EPA) stima che le persone nei paesi industrializzati passano fino al 90% del loro tempo al chiuso. Per alcune fasce di età della popolazione, come i bambini e gli anziani, il tempo trascorso in ambienti chiusi può essere ancora maggiore. E’ quindi importante prendersi cura dell’aria che si respira perché un’intossicazione a bassa dose costante per anni può portare allo sviluppo e al peggioramento di disturbi di salute anche gravi.

L’aria che respiri è davvero sana?

  • E’ sorprendente scoprire che l’aria negli ambienti chiusi è di norma dal 25 al 62% più inquinata rispetto all’aria esterna, come dimostra un’analisi della California Air Resources Board.
  • Una analisi pubblicata sulla rivista Environmental Science & Technology, ha mostrato che l’aria domestica è piena di ftalati, fenoli, ritardanti di fiamma e altre sostanze sintetiche che si accumulano ad alti livelli. Lo studio non ha indagato gli effetti sulla salute ma si è limitato ad analizzare i vari tipi di sostanze presenti nell’aria. Studi precedenti hanno però hanno mostrato che tali sostanze provocano il cancro ed altre malattie gravi quando vengono assimilate ad alte dosi dai ratti.
  • Un altro studio pubblicato sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences suggerisce le nanoparticelle di magnetite prodotte dai motori dei mezzi di trasporto si concentrano nelle nostre case arrivando all’interno del corpo umano ben più di quanto si credesse tanto che riescono addirittura a penetrare nel tessuto cerebrale.

Purificatore d’aria AIRFREE serie P formati da 16mq a 60mq

Purificatore d’aria AIRFREE serie LOTUS 60mq

Le cause dell’inquinamento domestico dell’aria

L’uso di prodotti tossici, ventilazione insufficiente, elevata temperatura e l’umidità sono alcune delle cause primarie di inquinamento dell’aria negli ambienti chiusi nelle nostre case. Inoltre alcune sostanze chimiche sono rilasciate da molti oggetti d’uso comune, dai cavi elettrici passando per i fornelli per arrivare fino ai profumi.

1. L’amianto è la principale causa di inquinamento dell’aria interna. L’amianto può essere trovato in vari materiali utilizzati comunemente nel settore automobilistico e della costruzione. Essi sono più comunemente si trovano nei rivestimenti, vernici, materiali da costruzione, e piastrelle del soffitto e pavimento. I prodotti più recenti non contengono amianto dato che è stato vietato a causa del suo effetto cancerogeno. Tuttavia, se si dispone di una vecchia casa che è stato costruito tempo fa, i rischi per l’amianto sono molto maggiori di quelli di una casa nuova.

2. La formaldeide è un’altra delle principali cause di inquinamento dell’aria interna presente nelle vernici, sigillanti, pavimenti in legno, resine sintetiche, colle, solventi, arredamento (trattamento per il legno), compensato, disinfettanti e deodoranti, detergenti, cosmetici e tessuti (è il cosiddetto odore di “nuovo” dei vestiti). A preoccupare oggi gli studiosi il fatto che mentre la formaldeide vive il suo massimo “periodo di diffusione” proprio grazie all’assenza di disposizioni che ne hanno consentito l’uso in molti prodotti, di recente l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha inserito proprio la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate con certezza cancerogene per la specie umana, sia per inalazione che ingestione. La formaldeide, insieme all’urea, è impiegata come vernice collante di pannelli in legno di truciolato, nobilitato o Medium-density fibreboard, è contenuta nei pannelli fonoassorbenti dei controsoffitti, nelle pareti divisorie degli uffici open space. Negli anni tende a volatilizzarsi nell’ambiente circostante.

3. Il radon è un gas radioattivo naturalmente presente in alcuni tipi di roccia che possono trovarsi nel suolo dove è costruito l’edificio ed è una causa di inquinamento dell’aria interna. Il radon può penetrare le pareti della vostra casa e mettere voi e la vostra famiglia a rischio. Poiché il radon è un gas radioattivo è cancerogeno se inalato. Altre fonti da cui può provenire in misura minore sono i materiali da costruzione, specialmente se di origine vulcanica come il tufo o i graniti e l’acqua, dal quale fuoriesce e si disperde nell’ambiente, accumulandosi in locali chiusi ove diventa pericoloso. Si stima che il radon sia la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di sigaretta.

4. Il fumo di tabacco è un serio inquinante dell’aria interna dato che contiene molti metalli pesanti e sostanze sintetiche.

5. Molti contaminanti che crescono in ambienti umidi possono essere portati da aree esterne. Questi contaminanti quali muffe, batteri, acari della polvere, così come peli di animali inquinano l’aria che si respira.

Loading...

6. Ci sono molti oggetti in casa che causano anche l’inquinamento dell’aria interna. Essi sono stufe a legna, stufe a gas, caminetti e anche i fornelli per cucinare dato che producono monossido di carbonio e biossido di azoto.

7. Prodotti per la casa quali vernici, pitture, e di alcuni prodotti di pulizia possono anche emettere inquinamento nell’aria che si respira all’interno della vostra casa. Abbiamo già discusso ad esempio di come stendere in casa ad asciugare i panni lavati con l’ammorbidente può essere deleterio per la salute a causa delle innumerevoli sostanze sintetiche rilasciate.

aria inquinata acari

Acari della polvere presenti nell’aria

Gravi effetti sulla salute causati e/o favoriti dall’aria domestica non sana

L’effetto sulla salute dell’esposizione a lungo termine a questi inquinanti non è ancora stato studiato sufficientemente ma è stata trovata una chiara associazione tra alcune malattie e elevanti livelli di sostanze o esposizione prolungata ad esse. Gli effetti dell’inquinamento dell’aria interna può essere un pericolo per la vita, soprattutto per bambini e anziani che sono più sensibili all’inquinamento domestico. Già nel 1987 l’EPA aveva dichiarato che la qualità dell’aria domestica è la quarta causa di cancro al mondo.

E’ quindi importante applicare il principio di precauzione sia perché sarebbe un grave errore sottovalutare i rischi sia perché innumerevoli testimonianze hanno riportato come usando dei dispositivi per purificare l’aria domestica sono scomparsi molti problemi di salute in particolare asma e allergie, è migliorata la vitalità, il sonno e nel complesso la qualità della vita.

1. Se l’amianto viene trovato in casa che può causare gravi problemi di salute come il cancro ai polmoni, l’asbestosi, il mesotelioma, e vari altri tipi di tumori.

2. Se si hanno contaminanti come peli di animali, acari della polvere o muffe e altri batteri si potrà sperimentare i sintomi di asma, irritazione alla gola, influenza e altri tipi di malattie infettive.

3. Il piombo presente nei pesticidi, tabacco, materiali da saldatura, nelle batterie e nelle vernici è dannoso per il cervello e al sistema nervoso, può favorire insufficienza renale, anemia, e danni al sistema cardiovascolare.

4. La formaldeide, uno degli inquinanti indoor più comuni e diffusi, favorisce l’irritazione della gola, gli occhi e il naso, così come le reazioni allergiche. Ci sono stati un certo numero di casi in cui ha anche causato il cancro.

5. Il fumo di sigaretta passivo favorisce alle persone attorno una grave irritazione delle vie respiratorie, polmonite, bronchite, enfisema, malattie cardiache, così come il cancro ai polmoni.

6. Sostanze chimiche come quelle che vengono utilizzate in alcuni detergenti, ammorbidenti e vernici possono favorire la perdita di coordinazione, danni a fegato, cervello, e reni così come un certo numero di tipi di cancro.

7. Le stufe a gas in casa possono causare infezioni respiratorie e danni e irritazione ai polmoni.

Purificatore d'aria Airfree lotus

Purificatore d’aria Airfree lotus

Come purificare l’aria di casa

Per eliminare l’inquinamento domestico e rendere sana l’aria che si respira è importante rimuovere le fonti di inquinamento per quanto possibile e areare le stanze periodicamente. Scegliere di usare sostanze, vernici, spray, deodoranti e detergenti ecologici e magari far ispezionare la propria abitazione per quanto riguarda il contenuto di amianto e radon. Inoltre con le scarpe ci portiamo in casa un sacco di residui di combustione industriali e dei motori, quindi l’ideale è lasciarle all’ingresso ed indossare delle ciabatte. Mettere delle piante in casa è un’altra soluzione che oltre ad aiutare a migliorare l’aria rende l’atmosfera più naturale e positiva.

Il metodo più efficace per purificare l’aria è, soprattutto per chi vive nelle città, usare un purificatore d’aria. Tra tutti quelli che ho analizzato consiglio AIRFREE ha cui efficacia è stata comprovata da decine di laboratori internazionali e prove scientifiche che hanno dimostrato che è in grado di ridurre più del 99,99% microrganismi e sostanze nocive nell’aria, come batteri, virus, muffe, allergeni degli acari della polvere, allergeni di animali domestici, pollini e sostanze prodotte dal tabacco grazie al loro sistema brevettato TTS™ (Sistema di Sterilizzazione Termodinamico), a prescindere da quanto siano piccoli o pericolosi tali agenti patogeni.

test di efficacia AIRFREE

Il grafico sopra mostra che usando AIRFREE, le sostante presenti nell’aria si riducono dell’80% in sole due settimane e praticamente del 100% in un mese.

I vantaggi di AIRFREE rispetto agli altri purificatori d’aria in commercio è che non richiede alcuna manutenzione, nessun cambio di filtri periodico o di altre parti. Inoltre purifica l’aria in modo totalmente silenzioso, senza l’utilizzo di ventole o turbine e quindi può essere messo anche in camera da letto per favorire un sonno riposante. Non consuma molta corrente dato che addirittura utilizza meno energia di una lampadina da 60W.

Nel video seguente si vede davvero quanto sia efficace nell’eliminare virus e batteri dall’aria dato che rallenta il processo della formazione della muffa.

AIRFREE è disponibile sia bianco che champagne e in diversi formati a seconda delle dimensioni della stanza in cui lo andremo ad usare:

  • AIRFREE P40 (fino a 16mq)
  • AIRFREE P60 (fino a 24 mq)
  • AIRFREE P80 (fino a 32 mq)
  • AIRFREE P125 (fino a 50 mq)
  • AIRFREE P150 (fino a 60 mq)

Esiste anche AIRFREE LOTUS che associa la cromoterapia alla purificazione dell’aria dato che permette in ogni istante di scegliere il colore più adatto al tuo stato d’animo e lasciare che i suoi effetti agiscano sull’ambiente. Ideale quindi per tutti gli ambienti della casa e per creare l’atmosfera che si desidera.

Purificatore d’aria AIRFREE serie P formati da 16mq a 60mq

Purificatore d’aria AIRFREE serie LOTUS 60mq

Riferimenti
– Susanna D. Mitro et al. Consumer Product Chemicals in Indoor Dust: A Quantitative Meta-analysis of U.S. Studies. Environ. Sci. Technol., 2016, 50 (19), pp 10661–10672
– Barbara A. Maher et al. Magnetite pollution nanoparticles in the human brain. PNAS September 27, 2016 vol. 113 no. 39
– What Is the Definition of Indoor Air Pollution? by KAREN EISENBRAUN
– Chemicals Linked to Health Hazards Are Common in Household Dust. ScientificAmerican
IARC Monographs on the Evaluation of Carcinogenic Risks to Humans – Vol. 88
– Formaldeide. Wikipedia
– Radon. Wikipedia

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

5 Commenti su questo post

  1. Aprire le finestre non basta?

    • Dionidream Dionidream says:

      Ciao Wanda Karolczak sicuramente è un fattore molto utile ma a seconda se si vive in città (e quindi l’area esterna è piena di particolato) e si usano vernici, ammorbidenti, detergenti sintetici la polvere dell’aria si arricchisce di sostanze cancerogene, questo giusto per rendere l’idea, nell’articolo tutto è spiegato nel dettaglio.

      • Francesco says:

        Io ho uno ionizzatore che tramite filtro epa e emissione uva ed altri filtri ti distrugge oltre a batteri vari , virus, etc purifica l’aria rendendola fresca come se stessi in un bel bosco. Marca LUX (svizzera). Va bene questo.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT