lampadine risparmio energetico

Ci hanno detto che le lampadine a risparmio energetico (CFL) erano più ecologiche e che ci avrebbero fatto risparmiare sulla bolletta, ma ulteriori ricerche hanno fatto emergere che sono potenzialmente pericolose per la salute. Oggi sono state quasi totalmente sostituite dalle nuove lampadine a LED a luce calda che troviamo in tutti i supermercati. Ma tu le hai ancora in casa?

Le lampadine a risparmio energetico si sono diffuse a partire dal 2007 quando le agenzie di vari paesi hanno deciso di sospendere la diffusione delle vecchie lampadine ad incandescenza a favore di “nuove lampadine più innovative ed ecologiche”: le lampadine fluorescenti compatte (CFL).

Eppure molti esperti sostengono che possono essere davvero pericolose per la salute.

Lampade a risparmio energetico possono danneggiare la pelle

I medici della Stony Brook University di New York hanno scoperto che le lampadine a risparmio energetico (CFL) producono emissioni significative di raggi UVA e UVC, che sono dannose per la pelle umana. Questa radiazione ultravioletta può far invecchiare e bruciare le cellule della pelle ed è noto in letteratura che favorisce il cancro della pelle.

I ricercatori hanno acquistato lampadine da vari rivenditori e hanno misurato due cose su ciascuna: il livello delle emissioni UV e la struttura del rivestimento al fosforo. È stato scoperto che tutti i bulbi presentavano crepe nel loro rivestimento, permettendo alle radiazioni di fuoriuscire nell’ambiente circostante. Questa radiazione provoca danni alle cellule della pelle. Anche le lampadine a incandescenza sono state testate senza effetti negativi.

Al Advanced Energy Research and Technology Center (AERTC) di Stony Brook, il team ha comprato le lampadine in diversi supermercati e ha studiato gli effetti dell’esposizione sulle cellule sane dei tessuti della pelle umana, tra cui: fibroblasti, un tipo di cellule presenti nel tessuto connettivo che produce collagene; e cheratinociti, le cellule epidermiche che producono cheratina, il materiale strutturale chiave nello strato esterno della pelle umana.

Quindi consigliano di stare a distanza da queste lampadine e l’ideale sarebbe che siano poste dietro uno strato di vetro protettivo.

E’ stata riscontrata una correlazione tra le lampadine a risparmio energetico e i seguenti disturbi:

  • Vertigini
  • Cefalea a grappolo
  • Emicrania
  • Crisi epilettiche
  • Affaticamento
  • Difficoltà nella concentrazione
  • Ansia
  • Dermatite
  • Eczema
  • Autismo
  • Epilessia
  • Cancro

Le lampadine a risparmio energetico contengono il tossico mercurio

Quindi queste lampadine in casa fanno male, ma ancora di più se si rompono! Il pericolo maggiore è se si rompono tanto che la stessa Environmental Protection Agency ha creato un protocollo di emergenza da seguire in caso di rottura della lampadina proprio a causa del gas velenoso rilasciato. Vediamo cosa fare e perché sono così dannose (spiegato più sotto).

L’Institute for Molecular and Nanoscale Innovation ha pubblicato uno studio in cui ha misurato il rilascio di vapori di mercurio da lampadine a risparmio energetico che si rompono. Hanno registrato concentrazioni vicino al bulbo fino a 800 mcg / m3, che è otto volte il limite medio di esposizione professionale di otto ore consentito dall’OSHA (100 mcg / m3).

Ancora più scioccante, il limite raccomandato per i bambini è di soli 0,2 mcg / m3. Un bambino esposto vicino a una lampadina CFL rotta riceverà 8000 volte la quantità raccomandata di vapore di mercurio!

Il mercurio, come ho trattato in molti miei articoli, è il metallo pesante più pericoloso per l’uomo e tossico a qualunque concentrazione. Diversi studi scientifici mostrano come esso danneggia irrimediabilmente il cervello e il sistema nervoso causando una miriadi di malattie gravi, ed inoltre depositandosi negli organi e ghiandole danneggia tutto il sistema ormonale e linfatico.

Ricercatori tedeschi: Le lampade a risparmio energetico emettono sostanze pericolose quando accese

Le lampadine CFL contengono anche altre sostanze chimiche cancerogene. Scienziati tedeschi hanno scoperto che diverse sostanze chimiche e tossine sono rilasciate quando le lampadine a risparmio energetico vengono accese: tra cui il naftalene (che è stato collegato al cancro negli animali), fenolo (tossico se ingerito, a contatto con la pelle o se inalato) e lo stirene (che è stato dichiarato “probabile cancerogeno per l’uomo”).

Peter Braun, che ha effettuato i test presso il laboratorio Alab di Berlino, ha dichiarato: “Per tali sostanze cancerogene è importante che siano tenuti il più lontano possibile dall’ambiente umano”.

Il loro rapporto suggerisce che le lampadine non devono essere lasciate accese per lunghi periodi, in particolare vicino alla testa di qualcuno, poiché emettono materiali velenosi quando vengono accese. Non dovrebbero essere usate in aree non ventilate e sicuramente non in prossimità della testa.

Come leggiamo sul sito del Telegraph, un rapporto del Prof. Abraham Haim, professore di biologia presso l’Università di Haifa in Israele, afferma che le lampadine a risparmio energetico potrebbero comportare tassi più elevati di cancro al seno se usati a tarda notte. Disse che la luce più blu emessa dai CFL imitava da vicino la luce del giorno, interrompendo la produzione del corpo dell’ormone melatonina più delle lampadine a filamento di vecchio stile, che proiettavano una luce gialla. Abbiamo parlato dei pericoli della luce blu nel nostro articolo Installa Questo Programma Per Non Danneggiare La Pineale.

La Migraine Action Association ha avvertito che potrebbero scatenare emicranie e gli specialisti della cura della pelle hanno affermato che la loro luce intensa potrebbe aggravare una serie di problemi esistenti della pelle.

Perché le lampadine a risparmio energetico sono pericolose per la nostra salute?

In sintesi abbiamo detto che:

  •  Le lampadine a risparmio energetico contengono da 3 a 5 mg di mercurio.  Il mercurio è una potente neurotossina particolarmente pericolosa per i bambini e le donne in gravidanza. Questa sostanza è particolarmente tossica per il cervello, il sistema nervoso, il fegato e i reni. Può anche danneggiare il sistema cardiovascolare, immunitario e riproduttivo. Intossicazioni di mercurio possono causare perdita di memoria, cancro e Alzheimer.
  • Le lampadine a risparmio energetico contengono composti cancerogeni. Lo studio effettuato da Peter Braun presso il Germany’s Alab Laboratory ha evidenziato che questo tipo di lampadine contiene degli agenti cancerogeno-tossici in grado di causare il cancro:
    • Naftalene, un composto cristallino bianco volatile, prodotto dalla distillazione di catrame di carbone, utilizzato in naftalina e come materia prima per la produzione chimica.
    • Stirene, un idrocarburo insaturo liquido, ottenuto come sottoprodotto del petrolio.
    • Fenolo, un acido leggermente cristallino bianco tossico solido, ottenuto da catrame di carbone e utilizzato nella produzione chimica.
  • Le lampadine a risparmio energetico emettono raggi UV superiori alla norma. La Health Protection Agency (HPA) ha condotto uno studio e osservato che aumentanoil rischio di cancro alla pelle soprattutto per chi lavora ore e ore vicino alle fonti di luce. È ufficialmente riconosciuta la pericolosità dei raggi UV per la nostra pelle e per gli occhi.
  • Le lampadine a risparmio energetico generano potenti campi elettromagnetici a poca distanza dalla sorgente, fino ad un metro di distanza. Il centro indipendente di ricerche francese (CRIIREM) sconsiglia pertanto di utilizzare lampadine a basso consumo energetico a brevi distanze, come ad esempio per illuminare i comodini delle camere da letto o le scrivanie.
  • Danneggiano la ghiandola pineale. Lo studio del professor Abraham Haim, afferma che lo spettro luminoso di queste lampadine, essendo simile alla luce del giorno, interrompe la produzione di melatonina da parte dell’organismo. Cosa che invece non facevano le vecchie lampade a incandescenza. Gli effetti vanno dall’insonnia all’invecchiamento precoce, dalla depressione ad un aumento del rischio di cancro, essendo la melatonina un potente antiossidante anticancro.

Protocollo EPA

Se avete a casa le lampadine a risparmio energetico e si rompono devi stare molto attento nella pulizia e seguire questa procedura messa a punto dall’Environmental Protection Agency.

  • Far evacuare la stanza se ci sono persone e animali domestici.
  • Arieggiare la stanza per 5-10 minuti aprendo la finestra o la porta a contatto con l’ambiente all’aperto.
  • Spegnere l’impianto di riscaldamento o di condizionamento dell’aria.
  • Non utilizzare l’aspirapolvere. L’aspirazione non è raccomandata perché potrebbe diffondere le particelle di mercurio presenti nella polvere.
  • Indossa i guanti, una mascherina e degli occhiali protettivi.
  • Raccogli i pezzi più grandi con le mani e i frammenti più piccoli con l’aiuto del nastro adesivo.
  • Riponi i frammenti della lampadina in contenitori ermetici, come vasi di vetro o sacchetti di plastica sigillabili.
  • Pulisci le superfici con un panno umido. Poi getta tutto ciò che avete utilizzato per la pulizia, inclusi il panno e i guanti.
  • Se la rottura avviene su un tappetino, eliminalo e rimuovi almeno la parte contaminata.
  • Chiamate il centro locale per la raccolta differenziata se hai dei dubbi sul da farsi. Porta i rifiuti presso la Piattaforma Ecologica del tuo Comune, in modo che siano smaltiti in modo corretto.
  • Come misura preventiva, sarebbe bene non utilizzare le lampadine al mercurio in aree a rischio di rottura e incidenti.
  • Lavati subito le mani quando hai terminato.

L’ultimo appiglio. Le lampadine a risparmio energetico sono davvero ecologiche?

Le lampadine CFL vengono promosse come migliori per l’ambiente, ma secondo uno studio dell’Association of Lighting and Mercury Recyclers, il 98% delle CFL finisce in discarica, creando un accumulo di mercurio che può sfuggire al nostro suolo e finire nei corsi d’acqua, crendo un danno enorme all’ambiente. E poi risalendo la catena alimentare (come attraverso il pesce che mangiamo) essere letale per la salute umana.

La buona notizia è che le lampadine CFL sono non le uniche lampadine a basso consumo. Esistono anche le nuove lampadine a LED, che sono prive di mercurio. Una nota negativa dei LED è che emettono luce a spettro blu, che può disturbare il sonno e interferire con la melatonina come abbiamo notato nel nostro articolo: Dr. Alexander Wunsch: “Ecco come le lampade a LED danneggiano la nostra salute”. Per questo è importante comprare lampadine LED a luce calda che riducono questo effetto negativo.

Le vecchie lampadine ad incandescenza non sono più in commercio. Quindi il mio consiglio è di sostituire tutte le lampadine a risparmio energetico con lampadine LED a luce calda (è importante che sia riportato “luce calda” sulla confezione, ovvero sotto 3000 Kelvin ti temperatura di colore). Ormai si trovano in tutti i supermercati.

Dionidream - Tutta l'Energia della Natura
Un metodo per guarire te stesso riattivando il tuo potenziale naturale

Voto medio su 70 recensioni: Da non perdere


Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni