Relazione tra Cellulari e Tumori Confermata da una Nuova Ricerca

Nessun Commento

«Quando un mio amico, un giorno, mi ha segnalato come sul libretto d’istruzioni del mio cellulare c’era scritto di tenerlo a un centimetro e mezzo dal corpo, non ci volevo credere. Sono andato a controllare ed ho visto che era effettivamente così. Da lì la curiosità ha preso il sopravvento ed ho cominciato a verificare se era una precauzione che riguardava esclusivamente il mio cellulare o se era un problema diffuso. Ho scoperto che, per esempio, modelli di smartphone appetibili e presenti sul mercato, avevano stampato sul libretto di istruzioni di tenerli addirittura a due centimetri e mezzo dal corpo. Per avere un’idea di quanti siano due centimetri e mezzo, vi dico che corrispondono alla costola del mio libro che è di 350 pagine. Chiaramente nessuno sano di mente terrebbe il proprio cellulare a questa distanza e il problema è proprio che nessuno lo fa e che – cosa più importante – nessuno lo sa!».

Furono queste le parole che Riccardo Staglianò, giornalista di “Repubblica”, usò nell’intervista de “Il Cambiamento” riguardante gli effetti dei cellulari.

Toglietevelo dalla Testa.

Voto medio su 1 recensioni: Buono

€ 15

L’intervista verteva sopratutto su quanto riportato da Staglianò sul suo libro-denuncia sugli effetti pericolosi delle onde elettromagnetiche derivate dai cellulari e sull’aumento conseguente dei tumori: Toglietevelo dalla testa – cellulari, tumori e tutto quello che le lobby non dicono.

La ricerca effettuata dalla Sackler Faculty of Medicine dell’Università di Tel Aviv e condotta da Yaniv Hamzany ha proprio evidenziato che nella saliva, prodotta dalla ghiandola salivare che si trova vicino a dove normalmente viene poggiato il cellulare, vi erano indizi allo sviluppo maggiore dei tumori.

La saliva infatti mostrava maggiore stress ossidativo, un processo che danneggia le cellule umane, tra cui anche il DNA, e sviluppa radicali perossidi che sono considerati alcuni dei maggiori fattori di rischio per il cancro.

Se volete leggervi la ricerca e ascoltare la discussione della ricerca in lingua inglese potete cliccare il link –> www.aftau.org

Di seguito l’intervista di Riccardo Staglianò.

Quindi è meglio prediligere gli sms, tenere i bambini alla larga dai dispositivi di telefonia mobile, usare l’auricolare, tener conto del rapporto “poche-barre-molte radiazioni”, non mettere i cellulari a contatto con il corpo, sotto il cuscino, vicino alla testa mentre si dorme, seguendo queste regole e non abusando del telefonino in ogni caso, potremmo forse essere più al sicuro.

Loading...

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT