Rifiuti: persi 1,2 miliardi per il flop della differenziata in Italia

Nessun Commento

raccolta-differenziata[1]In Italia in totale nel 2012 sono andati persi 1,2 miliardi di euro per i mancati benefici derivanti dallaraccolta differenziata. A calcolare la stima è una ricerca di Althesys, la società di consulenza strategica guidata da Alessandro Marangoni.

Dallo studio emerge che “il meridione non è il più cattivo ma che rispetto agli standard Ue ci sono altre regioni in difficoltà”. Anzi, in realtà, è “tutta l’Italia che è lontana dagli obiettivi Ue”. Secondo Althesys sono “messi male il Lazio, la Toscana e la Lombardia”.

“Oltre al danno, la beffa – osserva Marangoni – il costo del non corretto riciclo potrebbe sommarsi alle sanzioni che la commissione europea ha proposto di infliggere all’Italia nel mese di giugno, per le emergenze rifiuti con il deferimento alla Corte Ue di giustizia”. Nel 2012 molte regioni – rileva Marangoni – non soltanto il meridione, sono state caratterizzate da “livelli di raccolta differenziata ancora inferiori rispetto agli obiettivi. Una cattiva gestione che costa fino a 43 euro a testa, per ogni cittadino, nelle regioni con i livelli più bassi di raccolta. Tra tutte, per esempio, Puglia e Calabria”. Nel Lazio il “costo complessivo più alto, con 187 milioni ‘persi’ nel 2012; il Lazio guadagna la maglia nera, con un livello di raccolta differenziata basso (22,1%) rispetto ai volumi di rifiuti prodotti (3,2 milioni di tonnellate)”.

fonte: http://www.ambientequotidiano.it/2013/10/15/rifiuti-flop-differenziata-persi-miliardi/

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline