Ecco quello che il mal di testa rivela sulla tua salute

4 Commenti

mal di testa

Tutti noi a volte dobbiamo fare i conti con il mal di testa, esistono alcuni trucchi efficaci per combatterlo, come ad esempio mangiare una banana e bere molta acqua al fine di alleviare il dolore.

Tuttavia questo semplice trucchetto non è sempre utile. Il mal di testa può essere di diversi tipi, e di conseguenza, quando si presenta il dolore spesso il medico può sbagliare la diagnosi.

Questo accade per via dei numerosi tipi di cefalea che possono verificarsi e quindi in molti casi i trattamenti comuni non funzionano.

Il mal di testa può essere causato da motivi comuni come la stanchezza o la disidratazione, ma spesso può anche indicare un problema di salute grave.

Un famoso neurologo, il dottor Sahib Qureshi MD, spiega che il mal di testa spesso può essere un “campanello d’allarme”  che ci per avverte dell’esistenza di un problema, di conseguenza, è necessario imparare a distinguere tra un mal di testa comune e uno premonitore di un disturbo.

Prima di assumere un medicinale ogni qualvolta che si manifesta questo dolore, dovresti innanzitutto verificare se questo indica una patologia sconosciuta.

I tipi più comuni di mal di testa sono quattro e tutti indicano qualcosa in merito alla tua salute.

Bisogna saper riconoscere i segnali del corpo in modo che possano essere trattati in modo corretto.

Inoltre, invece di prendere antidolorifici, che forniscono solo effetti temporanei, in alternativa qui sotto potrai trovare alcuni rimedi naturali che ridurranno in modo efficiente il dolore.

1. Cefalea sinusale

Nel caso di infiammazione dei seni paranasali, è possibile che si verifichi un mal di testa che provoca un forte dolore. Queste emicranie sono il risultato di un’infezione che può provocare sintomi simili alla febbre con pressione sulla fronte, guance e occhi.

Rimedio

Cerca di assumere molti liquidi. In questi casi l’acqua calda risulta efficace dato che riduce l’infiammazione e apre i seni paranasali.

Risulta utile consumare arance e alimenti contenenti vitamina C o bere tè verde al limone. La vitamina C e l’alto contenuto di antiossidanti favoriscono l’organismo nella lotta alle infezioni.

Inoltre, è possibile provare ad applicare impacchi caldi e freddi, mangiare una minestra calda o dello zenzero fresco, in quanto possiede potenti proprietà anti-infiammatorie e riduce il dolore.

2. Cefalea tensiva

Questo tipo di cefalea è la più comune, si manifesta con dolore costante e pressione intorno alla testa, soprattutto nella parte posteriore della testa, del collo o delle tempie.

Può anche causare un dolore sotto o sopra la zona degli occhi fino a provocare vomito e nausea. Gli esperti ritengono che sia dovuta alla contrazione dei muscoli del collo e delle spalle

Rimedio

Per ridurre in maniere efficace il dolore, usa tè allo zenzero e olio di menta piperita. Aggiungi l’olio di menta all’attaccatura dei  capelli, proverai una sensazione di raffreddamento che rilasserà i muscoli della testa e del collo. Inoltre il tè allo zenzero è un ottimo antinfiammatorio.

3. Cefalea a grappolo

Questo mal di testa intenso e violento di solito è monolaterale, localizzato attorno all’occhio e allo zigomo, colpisce soprattutto le donne.

Si presenta all’improvviso e causa un dolore forte sul lato della testa. In questo caso, si può manifestare una congestione nasale con naso che gocciola oppure un’anomala lacrimazione.

La causa non è certa, ma sappiamo che l’intenso dolore è causato dalla dilatazione dei vasi cranici che causano pressione sulle terminazioni sensitive del nervo trigemino.

Rimedio

La crema alla Capsaicina contiene un principio attivo estratto dal peperoncino di cayenna. Se non riesci a trovarla puoi fare l’olio di peperoncino come descritto qui.

Basterà applicarne una piccola quantità alla base della narice e questo causerà un interruzione dei segnali di dolore neuropatico.

4. Emicrania

L’emicrania si verifica più comunemente nella fascia d’età tra i 25 e i 55 anni, ma si può manifestare indipendentemente dall’età. Si stima che in America 38 milioni di persone soffrano di di questo disturbo.

Questo tipo di mal di testa è molto più complicato delle normali patologie, in quanto include numerosi sintomi neurologici diversi tra loro. L’emicrania si manifesta con un intenso e grave dolore lancinante su un lato della testa. In un terzo degli attacchi di emicrania il dolore si verifica su entrambi i lati della testa.

Il dolore è associato ad altri sintomi come nausea, vomito, disturbi visivi, vertigini, estrema sensibilità alla luce, odori, suoni e tatto così come l’intorpidimento o formicolio sul viso. I sintomi s’irradiano dalla sommità della testa verso il basso.

Rimedio

E’ stato dimostrato che numerosi pazienti che soffrono di emicrania traggono beneficio dall’uso di vitamina B2 (riboflavina), magnesio e acidi grassi omega-3.

Per prevenire l’emicrania assicurati d’includere una quantità sufficiente di questi prodotti nella tua dieta. Inoltre, secondo uno studio condotto nel 2011, l’esercizio fisico aerobico (quello in cui accelera il battito cardiaco e la respirazione, quindi ad esempio nuoto, corsa, bicicletta, ecc) previene l’emicrania tanto quanto il topiramato (farmaco utilizzato nella cura dell’emicrania). Quindi l’attività fisica regolare potrebbe sostituire il farmaco ed apportare tanti benefici alla salute!

Mal di Testa
Come sconfiggerlo con i rimedi e le terapie naturali
Vitasorb B12 - Vitamina B12
La vitamina B12 contribuisce al normale metabolismo energetico

Voto medio su 14 recensioni: Da non perdere

Vitamina C 500
Integratore alimetare a base di Vitamina C

Voto medio su 14 recensioni: Buono

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. Dionidream Dionidream says:

    Grazie della segnalazione, è vitamina B2 (riboflavina)

  2. Sono una ex-emicrania…con una storia di 50 anni di emicrania con aura.Con la menopause è scomparsa.Per noi donne c’entra molto il fattore ormonale.Farmaco che elimina entro 30 minuti il dolore,restano tuttora i triptani.Ma secondo me,se ne diventa dipendenti.Il topiramato viene usato per prevenire gli attacchi…si prende per qualche settimana,e si sospende per un certo periodo…e si spera che si spezza la catena maledetta.Solo chi soffre di “emy”mi capisce.

  3. La cefalea a grappolo è circa 4 volte più frequente negli uomini…non nelle donne…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline