Come stimolare la ricrescita delle gengive naturalmente

9 Commenti

retrazione gengivale

La maggior parte delle persone non sanno di avere recessione gengivale perché avviene gradualmente. Il primo segno di recessione gengivale è di solito la sensibilità dei denti e si può notare un dente appare più lungo del normale.

La recessione gengivale si verifica quando il tessuto della gengiva attorno ai denti si corrode e le gengive retrocedono all’indietro mostrando una parte maggiore del dente arrivando talvolta fino alla radice. L’esposizione della radice del dente può portare estremo dolore e sensibilità ed inoltre lo spazio in cui la gengiva si è scoperta diventa il terreno ideale per la proliferazione batterica.

Ci sono una serie di fattori che possono causare la recessione gengivale che includono:

  1. Infezione batterica delle gengive
  2. Carenza di vitamina C
  3. Sensibilità al Sodium Lauryl Sulfate, un ingrediente cosmetico schiumogeno che rientra nella formulazione di numerosi dentifrici commerciali
  4. Mancanza di igiene orale
  5. Spazzolatura aggressiva
  6. Squilibrio ormonale
  7. Fumo di sigaretta
  8. Digrignare i denti di notte
  9. Piercing sulla lingua o sulle labbra

I sintomi della recessione gengivale sono:

  • Denti sensibili
  • Carie
  • Radici esposte
  • Gengive gonfie
  • Sanguinamento delle gengive
  • Alito cattivo

La recessione gengivale non è qualcosa che si dovrebbe ignorare in quanto può influenzare la salute. I disturbi alle gengive sono stati collegato a un aumentato rischio di infarto e ictus.

Ecco alcune cure naturali efficaci per la recessione gengivale

Aloe Vera – E’ la pianta dei miracoli degli egizi ed è molto efficace nella recessione gengivale. Va usata sia per uso interno che per uso topico. Il succo di aloe vera va preso 2 cucchiai 10 minuti prima dei pasti per 3 volte al giorno. Il gel di aloe vera invece deve essere applicato direttamente sulle gengive ritirate ogni volta che si è finito di lavarsi i denti. Si può anche mettere sullo spazzolino da denti ed usarlo per massaggiare delicatamente le gengive. I benefici si sentiranno subito.

Oil Pulling – E’ una antica tecnica ayurvedia che ha enorme successo per tutti i disturbi orali oltre ad avere molti altri benefici. E’ un risciacquo della bocca con olio di sesamo, o olio di girasole spremuto a freddo o olio di cocco, un cucchiaio per 20 minuti di risciacquo. Puoi leggere tutti i dettagli nell’articolo I migliori consigli per fare l’Oil Pulling – La pratica millenaria che cura e previene tantissimi disturbi.

Tè verde – Ha un antiossidante naturale, la catechina, che può efficacemente combattere contro batteri che causa la malattia parodontale ovvero l’infiammazione batterica delle gengive. Bere una tazza di tè verde ogni mattina può aiutare a ridurre le infezioni gengivali e migliorare la salute e l’igiene orale.

Mirra – La mirra è rinomata per essere un vero toccasana per rafforzare e curare le gengive e i denti e ridurre l’esposizione delle radici. La mirra può essere utilizzata nella forma di un dentifricio, polvere o olio essenziale. Sciacqua con 5 gocce di olio essenziale di mirra in un bicchiere di acqua tiepida almeno due volte al giorno, finché il disturbo non sarà scomparso. Se hai della resina di mirra, puoi renderla polvere schiacciandola. Combina la polvere di mirra con acqua e mescola fino a formare una pasta. Applica sulle gengive e massaggia bene.

Olio essenziale di limone – E’ ottimo per disintossicare il corpo e come un agente antibatterico e antisettico. Non usarlo tutti i giorni ma solamente una volta la settimana come colluttorio: 5 gocce in un bicchiere d’acqua. L’olio essenziale di limone aiuta a uccidere la maggior parte dei germi e ferma la recessione gengivale allo stesso tempo. Inoltre contribuisce alla rigenerazione dei nuovi tessuti.

Olio di eucalipto – Questo potente olio essenziale è anti-infiammatorio, anti settico, stimolante e ha proprietà anti-batteriche. Può anche prevenire i disturbi gengivali che causano la recessione gengivale. Bisogna massaggiare pò di olio di eucalipto diluito sulle gengive tutti i giorni e poi risciacquare.

Chiodi di garofano – è una soluzione molto efficace per far passare il mal di denti e agisce anche come antibatterico, antisettico, antimicrobico, fungicida naturale e antivirale. La sua grande cura naturale per gengive sfuggente. Dopo ogni pasto mastica un chiodo di garofano. Poi dopo averti lavato i denti usa 2 gocce di olio di chiodi di garofano e massaggia le gengive. Questo servirà anche per combattere i problemi di alito pesante. Se puoi cerca di utilizzare l’olio di chiodi di garofano, in quanto è più efficace del semplice masticare un chiodo di garofano.

Consigli alimentare per curare le gengive ritirate – Elimina lo zucchero e le farine raffinate, mangia molta frutta e verdura cruda. Consuma cibi ricchi di vitamina C come arance, pompelmo, acerola, rosa canina, frutti di bosco, lamponi, aronia, peperoni, kiwi.

Gel - Aloe Vera
Con 97,5% di gel di aloe vera

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

9 Commenti su questo post

  1. Acqua ossigenata… è l unico rimedio ….polverizza il tartaro e le gengive ricoprono i denti

  2. La gengive risalgono se togli il tartaro o batteri…

  3. Erica says:

    Dove vivo io l’aloe vera si trova facilmente in natura, e anche al supermercato. Come si usa quella fresca? Immagino semplicemente prendendo il gel che esce quando si rompe (e che è quello che qui mettiamo sulle ferite o punture di insetti), me lo confermi? Grazie

    • dioni says:

      Ciao Erica, si è lo stesso, ne basta un cucchiaino di gel per uso interno

  4. solange says:

    vero, acqua ossigenata nel mio caso… ma cosa accade se ne ingerisco anche solo poco? ciauuuu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline