Santo Natale. Il senso di questo ciclo è dedicarsi al riposo e alla riflessione

7 Commenti
la sorgente 728x90

santo natale

Ormai in molti sanno che il 25 dicembre è un giorno energeticamente particolare ed è attribuito alla nascita di molte divinità ma cerchiamo di capire meglio cosa significa per la nostra evoluzione questo momento dell’anno.

Come ho spiegato già in molti articoli biologicamente e sul piano della coscienza l’essere umano si capisce molto meglio osservando il suo mutamento stagionale piuttosto che con le date del calendario moderno.

Il corpo umano reagisce ai mutamenti stagionali esattamente come una pianta, ragion per cui i nutrizionisti proclamano sempre di mangiare frutta e verdura di stagione. Proprio perché i nutrimenti apportati da questi prodotti aiutano l’organismo ad affrontare le sollecitazioni della stagione.

Infatti ogni stagione stimola il corpo e la coscienza a compiere mutamenti ciclici che si ripetono ogni anno salvo differenziare per grado di crescita.

Volendo idealisticamente trovare un punto 0 all’anno si potrebbe definire il Solstizio d’inverno che rappresenta il punto di maggiore buio dell’anno. Quando la natura dorme profondamente e nulla si muove.

Il 31 ottobre si definisce la soglia, l’ingresso nel mondo dei Morti, il 21 dicembre siamo pienamente dentro la morte.

Il 25 dicembre rappresenta astronomicamente parlando il momento in cui la luce comincia a riprendere leggermente ad aumentare.

Dal punto di vista della coscienza siamo ancora immersi nel buio, ma da adesso si cominceranno a trovare le prime soluzioni ai conflitti.

Molti si chiedono come mai a Natale succede sempre qualcosa e non si può mai trascorrere in Pace come si vorrebbe, perché in realtà non siamo ancora usciti dal buio, il 25 è solo il primo momento, ancora non salito alla coscienza, l’energia che si percepisce è ancora la stessa.

Il primo momento di reale risveglio avverrà il 1 febbraio, quando la terra apparentemente ancora dorme,

L’uomo funziona a cicli, l’antica vita contadina rispettava molto di più questa grande verità. L’inverno era occupato dai lavori di RIPARAZIONE DEGLI ATTREZZI e si faceva dentro.

Così la nostra coscienza: d’inverno dovrebbe essere occupata a far morire parti ormai dannose, a riparare quelle logorate e a lasciar riposare ciò che germinerà solo con la bella stagione.

Tornare a questa consapevolezza aiuta a sapere come è utile comportarsi.

Nell’era di internet dove siamo attivi tuto l’anno e per prenderci tempo per riflettere dobbiamo ammalarci o fare incidenti imparare a tornare a rispettare noi stessi e soprattutto la nostra coscienza sarebbe auspicabile.

Ecco che auguro a tutti voi una cosciente rinascita e di trovare, comunque, la voglia di sentire la vicinanza di chi vi ama.

Fate uno sforzo di cercare di ricordare cosa vi lega ai vostri cari e quanto importante è la famiglia.

La Vita non è sempre benevola con noi, imparare ad aiutarci a vicenda, a perdonare le mancanze, ad amarci dovrebbe essere il messaggio di questo periodo.

Non perché lo dice Babbo Natale, non perché ve l’hanno inculcato, ma perché il periodo energetico richiama al rientrare ognuno nel proprio nido, a ripararsi e a riparare i membri del proprio clan.

E come ormai ripeto sempre: siamo tutti parte di un clan…non illudetevi di esserne fuori, riconoscete il vostro e cominciate a riparare.

Buona Rinascita

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Alessandra Barbieri

Autore

Alessandra Barbieri

Alessandra Barbieri ha completato il percorso di studi in Naturopatia, ma dentro qualcosa le diceva che non era quella la sua strada, seppur splendida e interessantissima, prima lo studio dell’Astrologia con una docente dell’Eridano School, poi lo studio della kabala e l’uso dei tarocchi kabalistici l’hanno introdotta al Mondo del Simbolismo Esoterico; nel mentre le tante esperienze di danza, i tanti viaggi l’hanno portata a conoscenza del Sacro Femminile…e delle Danze Sacre. Infine lo studio della Radiestesia l’hanno resa completa. Oggi Alessandra può fornire una vasta gamma di soluzioni, partendo da uno stato d’animo o anche da nulla perché la sua personale lettura dei tarocchi genealogici le permette di arrivare a vedere al di là di ciò che sente e comprende la persona.

Leggi anche
loading...

7 Commenti su questo post

  1. solitudine & digiuno Antonio M Gallo

  2. London Miry London Miry says:

    Perche’ continuo a leggere minchiate sulla religione…perche’….voi state lottando non contro un istituzione, ma contro un ideologia. Ma sapete cosa predicava Gesu’? Che vi sta sui cojoni la Chiesa ok…ma dire che il pensiero di Gesu’ era sbagliato avete proprio torto marcio.

    • Alessandra says:

      …non mi pare di averlo neanche nominato Gesù, che ho sempre ammirato e ci ho scritto pure il libro “Salvami”, non solo ho letto i Vangeli ma ho anche fatto studi sulla sua vita e su come sono state fatte le scelte ecumeniche di dottrina. Il messaggio di Gesù è incredibilmente bello e se seguito porta “al Cielo” proprio come dice lui, ma la data del 25 dicembre è una data assunta in quanto energeticamente conforme alla nascita di un grande profeta. La vera nascita di Gesù sembra avvenire solo in Marzo. Ma sul piano spirituale non è importante. Pregare la nascita di Gesù il 25 dicembre è perfetto, ma tutti questi grandi esempi hanno sempre predicato il cercare la fiaccola del divino in sè. Uno dei grandi messaggi di Gesù, che poi però è stato perso, era proprio la ricerca di dio dentro di noi. Egli contestava le Leggi ecumeniche del tempo proprio perchè allontanava l’individuo dalla sua capacità di dialogo con Esso. Quando esorta le spose a mantenere la fiamma accesa in attesa dell’arrivo del Padrone di Casa era proprio questo che voleva dire. Anche nella notte più buia Dio può entrare in te e consegnarti la Gioia del Suo Dono. Ma attenzione questo vale per tutte le religioni che ho studiato, perchè io scrivo perchè mi sono presa la briga di studiare Taoismo, Kabala, Induismo, Buddismo e Sufismo oltre che ESEGESI CRISTIANA. Per chi poi come me ha smesso di dare un nome a Dio e ha smesso di aver bisogno di intermediari per pregare e lodare l’Immensità tutte le Festività hanno assunto un altro valore, forse più grande, forse più sentito, per chi segue il mio blog Astroscienza è dal 14 dicembre che scrivo preghiere e invocazioni per preparare questo periodo. Lode all’Immensità e lode a tutti i suoi emissari che sono arrivati in Terra, tra cui il grandissimo Gesù.

  3. Paolo says:

    e chi il clan non c’é l’ha ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *