I trucchi per scegliere angurie e meloni maturi

4 Commenti
Anguria matura

Adoro questi frutti ricchi di acqua biologica, forniscono un sacco di vitamine e minerali e sono ottimi per ripulire l’apparato digerente, rinfrescare e dare un senso di sazietà. Spesso d’estate col caldo ricoprono un’intero pasto e forniscono immediatamente la loro energia senza appesantire. Vanno però scelti bene per poterli gustare!

COME SCEGLIERE UNA BUONA ANGURIA

  • Bisogna prima di tutto porre attenzione alla presenza del picciolo, esso ci indica quanto tempo è passato dalla raccolta e non dovrà essere secco. Se è già staccato ed inizia a fuoriuscire del succo, significa che il frutto sarà particolarmente maturo e zuccherino;
  • Appoggia il frutto all’orecchio e comprimilo leggermente: se la polpa scricchiola all’interno, allora è buono;
  • Picchietta la buccia con le dita: il cocomero deve emettere un suono di “vuoto”;

Se vedete che una parte della superficie è più chiara, non significa che il frutto non è maturo, ma che quello è il lato rimasto a terra durante la crescita;

COME SCEGLIERE UN BUON MELONE

  • La maggiore indicazione del livello di maturazione del melone è data dal picciolo. Un buono melone ha il picciolo non secco, bensì morbido e tendente a staccarsi facilmente;
  • Controlliamo il peso: il melone deve risultare pesante se rapportato alla sua dimensione;
  • Premete il lato opposto al picciolo: se è troppo duro il melone non è maturo, se è troppo morbido e si buca il melone è strafatto. Esso deve essere quindi una via di mezzo, leggermente elastico;
  • Annusa il melone: deve profumare ed essere dolce, ma non troppo.

Alcuni produttori usano l’etilene per far maturare artificialmente i meloni: si riconosce perché una volta aperto la polpa non ha un gran sapore e se la annusate bene sentite un odore chimico.

Possono sembrare tante indicazioni, ma una volta lette sono tutte molto intuitive e dettate dal buon senso. Se potete scegliete coltivazioni biologiche o perlomeno a km zero e locali. Con questi consigli scegliere sicuramente il frutto giusto e vostro umore ne gioverà molto insieme al palato e al corpo. Buona mangiata!

Vedi anche

[catlist name=cibi-della-salute]

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Leggi anche

4 Commenti su questo post

  1. Gianni Citraro

  2. Gianni Citraro

  3. Gianni Citraro

  4. Gianni Citraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT