Scie chimiche: attentato ad Antonio Marcianò e al gruppo Cieli Svelati

6 Commenti

Antonio Marcianò

Mentre le scie schimiche imperversano più che mai nel cielo, il fratello di Rosario Marcianò, il famoso attivista anti scie chimiche, subisce un attentato

https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/1390531_10202400248595727_704945689_n.jpg

Mancato scontro frontale. Tentato omicidio fallito per un soffio. Target: Antonio Marcianò del Comitato Tanker Enemy. I servizi hanno alzato il tiro. Ieri pomeriggio, 19 ottobre, mio fratello Antonio concorda al telefono un incontro con alcuni colleghi di lavoro. Qualcuno ha, come sempre, ascoltato la conversazione ed organizza quello che sarebbe dovuto apparire come uno fra i numerosi incidenti stradali del sabato sera… Mezzanotte e mezzo del 20 ottobre 2013. Mentre rientro da Arma di Taggia, all’altezza della rotatoria che smista il traffico verso Sanremo e la Valle Armea, un’auto di grosse dimensioni (probabilmente un S.U.V.), di colore scuro spunta all’improvviso, invadendo, di là dallo spartitraffico, la corsia della rotatoria su cui sto viaggiando con la mia Renault Twingo e punta contro a forte velocità. Per evitare una collisione frontale con il veicolo, d’istinto sterzo verso destra, urtando violentemente contro il guardrail con la parte anteriore della fiancata destra. Quindi l’auto rimbalza e tocca anche sul lato posteriore destro. Il veicolo, che ha invaso la mia corsia, sfiora perciò la Twingo, quindi accelera e si dilegua in pochi istanti. Purtroppo non sono stato in grado di leggere la targa. Questa mattina mio fratello ed io ci siamo recati sul luogo del mancato scontro frontale, per recuperare eventuali frammenti rimasti sulla strada e rilevare possibili tracce di pneumatici. Per quello che sembra un tentato omicidio o quanto meno un tentativo di intimidazione, sporgerò denuncia-querela contro ignoti.

Fonte https://www.facebook.com

***

Cieli Svelati (Fonte https://www.facebook.com)

Ciao cieli, che succede di bello? Succede che da un pò di tempo veniamo pedinati da un SUV tutto nero e fatalità ieri pomeriggio, lo stesso SUV ci ha sorpassato sulla strada che porta a casa nostra e dopo una curva la nostra macchina è sbandata su una anomala macchia di un liquido oleoso e ci siamo ribaltati. Fortunatamente non ci siamo fatti nulla, fortunatamente non avevamo con noi i nostri cani, ma la macchina ha subito un danno notevole che nessuno ci rimborserà e che non possiamo al momento far riparare. Inoltre, abbiamo spesso avuto visite di strani soggetti vestiti rigorosamente di nero, che appoggiandosi al nostro muro di casa, armeggiavano uno strano strumento.

cieli svelati

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Chi sono ‘cieli svelati’?

    • Non siamo un gruppo, ma siamo due persone che da anni ci interessiamo, come tanti, di scie chimiche e abusi dei poteri occulti e non solo. Abbiamo vissuto il morbo di morgellons in diretta (mia madre), quindi abbiamo ancora più determinazione. Il fatto risale a gennaio 2013.

  2. marco says:

    infami…..

  3. Antonio says:

    questo avvalora sempre più le vostre tesi su le scie chimiche, se hanno iniziato a manifestare atti intimidatori, vuol dire che cominciano ad aver paura di quanto l’argomento stia sempre più entrando nelle case e teste degli Italiani! A voi per quello che è successo va tutto il mio sostegno morale e rispetto per il progetto informativo che state portando avanti, a questo punto con coraggio…

  4. Rinaldo says:

    Ciao se ti può in qualche modo far piacere ti ho conosciuto tramite al spregiudicato gesto nei tuoi confronti. Uno in più dalla tua parte. Serena giornata e buona festa. Rinaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline