Scoperta antica città con piramidi sul fondo del lago Fuxian

Nessun Commento

Secondo gli esperti cinesi nel campo dell’archeologia subacquea, sul fondo del lago Fuxian, si trova un’antica citta’ sommersa. Sono presenti tre piramidi una delle quali alta oltre 40 metri, una nuova meraviglia del mondo che e’ stata preservata e nascosta dall’acqua.  L’area di studio relativa a questi antichi manufatti supera le dimensioni della capitale d’epoca Han. La citta’ non e’ menzionata in nessuno dei manoscritti famosi degli storici cinesi, ne’ negli antichi archivi. Le piramidi presentano caratteri architettonici simili a quelle della cultura Maya, i blocchi sono delle stesse dimensioni di quelli delle piramidi egizie della piana di Giza.

Il lago Fuxian, situato nella provincia cinese dello Yunnan, a circa 60 chilometri dalla città di Kunming, è il lago più profondo della regione (circa 157 metri).
Secondo un’antica leggenda, due fate scesero verso il mondo e passando di qui, rimasero affascinate dal bellissimo paesaggio. Si trasformarono così in statue in pietra per non abbandonarlo. Il lago prende il nome proprio da questa leggenda: Fuxian significa letteralmente “Lago dal profilo di fata”.

Secondo il libro Cheng Fu Jang Zhi, nel lago viveva un’ animale, simile ad un cavallo era bianco con macchie rosse nella schiena, che a volte volava fuori dal lago, un’ animale simile a Pegaso, che si riteneva portatore di fortuna.

Secondo un altro racconto, il 24 ottobre 1991, un uomo di nome Zhang Yuxiang, mentre pescava sul lago vide, assieme ad altri testimoni, un disco luminoso uscire dal lago e svanire guizzando verso il cielo, sballottando la loro barca con onde improvvise.

Lago Fuxian

Potrebbe esserci un fondo di verità nella storia delle fate e del disco luminoso? Recenti indagini confermano che, sommerso nel lago, giace ben più che un fondo di verità e potrebbe esistere un’interpretazione comune.
Geng Wei, un subacqueo specializzato, scoprì già alcuni anni fa, materiali lapidei, tra cui lastre di pietra coperte da uno strato di muschio. Geng scrisse una relazione di notifica ufficiale agli esperti della provincia per segnalare le sue scoperte.

Nel Giugno del 2006 il centro di ricerche sottomarine prodiving.cn e l’ Ong-laboratorio K, contattarono archeologi esperti in archeologia subaquea.
Infatti secondo i loro strumenti sonar e le loro analisi topo metriche sul fondo del lago Fuxian ad un’ altitudine di 1.700 sopra il livello del mare; nella provincia di Yunnan alle coordinate 24°34’N,102°54’E, vi si troverebbe una città sommersa.

Le tracce di costruzione si estendono su un’area molto vasta: blocchi simili a quelli rinvenuti nella piana di Giza sono sparsi sul fondo. L’uso di rivelatori avanzati, sonar e sofisticate apparecchiature (necessarie per via della profondità a cui si troverebbero la maggior parte delle rovine) ha evidenziato come le pietre formino delle mura.

Il lago Fuxian è profondo 157 metri, si trova tra le contee di Jiangchuan, Huaning e Chengjiang nel distretto di Yunnan, a 65 chilometri da Kunming.
Date le basse temperature del lago, la prima missione è stata organizzata solo successivamente. Il subacqueo esperto Geng Wei, durante un’ immersione rinvenne delle lastre di pietra, alcune di esse ricoperte di muschio. Geng Wei si rese conto che dovevano trovarsi lì da un tempo remoto, ma quale era la loro origine? Gli abitanti delle zone limitrofi, raccontano che nelle giornate di bel tempo è visibile la sagoma di una città, nel fondo del lago. Il subaqueo s’immerse per 38 volte, nel lago Fuxian per studiare i resti della città, e compilando una relazione ufficiale per gli esperti di Yunnan

Il team di archeologi cinesi, rinvennero numerosi blocchi, sul fondo del lago Fuxian, ed un muro chiaramente visibile attraverso l’uso di uno schermo sonar. Nonostante la vastità del lago, le tracce erano rinvenibili ovunque tracce di antiche costruzioni, l’ ampiezza della città sommersa è di 2,4-2,7 chilometri quadrati.

I risultati sono stati presentati da Leonid Gav e Yevgeny Spiridonov, organizzatori del progetto. La scoperta principale riguarda una piramide alta oltre 40 metri con caratteristiche archittetoniche Maya. Si tratta di una delle più antiche piramidi inesplorate.

“La parte superiore di una delle tre piramidi esaminate si trova ad una profondità di circa 54 metri, e la più bassa a 97 m. Le immagini mostrano blocchi di pietra con figure visibili, simili ad orecchie umane. L’età molto approssimativa delle costruzioni può essere al periodo 5000–13000 a.C. E’ stato per ora studiato solo l’uno per cento della superficie del lago.”

La città ora sommersa non è menzionata negli antichi documenti cinesi, l’ unica città citata la città di Yalunvan era costruita in argilla e legno, come le altre strutture megalitiche, molto diversa dalla città rinvenuta nel fondo del lago.
Per alcuni studiosi, la città scoperta altro non è che l ‘ antica yuyuan, città che scomparve, molto tempo fa.

Ricordiamo che non è l’unico caso: altre rovine sommerse con le stesse caratteristiche sono state ritrovate in Giappone (Yonaguni) e nell’Oceano Atlantico. Essendo situate a profondità simili sono la prova che un grande fenomeno è avvenuto sulla Terra, tale da inabissare città possenti in epoche in cui l’uomo non aveva ancora iniziato a scrivere la sua storia. Epoche in cui forse Atlantide era solo la capitale di un regno esteso su tutta la Terra. Rimane una sola domanda: qual è l’origine di questa civiltà?

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline