Scoperta scioccante dei ricercatori sotto le teste dell'Isola di Pasqua!

24 Commenti
img20-02-1
C’è molto di più da vedere, sull’Isola di Pasqua, delle famose teste che tutti conosciamo. A quanto sembra le sculture hanno dei corpi sepolti sotto il livello delle terra. Sebbene la scoperta sia diventata di dominio pubblico soltanto da poco, gli archeologi lo sanno da più di un secolo.
L’Isola di Pasqua, situata circa 200 miglia a largo della costa del Cile, è l’isola più remota e “isolata” al al mondo. Le famose statue, chiamate anche “moai” furono scolpite nella roccia vulcanica tra il 1250 e il 1500 dC dai Polinesiani che abitavano l’isola in quell’epoca.
article-2149846-134a7877000005dc-752_634x474
La statua più alta raggiunge i 10 metri e pesa 82 tonnellate. Si crede rappresentino gli avi degli indigeni che le hanno costruite e che il loro scopo fosse quello di portare fortuna e prosperità dove posasse il loro sguardo. Sono ricoperte da scritture indecifrabili chiamati “petroglifici”. Un team di studio che ha documentato gli scavi sulle famose statue, ha lavorato per preservare la roccia che era coperta sotto terra. Ecco le immagini!
article-0-134a21d3000005dc-603_634x937

easter-island-body1

article-0-134a21c1000005dc-727_634x885

Isola di Pasqua

statue1

 

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

24 Commenti su questo post

  1. In tanti anni non hanno mai pensato di adare a scavare sotto le teste!!!!???

  2. e’ una vita che si sa…….

  3. Si, è proprio scioccante.

  4. Felice says:

    magari adesso le spaccano e dentro ci trovano corpi mummificati ad altezza statua

  5. Ma fermi e boni non ce sapete sta’ ??

  6. Che ci sarà mai di scioccante. È una bella scoperta ma non scioccante

  7. e poi è da mò …..

  8. Alma Pagleri says:

    Mi sfugge il senso di questo tipo di ricerche…

  9. Che meraviglia!

  10. Che meraviglia!

  11. Non è così scioccante dai…

  12. Guarda caso nessuno lo scrive in pubblica.Sempre così succede in questo genere di post.Una decina di commenti senza che nessuno sveli cosa ci sia scritto nell’articolo. …..guarda caso eh….sarà mica un inciucio? Nooooo

  13. Gabriella says:

    La cosa che lascia attoniti è riuscire a capire il senso di questa operazione….
    Perchè scolpire statue enormi e sicuramente assai difficili da trasportare, per poi seppellirle nella terra??

  14. Bryan Minini says:

    Scusa…leggitelo da solo cosa c’e’ scritto nell’articolo,no?e comunque niente di sconvolgente…sotto le teste,ricoperti dalla terra x preservarli,ci sono i corpi delle statue…tutto qui.baby

  15. Ah ma non era una trollata da internet?

  16. Beh, effettivamente era più scioccante se c’erano veramente solo le teste…

  17. e sembra essere una scoperta di 20 anni fa…

  18. Laura says:

    Non capisco perché si sa solo ora, se é da un secolo che gli archeologici ne sono a conoscenza, cosa c’era da nascondere? A me intrigano le scritte indecifrabili..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline