Semi di lino OGM non autorizzati ritrovati in più di 30 Paesi

Nessun Commento

semi-di-lino-ogm

E’ stata identificata una varietà da tempo abbandonata di lino OGM noto come FP967 in almeno 30 paesi in tutto il mondo nel corso degli ultimi anni. Il GM Contamination Register spiega che le prime scoperte di FP967 non approvato sono arrivate ​​in Germania verso la fine del 2009. Da quel momento, lo stesso lino OGM illegale è stato trovato in Austria, Romania, Svezia, Cipro, Finlandia, Italia, Lussemburgo, Slovenia, Francia, Grecia e Svizzera, per non parlare di decine di altri paesi per lo più europei.

Alla fine del 1980, il Crop Development Centre a Saskatoon, Saskatchewan, finanziato con fondi pubblici, sviluppò il FP967, che fu in seguito ribattezzat Triffid, appositamente per il mercato commerciale. Il “Frankencrop” è stato successivamente autorizzato alla fine del 1990 ad uso commerciale, sia in Canada che negli Stati Uniti, questo fino a quando le preoccupazioni circa la sicurezza del raccolto, da parte del mercato europeo, impedirono l’esportazione del Triffid, mai effettivamente prodotto e venduto per la produzione commerciale.

Nel 2001, il Triffid è stato ufficialmente cancellato dal registro degli OGM “legali”, e si credeva tutte le scorte conosciute del seme fossero state individuate e distrutte. Ma così non è stato. Il Triffid è è stato ritrovato in uno stock di semi di lino oltre un decennio più tardi, e ciò mette in discussione l’integrità di tutta la fornitura globale di lino.

Questo per dimostrare che, una volta rilasciato, gli OGM diventano incontrollabili. “Non c’è coesistenza pacifica tra agricoltura OGM e biologica”, ha detto Ernie Hoffert, direttore di Reimers Seed Co., che fornisce i semi di lino biologico per gli agricoltori. “Le imprese biotech dicono che stanno salvando l’agricoltura, ma esse in realtà causano problemi enormi all’economia ed ai mercati locali.”

Le dichiarazioni di Hoffert si sono dimostrate vere grazie a quanto accaduto con il lino OGM, che ha contaminato anche l’Europa circa tre anni dopo.

Ecco perchè è importante prendere consapevolezza dei danni legati alla nostra salute ed all’ambiente che gli OGM possono causare, poichè come si è visto, questi semi una volta prodotti ed immessi sul mercato diventano incontrollabili e nessuno Stato è al sicuro, essi finiscono per generare una contaminazione globale.
Il caso del lino OGM non è l’unico episodio di contaminazione “accidentale”, altri esempi li potete trovare scaricando l’eBook gratuito“DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici”.
Per il Download Gratuito Clicca qui

Tratto da http://laviadiuscita.net/semi-di-lino-ogm-non-autorizzati-ritrovati-in-piu-di-30-paesi/

Fonti

http://www.gmcontaminationregister.org/index.php?content=nw_detail1

http://www.non-gmoreport.com/articles/sept06/flax_seed.php

http://www.cban.ca

http://www.naturalnews.com/040924_GM_flax_GMO_contamination_flaxseed.html#ixzz2XCs3mibk

Per approfondire https://www.dionidream.com/category/ogm/

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline