Silicio Organico

Il silicio nella sua forma più semplice, è un metalloide che si presenta di colore blu-grigio, fragile e di lucentezza metallica. Trattandosi di un semiconduttore intrinseco, la relativa conducibilità termica ed elettrica varia in funzione della temperatura così come della presenza di impurità contenute nei cristalli del minerale.  Rappresenta l’elemento più abbondante presente sulla crosta terrestre dopo l’ossigeno, sebbene difficilmente si trovi nel suo stato elementare: generalmente è infatti combinato soprattutto sotto forma di silice e di silicati, rientrando nella composizione di una notevole quantità di rocce eruttive, metamorfiche e sedimentarie. Il silicio organico reso biodisponibile in natura da specie botaniche quali l’equiseto è noto per le spiccate proprietà rigeneranti e rimineralizzanti e, sebbene non sia concentrato in nessun organo in particolare nel corpo umano, è presente principalmente nei tessuti e organi connettivi.

Il silicio organico è fondamentale in numerosi processi vitali, nella crescita e soprattutto nella bioelettricità del nostro organismo. Gli esseri viventi con carenza di silicio invecchiano e si ammalano più velocemente e sono più soggetti ad aterosclerosi, osteoporosi, disturbi della pelle e problemi alle cartilagini. Il silicio organico aiuta a rafforzare i tessuti connettivi e le ossa, i capelli e la pelle diventano più forti e lucenti, e migliora l’energia vitale del corpo. Migliora anche l’assorbimento della vitamina D.

In natura esistono due tipologie di silicio: il silicio minerale e il silicio organico. Il silicio minerale costituisce il 27% della crosta terrestre. Il silicio organico è diverso da quello minerale per la presenza di uno o più atomi di carbonio associati all’idrogeno, e lo si trova nel nostro corpo all’interno di tessuti, cartilagini, timo, fegato, milza, pancreas, delle pareti vascolari e delle ghiandole surrenali. L’essere umano nasce con un quantitativo di silicio organico pari a 250 milligrammi che pian piano con l’invecchiamento si riduce fino all’80%. Questo processo avviene più velocemente nelle donne che negli uomini, per questo il sesso femminile in età avanzata ha più problemi di perdita di capelli, fratture ed osteoporosi. Inoltre l’alimentazione gioca un ruolo parziale: da una parte la nostra dieta è sempre più povera di alimenti contenenti silicio, dall’altra l’assimilazione di silicio assunto tramite il cibo è molto scarsa. La capacità delle nostre cellule di poter produrre direttamente silicio organico altamente biodisponibile è stata un’importante scoperta per quanto riguarda i meccanismi di autoguarigione da parte del nostro organismo.

La scoperta del silicio organico

Il ricercatore francese Loïc Le Ribault, scoprì “casualmente” le capacità terapeutiche del silicio organico naturale nel 1975 mentre effettuava degli studi sui granelli di cristalli di quarzo, utilizzando un microscopio elettronico a scansione che permette di ingrandire fino a 100.000 volte l’oggetto studiato. Scoprì che alcuni cristalli di quarzo sulla loro superficie hanno una pellicola di silicio solubile in acqua e anche alcuni microrganismi. Ideò quindi un procedimento che permetteva di raccogliere i depositi di silicio formatisi grazie all’azione di questi microrganismi. Dimostrò ulteriormente che le soluzioni così ottenute contenevano una percentuale molto importante di silicio organico. Fu a questo punto che scoprì casualmente l’efficacia terapeutica di questo componente. Le Ribault all’epoca, fu colpito da una particolare forma psoriasi alle mani che egli stesso considerava incurabile. Un giorno mescolò con la mano destra una soluzione per i suoi esperimenti molto ricca di silicio organico e con stupore due giorni dopo vide che la sua mano era completamente guarita. Da allora cominciò a interessarsi all’efficacia del silicio organico nel trattamento di diverse patologie in collaborazione con diversi medici. Con grande sorpresa constatò che i pazienti trattati ottenevano risultati a dir poco miracolosi in pochi giorni. Migliaia di persone si rivolsero a lui per assumere questo prodotto ottenendo sempre notevoli risultati e fu quello l’inizio della produzione del Silicio Organico G5, il nome che scelse per il suo prodotto. Loïc Le Ribault è autore di 11 libri, di 50 studi scientifici pubblicati e ha tenuto più di 300 conferenze in tutto il mondo. Ha studiato la biologia del silicio organicoper oltre 30 anni e ha brevettato decine di innovazioni scientifiche. Nonostante Loïc Le Ribault sia stato ostacolato in tutti i modi dalle autorità, il suo prodotto è oggi trai i più venduti al mondo e sono numerose le aziende che cercano di imitarne la formulazione originale.

Silicio organico caratteristiche

Il silicio organico, detto anche silice organica è un minerale utile e necessario a garantire il benessere dell’organismo: articolazioni, ossa, capelli, unghie necessitano di un apporto costante di silicio per mantenersi forti, integre e nelle migliori condizioni. Nel corpo umano il silicio è presente sia in forma organica sia inorganica, come silicato: il silicio organico è presente nelle strutture connettivali, tendini, pelle, arterie, ossa. L’alimentazione è spesso carente di nutrienti ed è questo il caso in cui è opportuno ricorrere ad integratori a base di silicio: anche l’avanzare dell’età genera la necessità di integrare tale elemento sebbene a livello scientifico non sia ancora stato stabilito un parametro. Nello specifico, le situazioni è necessario incrementare l’apporto giornaliero di silicio organico sono:

  • In caso di fratture, un’integrazione di silicio organico aiuta ad accelerare i tempi di rinsaldamento date le proprietà remineralizzanti, aiutando a fissare calcio, magnesio e fosforo.
  • Il silicio organico è indispensabile per la qualità del collagene del sistema connettivale, per garantire cioè l’elasticità della pelle e la resistenza di capelli, unghie e denti.
  • Aiuta infine a mantenere integre e particolarmente elastiche anche le pareti dei vasi sanguigni così come i tessuti polmonari, rappresentando un valido coadiuvante nella prevenzione di disturbi cardiocircolatori.

Silicio organico proprietà

Il silicio organico è in grado di stimolare il metabolismo del calcio, favorire la formazione del collagene e fortificare le ossa così come i tessuti connettivi. Si rivela inoltre particolarmente utile in caso di demineralizzazione, decalcificazione ossea e osteoporosi, previene l’invecchiamento delle cellule e promuove l’elasticità dei vasi sanguigni. Ampiamente utilizzato anche nel trattamento dell’ipertensione, delle malattie cardiovascolari e dell’aterosclerosi, contrasta l’atonia cerebrale, la perdita di concentrazione, favorendo la memoria. Il silicio organico è inoltre in grado di stimolare il sistema immunitario, attenuare gli stati infiammatori rivelandosi un fedele alleato anche nella cura del raffreddore. Promuove l’attività dei linfonodi, della milza e dei polmoni, controlla e argina gli effetti tossici dell’alluminio e preserva efficacemente dal morbo di Alzheimer. La carenza di silicio può di contro provocare un ritardo nella crescita e nella ricomposizione delle fratture ossee, atrofia di numerosi organi, disturbi a carico della pelle, unghie, capelli, smagliature e perdita di elasticità dei tessuti. Non sono ad oggi noti effetti tossici, tranne in caso di inalazione: l’intossicazione da silicio è conosciuta col termine silicosi, una patologia respiratoria caratterizzata da un’eccessiva produzione di collagene nei polmoni.

Carenza di silicio effetti

Gli anziani sono tra i soggetti più bisognosi di silicio organico ma in generale tutti possono ottenere benefici da una regolare assunzione di questo prezioso minerale che ricarica l’energia bioelettrica delle cellule come vedremo più avanti. I disturbi che possono essere ricondotti ad una carenza di silicio sono:

Silicio organico benefici

  1. Ricarica l’energia bioelettrica delle cellule – Tutte le nostre cellule hanno un potenziale elettrico di membrana che regola le interazioni della cellula con l’ambiente circostante, ovvero l’assimilazione di nutrienti, il rilascio delle scorie e la replicazione cellulare. Quando è in atto una malattia o una debolezza dell’organismo, si osserva che è collegato ad una perdita di questa bioelettricità. Sempre più scienziati e medici stanno studiando questo campo ancora poco esplorato, un esempio è il Dr. Jerry Tennant autore di “Healing is the Voltage” (tradotto “La guarigione è il Potenziale elettrico”) che espone lo stato attuale della ricerca sulla bioelettricità. La cosa interessante è che il silicio organico è aiuta a ricaricare questa energia bioelettrica delle cellule. La molecola di silicio organico è infatti altamente carica di ioni positivi e negativi instabili in cui sono gli amminoacidi che permettono la stabilità complessiva della cellula e la sua elevata biodisponibilità. Il silicio organico entra nella cellula, ristabilisce il corretto potenziale elettrico di membrana e ristabilisce l’integrità della cellula stessa che sarà quindi ora in grado di assorbire più nutrienti, espellere le tossine, fronteggiare gli aggressori e replicarsi in modo corretto (evitando così le mutazioni che danno origine alle cellule cancerose).
  2. Mineralizza le ossa – Il silicio organico favorisce il rafforzamento delle ossa agendo su numerosi meccanismi tra cui la sintesi e il fissaggio del collagenee la mineralizzazione della matrice ossea. Non c’è alcun dubbio che il silicio organico abbia un ruolo altamente benefico nella formazione dell’osso e nella salute delle ossa stesse. Da numerosi studi scientifici svolti negli ultimi 30 anni è emerso il ruolo fondamentale del silicio nelle ossa e nei tessuti connettivi. Il silicio organico favorisce anche la fissazione del calcio nelle ossa aumentandone la densità, migliorandone la flessibilità grazie all’aumento del collagene disponibile. È stato osservato che aumenta anche il tasso di guarigione delle dislocazioni e fratture ossee. È necessario inoltre per il mantenimento della salute scheletrica e dei dischi intervertebrali al pari della glucosamina.
  3. Capelli sottili ed alopecia – Il silicio è contenuto nei capelli, e quindi quando ne abbiamo quantità ridotte, i nostri capelli diventano più sottili e tendono a cadere oltre a perdere volume. Per questo l’assunzione di silicio organico è indicata per avere capelli più sani, più voluminosi e più forti, contrastando l’alopecia o il diradamento dei capelli stessi.
  4. Cura della pelle, rughe, pelle flaccida – Il silicio organico impedisce alla pelle di diventare flaccida e ripristinandone il naturale splendore. Questo avviene grazie all’attivazione del collagene che rappresenta il principale componente strutturale della matrice extracellulare del derma. Il silicio protegge anche dallo stress ossidativo dei raggi solari che causa l’invecchiamento della pelle, aiutando quindi a mantenere una pelle giovane.
  5. Artrosi e dolori articolari – Uno studio clinico su un gruppo di persone di più di cinquant’anni affetti da artrosi ha dimostrato che l’assunzione per 6 settimane del Silicio G5 Siliplant insieme all’applicazione del Gel di Silicio G5 per applicazione esterna ha ridotto in maniera significativa l’intensità dei dolori alle articolazioni. Il 77% dei partecipanti ha rilevato una diminuzione dei dolori articolari alla fine delle sei settimane di assunzione del Silicio G5 Siliplant e dell’utilizzo del gel sulle parti colpite da artrosi e artrite. L’87% dei partecipanti alla fine del trattamento ha potuto notare un incremento dell’elasticità dei movimenti delle articolazioni. L’83,3% dei partecipanti ha dichiarato di sperimentare un benessere generale e di conseguenza una migliore qualità di vita. Il 13,3% dei pazienti ha notato un miglioramento sin dalla prima applicazione e il 57% ha rilevato questo miglioramento solo dopo una settimana di utilizzo del gel e del silicio organico liquido G5 da bere. Il 50% delle persone affette da artrite al collo e alla spalla e il 50% di quelle affette da artrite al ginocchio ha notato una scomparsa totale del dolore articolare nel corso dello studio. Nell’insieme un terzo dei soggetti ha dichiarato di non soffrire più di nessun dolore alla fine delle 6 settimane dello studio clinico. Inoltre tutte le persone hanno avuto un significativo miglioramento della qualità del sonno.
  6. Cellulite – Uno studio svolto da Silicium España Laboratorios (unica azienda autorizzata alla produzione del Silicio Organico G5 formulazione Dr. Loïc Le Ribault) in collaborazione con l’Institut d’Expertise Clinique, ha coinvolto 50 donne che hanno applicato per quattro settimane il gel di silicio organico G5 su cosce e glutei. I risultati hanno dimostrato una diminuzione dell’irregolarità cutanea dovuta alla cellulite e un netto miglioramento del tono cutaneo. Il gel di silicio organico agisce sulla cellulite in 4 livelli: Azione antiossidante: il gel contrasta l’effetto di invecchiamento precoce della pelle dovuto ai radicali liberi. Azione antiglicante: il gel G5 blocca gli zuccheri e inibisce il fissaggio sulle proteine del collagene, diminuendo così la sua rigidità che è la causa della pelle a buccia d’arancia. Il gel stimola inoltre la sintesi del collagene e per questo rallenta il processo di invecchiamento della pelle e la rigenera rendendola elastica. Azione drenante: Il gel G5 aumenta la resistenza dei capillari, riduce la loro permeabilità e attiva la circolazione favorendo così il drenaggio delle sostanze tossiche e dei liquidi in eccesso. Azione rassodante sul tessuto connettivo: il gel G5 stimola la sintesi del collagene, elemento primario della pelle, favorendo così un’azione rassodante.
  7. Tossine e metalli pesanti – Ormai numerosi studi hanno accertato che quantità elevate di alluminio si trovano nelle lesioni cerebrali dei pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer. Pochi sanno che il silicio attrae e si lega alle particelle di alluminio impedendone l’assorbimento e riducendo l’intossicazione da alluminio. Il silicio organico agisce anche su altri metalli pesanti come mercurio, piombo e cadmio grazie alla sua capacità di intervenire sull’equilibrio elettrico dei tessuti e di attrarre a sé i cationi (molecole ad azione ossidante come i metalli pesanti, tossine e radicali liberi). Il silicio organico riduce l’assorbimento intestinale di queste sostanze fortemente tossiche favorendone l’eliminazione per via urinaria e riduce anche la concentrazione dei metalli accumulati nei tessuti cerebrali e nervosi.
  8. Rafforza le unghie fragili – Un effetto marcato che si nota già dalle prime assunzioni di silicio organico è che le unghie diventano molto più forti. Questo perché le unghie sono ricche di silicio e quindi se abbiamo una carenza tendono ad indebolirsi. Inoltre il silicio organico protegge le unghie dalle infezioni fungine.
  9. Previene l’aterosclerosi – Il silicio organico aiuta a ridurre la formazione della placca arteriosa e rafforza i vasi sanguigni contribuendo a contrastare il rischio di varie malattie cardiovascolari, tra cui l’aterosclerosi, infarti e ictus. Con l’invecchiamento il silicio scompare dall’aorta, il vaso sanguigno chiave del cuore, indebolendo così il suo tessuto connettivo critico e causando un maggiore rischio cardiaco. Per questo può essere molta benefica l’assunzione di silicio organico.
  10. Agisce sul sistema immunitario e sul sistema linfatico – Il silicio organico svolge un ruolo importante sul sistema immunitario e sulla risposta biologica agli aggressori esterni poiché contribuisce al processo di produzione di anticorpi antigeni e favorisce la conversione di linfociti B in linfociti T. Inoltre riduce il gonfiore e le tossine grazie alla sua azione benefica sul sistema linfatico, sui linfonodi e sulla milza.

Migliore fonte di silicio organico e assorbimento dal cibo

Nel 2005, Loïc Le Ribault, ha fornito ai Laboratori Silicium España, i brevetti originali e tutti i procedimenti per ottenere un silicio adatto alla biologia dell’organismo umano, cioè un silicio solubile e organico con una struttura molecolare specifica che lo rende così efficace. Questo prodotto è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo come Silicio G5. Insieme ai metodi di preparazione Le Ribault ha inoltre fornito le metodologie necessarie per testare il contenuto delle molecole attive di ogni lotto di prodotto che viene preparato. Si tratta di una speciale risonanza magnetica nucleare ‘RMN’ che può determinare il tipo esatto di molecole presenti nel Silicio G5 e assicurarne così l’efficacia. In commercio esistono oramai molti integratori a base di silicio organico in farmacia e, allo stesso anche tentativi di imitazione del Silicio G5 Loic Le Ribault (LLR). Il Silicio G5 ha una formulazione unica che lo rende interamente assimilabile dalle cellule, completamente naturale, senza conservanti, né alcuna tossicità.

Silicio organico nel cibo

Il silicio è presente anche nel cibo, preferibilmente in alimenti vegetali ed in particolare in: bambù, ortica,equiseto, fagiolini, banane, birra e cereali integrali. L’assorbimento del silicio tramite il cibo è ad oggi ancora molto dibattuto e negli ultimi anni sono stati condotti diversi studi per valutarlo. È stato osservato che solo una piccola parte del silicio contenuto nel cibo viene assimilata. Per questo motivo, sebbene la dieta sia sicuramente un ottimo punto di partenza, è importante l’integrazione di silicio organico per assicurarsi delle dosi consistenti di silicio che possano migliorare il nostro livello di benessere.

Silicio organico controindicazioni

Il silicio organico G5 è considerato altamente sicuro per anziani, bambini e donne in gravidanza e allattamento. Si consiglia di assumerlo ad almeno un’ora circa di distanza dai farmaci per garantirne la migliore assimilazione ed evitare eventuali interferenze. Il fabbisogno giornaliero di silicio organico si aggira intorno ai 20 e i 50 mg, quantità che viene generalmente assunta mediante la semplice alimentazione quotidiana.

Come utilizzare il silicio organico

Il silicio organico G5 è disponibile in due forme: liquido per uso interno e gel per uso esterno.

  • Silicio Organico Liquido – È opportuno, prima di ingerire il liquido, tenerlo in bocca per circa un minuto per favorirne l’assorbimento, e assumerlo a stomaco vuoto (o almeno 20 minuti prima o un’ora e mezza dopo i pasti). La posologia consigliata è di 15 ml due volte al giorno. A partire dalla seconda settimana di assunzione è possibile incrementare la posologia sino a 60-80 ml totali giornalieri (suddivise in due-tre assunzioni giornaliere), in funzione della problematica da trattare. Poiché il Silicio G5 Siliplant non contiene conservanti chimici, essendo costituito completamente da ingredienti naturali e biologici, una volta aperta la bottiglia, si conserva per un mese senza la necessità di metterla in frigorifero (custodendolo in frigo la confezione dura sei mesi). Consumando il silicio nella dose standard giornaliera di 30 ml, la bottiglia ha la durata di 33 giorni. Può essere applicato anche per uso esterno. Per rinforzare i capelli è necessario spruzzare il G5 liquido su tutta la testa e massaggiare il cuoio capelluto: lasciare asciugare senza risciacquo. D’estate spruzzare il G5 liquido su tutto il corpo è rinfrescante e molto idratante.
  • Silicio Organico in Gel – Applicare direttamente sulla zona da trattare, che sia un dolore articolare o un problema della cute. Ideale anche per gli sportivi. Stimola la formazione del tessuto connettivo; eccellente penetrazione e rapidità d’azione. Spalmare 3-4 volte al giorno (di piú se e necessario) uno strato sottile di gel sulla pelle, poi aspettare 5 minuti circa senza più toccare e in seguito massaggiare leggermente finché il rimanente gel sia penetrato completamente. Per una maggior efficacia è possibile applicare una quantità più grande di gel direttamente sulla zona interessata avvolta con una pellicola da cucina. In questa maniera si evita che il prodotto si secchi e se ne prolunga l’efficacia, anche per ore.

Il Silicio Organico G5 originale formulazione Le Ribault si trova in Italia su www.biosairam.it Di seguito alcuni prodotti consigliati dal loro sito.

silicio organico G5 acquista
silicio organico G5 gel acquista
silicio organico G5 gel 500 acquista
silicio organico G5 pack acquista
silicio organico G5 gel pack acquista
silicio organico G5 gel 500 pack acquista

Applicazioni del silicio organico. Esempi di trattamenti

  • Stanchezza, nervosismo, mancanza di appetito, insonnia, disturbi della memoria, menopausa, depressione: assunzione del liquido
  • Artrosi, artrite, reumatismi, osteoporosi, dolori articolari, decalcificazione, morbo di Dupuytren, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, Alzheimer: utilizzare il liquido + impacchi sulla zona dolente o applicazione del gel
  • Sinusite: liquido + inalazione e applicazione del gel
  • Acne, eczema, herpes, vitiligine, psoriasi, micosi, fuoco di sant’Antonio: liquido + spruzzature, impacchi o applicazioni del gel
  • Allergie oculari, cataratta, glaucoma, cheratite, invecchiamento oculare: preparare delle compresse imbevute di liquido e tenerle sugli occhi per almeno 15 minuti
  • Problemi cardiovascolari, emorroidi, gambe pesanti, varici, ecc. : liquido + gel
  • Cefalea, emicrania: liquido + applicazione del gel sulla parte dolente
  • Colesterolo, ipertensioni e ipotensioni, problemi digestivi o intestinali: liquido
  • Epatite e cirrosi: liquido + impacchi o applicazioni del gel sul fegato. Alla prima assunzione del G5 si può avvertire la zona del fegato più o meno dolente. Non c’è da preoccuparsi, questo segno dimostra che il G5 sta lavorando. Eventualmente è possibile diminuirne il dosaggio.
  • Diabete: liquido + impacchi o applicazioni del gel sul pancreas
  • Tiroide: liquido + applicazioni del gel sulla gola
  • Allergie: liquido + impacchi o applicazioni del gel sulle parti da trattare
  • Affezioni respiratorie, asma: liquido + impacchi o applicazioni del gel sul petto e sul dorso
  • Scottature, edemi, tendinite: impacchi o applicazioni con il gel
  • Cancro: liquido + gel. L’utilizzo del silicio nel trattamento di ogni tipo di cancro ha portato anche ad una maggior tolleranza delle cure chemioterapiche e radioterapiche
  • Aids: liquido + impacchi locali o applicazioni di gel

Aggiornato al 27 Gennaio 2020

Riferimenti Scientifici

– Lidiane Advincula de Araújo et al. Use of silicon for skin and hair care: an approach of chemical forms available and efficacy. An Bras Dermatol. 2016 May-Jun; 91(3): 331–335.
– R. JUGDAOHSINGH. SILICON AND BONE HEALTH. J Nutr Health Aging. 2007 Mar-Apr; 11(2): 99–110.
– Jugdaohsingh R et al. Dietary silicon intake and absorption. Am J Clin Nutr. 2002 May;75(5):887-93.
– Supannee Sripanyakorn et al. The comparative absorption of silicon from different foods and food supplements. Br J Nutr. 2009 Sep; 102(6): 825–834.
– The Organic and OrthoMolecular Silicium. L.a.m.o.u.r. Osmora Inc.
– Evaluation d’un complément diététique sur les douleurs articulaires avec ajout d’un gel, rapport final, SILAIE number PEC11012. Edited by BC, MERIEUX NUTRISCIENCE under the direction of Béatrice Housez, Nutrition and Health specialist and Matthieu Pichelin, Clinical Project Manager.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni