Sintomi e Rimedi per il Sistema Linfatico pigro e intasato

5 Commenti

sistema linfatico 2

Il sistema linfatico è un sistema circolatorio vitale basato su una complessa rete di nodi, dotti e ghiandole come il timo, la milza e le tonsille. E’ un sistema pieno di liquido, necessario per

  • lavare e pulire le nostre cellule
  • eliminare gli scarti cellulari
  • trasportare il sistema immunitario dove c’è bisogno
  • drena le endotossine e i virus e cellule morte verso gli organi escretori affinché vengano espulsi dal corpo
  • provvede anche a tutte le tossine che vengono da fonti esterne (cibo sbagliato, farmaci e inquinamento ambientale)

Il sistema linfatico è importante anche per purificare il sangue, attraverso la più grande massa di tessuto linfatico presente nel corpo: la milza; essa è specializzata nel distruggere i globuli rossi logori e nella gestione del delicato equilibrio tra i globuli rossi e quelli bianchi. Il rinnovamento del sangue si gioca infatti tra la milza e il cuore.

Se fino a oggi l’attenzione della medicina era stata catturata dal sistema vascolare del sangue, oggi sempre più studi mostrano quanto sia importante un sistema linfatico sano per prevenire le malattie e soprattutto per guarire.

Stare seduti tutto il giorno, mangiare cibi troppo salati (patatine, salumi, frutta secca, ecc), non bere 2 litri d’acqua al giorno, indossare indumenti stretti sono i comportamenti molto diffusi che bloccano il sistema linfatico.

Il sistema linfatico si può paragonare ad un canale di scolo. Quando c’è un’ostruzione in uno dei tubi di casa, dal lavandino si percepisce un odore sgradevole. Qui l’accumulo di particelle come capelli e cibo diventano terreno fertile per i batteri. Per questo, è buona abitudine mantenere le tubature regolarmente pulite. Lo stesso si dovrebbe fare con il sistema linfatico.

Un sistema linfatico congestionato può portare a gravi malattie perché il sistema immunitario non può funzionare correttamente e quindi virus, batteri e cellule cancerogene prendono il sopravvento. Un ostacolo lungo gli “scarichi” linfatici può portare ad un accumulo di queste sostanze dannose e l’insorgenza di sintomi fastidiosi. Se questi sintomi non vengono compresi possono sorgere malattie gravi.

18 Sintomi di un Sistema Linfatico pigro e intasato

E’ molto comune avere un sistema linfatico non funzionante e infatti è una delle principali cause di malattia, perché appunto il sistema immunitario non arriva dove dovrebbe e gli scarti e tossine non vengono espulsi dal corpo. Ecc i principali sintomi che indicando che il tuo sistema funzionante va ripulito:

  • Sovrappeso
  • Cellulite
  • Depositi di grasso
  • Ritenzione idrica
  • Edemi
  • Fatica cronica, sclerosi multipla, fibromialgia, lupus o altre malattie croniche del sistema immunitario
  • Cisti e noduli
  • Cambiamento di peso veloce con le diete
  • Gonfiore addominale
  • Borse sotto gli occhi
  • Tosse secca con emissione di muco giallastro e vischioso
  • Stitichezza
  • Infiammazioni e/o reumatismi
  • Dolori e disagi indefiniti
  • Stanchezza diffusa
  • Disturbi alla pelle (eczema, psoriasi, macchie)
  • Mal di testa
  • Estremità fredde (mani e piedi)

10 Rimedi Naturali per Attivare e Ripulire il Sistema Linfatico

  1. Attività fisica.  Le contrazioni e distensioni muscolari stimolano il flusso della linfa che quindi evita di ristagnare portando tutte le tossine negli organi addetti al loro smaltimento. Una camminata di almeno 40 minuti per 3 volte alla settimana sono una soluzione ottimale. Per chi proprio non riesce a muoversi c’è una soluzione casalinga e anche piacevole: ovvero usare un mini-trampolino molleggiante per saltare diventato famoso proprio per la sua efficacia nel stimolare il flusso linfatico e quindi la depurazione del corpo: basta saltare per 10-15 minuti ogni giorno al chiuso o all’aperto e la forza di gravità stimolerà la linfa. Un esercizio analogo leggermente più impegnativo è saltare con la corda.
  2. Bere tanta acqua.  Se bevi una quantità giornaliera di acqua insufficiente, le funzioni del tuo sistema linfatico rallenteranno dato che i fluidi non possono scorrere in maniera corretta senza abbastanza acqua. Per capire quanta acqua bere leggi l’articolo .12 Segni di disidratazione che non sono aver sete. Ecco perché è così importante riconoscerli
  3. Non indossare indumenti stretti. I reggiseni con il ferretto, ad esempio, spesso restringono inutilmente i vasi linfatici e aumentano il rischio di cancro al seno infatti attorno alla regione toracica i linfonodi sono altamente concentrati, per drenare il fluido dal petto, dalle braccia e dal petto. Evita analogamente biancheria, calzini, maglie e pantaloni che stringono i tessuti.
  4. Dieta sana. Consumare zucchero e farine raffinate crea muco nell’organismo e quindi rallenta il flusso della linfa. E’ necessaria una dieta ricca di antiossidanti e grassi sani, di frutta e verdura ricche di enzimi e clorofilla che contribuiscono a purificare il sangue e la linfa.
  5. Echinacea (Echinacea purpurea). Non solo l’echinacea è un erba che rafforza il sistema immunitario, ma si combina bene con l’astragalo diminuendo congestioni e gonfiori nel sistema linfatico. Si può fare un decotto con 2 cucchiaini di echinacea secca per ogni tazza di acqua. La si porta ad ebollizione e sobbollire per 15 minuti. Se ne beve 1 tazza, tre volte al giorno. Oppure 1 cucchiaino di tintura tre volte al giorno.
  6. Astragalo (Astragalus membranaceus). I cinesi hanno usato l’astragalo, che chiamano Huang Qi, per più di 2.000 anni. “Huang Qi” significa “che rinforza la forza vitale.” Oltre a rafforzare la forza vitale, l’astragalo è un ottimo detergente del sistema linfatico. Insieme all’echinacea, riduce la congestione del sistema e il gonfiore del corpo. L’astragalo è principalmente disponibile come una tintura, o in forma di capsule o compresse. Seguire la dose riportata sulla confezione.
  7. Attaccavesti (Galium aparine). Conosciuto principalmente come detergente del sangue e delle vie urinarie, l’attaccavesti migliora anche le funzioni del sistema linfatico e riduce la congestione e infiammazione nei tessuti. Questa erba migliora la capacità del sistema linfatico nell’affrontare le tossine. Per la tisana di attaccavesti metti 2-3 cucchiaini di erba essiccata (steli e foglie piccole) per ogni tazza di acqua. Bevine 1 tazza tre volte al giorno. In alternativa, utilizza da 1/2 a 1 cucchiaino di tintura di attaccavesti tre volte al giorno. Evita di utilizzarlo se hai il diabete o tendenza al diabete.
  8. Goldenseal (Hydrastis canadensis). Oltre ad avere proprietà antinfiammatorie, la goldenseal incrementa la pulizia linfatica. Utilizzane da 1/2 a 1 cucchiaino di erba essiccata per farne una tazza di infuso. Bevine 3 tazze al giorno o prendine da 1/2 a 1 cucchiaino di tintura tre volte al giorno. In particolare la Goldenseal, un’erba nativa americana usata dagli Indiani, è efficace ne casi di stitichezza cronica. 
  9. Baptisia tinctoria. Quest’erba distrugge diversi microrganismi “patogeni” nel corpo e pulisce il sistema linfatico, migliora il flusso della linfa e riduce il gonfiore dei linfonodi. Si può fare un decotto con 1/3 di cucchiaino di radice essiccata per ogni tazza d’acqua. Sobbollire per 15 minuti e bere 1 tazza tre volte al giorno. Oppure prendere da 1/4 a 1/2 cucchiaino di tintura tre volte al giorno. Non va presa in gravidanza o durante il periodo dell’allattamento.
  10. Massaggio linfodrenante Il massaggio linfodrenante è una particolare tipologia di massaggio che permette di migliorare il fluire della linfa nel corpo e di aiutarlo a liberarsi dalle tossine. I massaggi linfatici migliorano la funzione immunitaria e alleviano i sintomi di dolore e stanchezza cronica. Il massaggio del tessuto connettivo promuove il flusso e il drenaggio della linfa attraverso il corpo. I pazienti a cui è stato diagnosticato il cancro e coloro che stanno seguendo un trattamento chemioterapico, possono trovare grande giovamento dal massaggio linfatico. Alcuni studi hanno dimostrato che un massaggio leggero più rimettere in circolazione fino al 78% della linfa bloccata.
Corso Video di Automassaggio Drenante Linfatico
Curare cellulite, edemi e gonfiori,
raggiungere il benessere psicofisico
Echinacea Complex
Echinacea Complex da 350 mg
in confezione da 50 capsule

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. Purtroppo ignoriamo molto circa le parti del corpo e delle loro funzioni . Dovrebbe essere fondamentale nell’insegnamento scolare fin dall’infanzia. Un grande ringraziamento Dioni x l’ opera di divulgazione che svolgi.

    • Dionidream Dionidream says:

      Grazie Angela Corre <3

    • Marioliva Fineo says:

      Grazie per queste informazioni molto utili. Mi servirebbe sapere, cortesemente, se i rimedi naturali, e quindi quelli riportati dal numero 5 a 9, sono da assumerli tutti o ne scegliamo solo uno? Scelta in base a cosa?
      Attendo notizie, grazie
      Marioliva Fineo

      • dioni says:

        Ciao Mariaoliva, dipende dalle proprie necessità, possono essere integrati tutti o solo alcuni nel proprio stile di vita.

  2. Cinzia says:

    Qualsiasi tipo di massaggio e’ altamento sconsigliato a chi soffre di cancro perche’ lo diffonde nell’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline