Naso Tappato e Sinusite? Ecco il rimedio definitivo con Aceto di mele e Argento Colloidale

13 Commenti

aceto di mele argento sinusite

La sinusite e il naso costantemente tappato oggi sono problemi che riguardano la maggior parte della popolazione. La causa è dovuta quasi esclusivamente alla dieta. Vediamo quindi come risolverli con i giusti consigli alimentari e con una potente combinazione a base di aceto di mele e argento colloidale.

Uno studio della Mayo Clinic ha osservato un gruppo di 210 pazienti con sinusite cronica. Campioni di muco dalla cavità nasale di ciascuno di questi pazienti sono stati prelevati e studiati. Si è riscontrato che il 96% dei pazienti avevano la candida nel loro muco. Infatti la candida, un fungo che si diffonde nel corpo sotto particolari condizioni, è la principale causa di infiammazione nel corpo (e quindi di produzione di muco) tanto che addirittura se protratta nel tempo può causare il cancro come ha dimostrato uno studio pubblicato su Critical Reviews in Microbiology.

Perché la candida è così diffusa?

La ragione è la dieta ed in particolare

  • zucchero e dolcificanti (bianco, di canna, sciroppo di glucosio, fruttosio, ecc)
  • cibi a base di farine bianche (pane, pizza, pasta, snacks, ecc)

Come avrai notato questi sono i cibi più diffusi in assoluto e contenuti negli ingredienti di quasi tutti i prodotti industriali. Quindi non sorprendiamoci se quasi tutti hanno problemi di infiammazione ai seni nasali e naso tappato la maggior parte del tempo.

Come ripulire i seni nasali dal muco

  • Eliminare completamente dalla dieta i cibi responsabili della candida
  • Consumare integratori adatti a debellare la candida come descritto in I 20 sintomi della candida e come sconfiggerla definitivamente
  • Usare aceto di mele e argento colloidale

Fase #1 – Trattamento con Aceto di Mele

L’aceto di mele biologico è un potente mucolitico che ha anche un azione disinfettante e depurativa. Si mette 1-2 cucchiai di aceto in un bicchiere d’acqua e si beve, per quattro volte al giorno, nell’arco di una settimana sarà drenato il muco nel seno paranasale. In alcuni casi con il solo utilizzo di questo metodo ha ottimi risultati! Per chi è spesso fuori casa o vuole agire ancora più facile può fare così: bere una soluzione, durante l’arco della giornata, ottenuta mescolando ½ tazza di aceto di mele in circa 2 litri di acqua, per una settimana.

Dopo una settimana di drenaggio con aceto di mele si assicurerà la fuoriuscita di grandi quantità di muco e questa terapia servirà affinché i seni paranasali siano meno ostruiti dal muco.

Fase #2 – Trattamento con Argento Colloidale

In questa fase continuare a prendere l’aceto di mele come prima. L’argento colloidale è uno dei più potenti antibiotici naturali che esista, sembra infatti che nessun microbo o fungo riesce a sopravvivere a contatto con esso. Prendere una pipetta o siringa senza ago e succhiarci dentro una miscela fatta con mezza tazzina d’acqua e 10 gocce di argento colloidale (dose sufficiente per entrambe le narici): Spruzzare il contenuto nella narice, e volgere la testa all’indietro per non far uscire il liquido. Stare in questa posizione per due minuti e poi soffiarlo fuori. Ripetere l’operazione sull’altra narice. L’argento colloidale penetra nella mucosa disinfettandola completamente.  Si deve ripetere il trattamento due volte al giorno per una settimana.  Nemmeno le sinusiti più forti e vecchie di decenni possono resistere a questo trattamento.

Quando avrai messo in pratica questo trattamento di due settimane lascia la tua testimonianza! E’ molto probabile che già dopo pochi giorni noterai un enorme miglioramento!

Per scoprire altri usi di aceto di mele e argento leggi

Come l’aceto di mele può rigenerare la pelle da un eczema

Un cucchiaio di aceto di mele al giorno per 60 giorni può far scomparire tutti questi problemi

Fai scomparire l’artrosi con l’Aceto di Mele!

Tutti gli usi dell’Argento Colloidale

Argento colloidale? Non sono tutti uguali, ecco il più potente e senza effetti collaterali
Copyrighted.com Registered & Protected TGGY-R2EJ-FWG3-GMZC

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

13 Commenti su questo post

  1. Michele Puccio says:

    Grazie lo farò grazie sempre

  2. mario brivio says:

    si uso regolarmente l\aceto di mele….. il risultato al mattino pulendo la lingua con 1a paletta si stimola lo spurgo dal naso di muco in abbondanza ….a di x se il muco non è nocivo ma se si inpregna di virus e batteri assume 1 colore giallastro diventa 1 problema ,spurgando il muco regolarmente si evitano malattie e infezioni ecco xè è inportante spurgarlo regolarmente aldila del suo colore

  3. GAVINO says:

    Caro RICARDO dacci anche le controindicazioni io con acqua bicarbonato e limone mi sono sfondato i reni pur bevendolo solo al mattino appena alzato come diceva l’articolo

  4. Ale says:

    Ciao Dioni,
    come mai proponi l’aceto di mele Bragg ? E’ davvero migliore di altri prodotti simili non pastorizzati, ma fatti con mele italiane ? Tipo quello della Ki Group : http://www.macrolibrarsi.it/prodotti/__aceto-di-mele-biologico.php

    • dioni says:

      Ciao Ale, si perché contiene la madre dell’aceto ovvero milioni di probiotici, che gli altri non hanno.

  5. Maria Carmela says:

    Scusi Riccardo, ho fatto la miscela di mezza tazzina di acqua e 10 gocce di argento colloidale, ma è troppa per entrambe le narici e una volta dentro la narice, no non riesco a soffiarla, perché scende ,automaticamente, nel cavo orale! Mi può suggerire come fare per procedere correttamente. Grazie in anticipo!

    • dioni says:

      Ciao Maria, Puoi anche mettere le gocce dell’argento colloidale direttamente nel naso

  6. Maria Carmela says:

    Grazie mille per la tua disponibilità e gentilezza. Buona giornata

  7. Stefania Ravaziol says:

    Scusa ti chiedo è un bicchiere di acqua e aceto da bere in quattro volte al giorno o sono quattro bicchieri di acqua e aceto da bere quattro volte in un giorno? E sono 10 gocce di argento per narice o 5 e 5 ?…. grazie mille

    • dioni says:

      Ciao Stefania, sono 4 bicchieri con l’aceto di mele. Per l’argento colloidale sono 5 gocce per narice.

  8. ilenia says:

    Oggi è il primo giorno di aceto di mele ma mi fa acidità di stomaco (sono predisposta all’acidità). Devo continuare lo stesso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline