Slitta di 60 giorni la consegna dei reattori al plasma domestici prevista per Dicembre 2012

2 Commenti

0n

La Fondazione Keshe continua a perdere credibilità. Il 14 dicembre era stata prevista (vedi Tecnologia Keshe: Aggiornamenti sulla Conferenza del 21 Settembre) una conferenza di grandi proporzioni (si parlava di 4000 persone) in cui sarebbe stata mostrata al mondo la tecnologia keshe che sfrutta il Plasma e la forza Magrav (magnetico-gravitazionale) insieme a degli ospiti d’onore ovvero a degli astronauti che erano stati sulla Luna.

Questa conferenza non è mai avvenuta (vedi http://www.keshefoundation.org/en/events).

A dicembre sarebbe dovuta avvenire anche la consegna dei reattori al plasma domestici che si potevano prenotare previo acconto di 500€ e che avrebbero fornito l’energia necessaria ad un’utenza.

Questa consegna non è mai avvenuta (http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=2&t=4426)

Prima di riportare l’ultimo messaggio dell’ormai noto Ingegnere Iraniano, voglio invitare a chi interessato a tale tecnologia ad informarsi di propria mano dell’effettiva realizzazione di quanto propagandato. La tecnologia al plasma è un mondo nuovo ed ancora inesplorato (perlomeno ufficialmente) che preannuncia grandi, grandissimi cambiamenti. Anche Tesla lavorando a tensioni altissime (vedi i famosi tesla coil) arrivava a lavorare al quarto stato della materia. Inoltre il fatto di unire la forza magnetica e gravitazionale in un’unica si conforma bene ad una nuova e più precisa spiegazione del mondo chiamata teoria dell’universo elettrico. Invece di appoggiarsi sempre a qualcun’altro forse è bene cominciare ad appoggiarsi su se stessi.

In seguito alla ricezione di una lettera raccomandata da parte delle autorità belghe nucleari nelle ultime settimane, è diventato evidente che i sistemi che devono essere forniti possono essere oggetto di confisca da qualsiasi autorità che potrebbe supporre che la tecnologia sta usando determinati materiali per la produzione energia nei reattori dei generatori.
Al fine di garantire che una volta che l’acquirente ha ricevuto il loro sistema non può essere portato via da loro per qualche dettaglio tecnico, la Fondazione ha presentato un nuovo tipo di tecnologia di reattore che nessuna nazione o governo può fermare o di cui può bloccare l’utilizzo.
Per questo abbiamo riprogettato e corretto una serie di sistemi nel reattore in modo da rispettare tutte le leggi internazionali rispetto all’uso e la sicurezza dei sistemi.
A causa di queste modifiche, dobbiamo ritardare la consegna dei sistemi da 45-60 giorni dal 31.12.2012.
I sistemi di questo ciclo saranno corretti e consegnati da altrove in Europa occidentale (non dal Belgio), in modo che la raccolta e la consegna sarà facile.
Ci scusiamo per il ritardo, ma non abbiamo voglia di pensare che qualcuno di voi che ha pagato la Fondazione per un sistema possa perdere il vostro investimento con la confisca, che non è quello che avevamo programmato.
Pertanto chiediamo con i nostri candidati di sopportare con noi e cerchiamo di aggiornarvi da 2013/01/30 e poi ogni settimana fino al momento della consegna prima della fine del mese di febbraio 2013.
I candidati possono chiedere il rimborso del loro deposito, se lo desiderano, oppure ci possono permettere di correggere i punti necessari nella progettazione e riceverete il vostro sistema entro 60 giorni dal 31.12.2012.

Distinti saluti

M T Keshe

A nome della Fondazione Keshe

Fonte http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=2&t=4426

Per approfondire sulla Fondazione Keshe https://www.dionidream.com/category/scienza/keshe/

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

2 Commenti su questo post

  1. huzufer says:

    Allora questi reattori sono stati consegnati?

    • Dioni says:

      Ciao, non ho ancora avuto modo di andare sul loro sito per capirci di più ma ormai lo scetticismo ha preso il sopravvento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline