Scienziati: La soia accelera la crescita del cancro al seno

20 Commenti

soia cancro

In passato si riteneva che la soia non solo fosse sicura ma anzi fosse benefica per le donne e addirittura potesse prevenire e ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno.

Tuttavia recentemente numerose ricerche hanno contraddetto queste affermazioni. Gli scienziati hanno messo in guardia che l’aggiunta di soia alla tua dieta potrebbe accelerare la velocità con cui le cellule del cancro al seno si sviluppano.

I ricercatori del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York hanno studiato 140 donne con diagnosi di cancro al seno invasivo. Le donne sono state divise in due gruppi: ad un gruppo è stato somministrato per 30 giorni un integratore a base di soia mentre l’altro gruppo assumeva un semplice placebo. Gli scienziati hanno confrontato i tessuti tumorali prima e dopo, e hanno scoperto che il gruppo che consumava soia aveva dei cambiamenti nell’espressione di alcuni geni noti per promuovere la crescita delle cellule. Lo studio conclude: “Questi dati sollevano la preoccupazione che la soia possa esercitare un effetto stimolante sul cancro al seno in un sottoinsieme di donne”.

Migliaia di donne oggi consumano la soia convinte che questo le protegga dal cancro. Eppure, nel 1996 i ricercatori hanno scoperto che le donne che consumano proteine della soia isolate hanno avuto un aumento dell’incidenza di iperplasia epiteliale, una condizione che presagisce una neoplasia. Un anno dopo, è stato scoperto che la genisteina, una sostanza contenuta nella soia, stimola le cellule del seno ad entrare nel ciclo cellulare. Una scoperta che ha portato gli autori dello studio a concludere che le donne non dovrebbero consumare prodotti derivati dalla soia se vogliono prevenire il cancro al seno.

“Che la soia prevenga il cancro al seno è un mito – spiega la dottoressa Kaayla T. Daniel, autrice del libro The Whole Soy Story: The Dark Side of America’s Favorte Health Food – Numerosi studi dimostrano che la soia può contribuire e addirittura accelerare la crescita del cancro”.

Come ho spiegato in articoli precedenti non è vero che gli asiatici mangiano soia non fermentata quotidianamente. “In passato la soia era considerata un mangime per animali mentre solo la soia fermentata era destinata al consumo umano“, afferma il Dr. Mercola.

Infatti la soia contiene grandi quantità di tossine naturali o antinutrienti:

  • La soia ha un enzima inibitore che blocca l’azione della tripsina e di altri enzimi necessari per la digestione delle proteine causando danni al pancreas;
  • La soia è ricca di acido fitico che si lega ai minerali come magnesio, calcio, zinco e ferro espellendoli dal corpo;
  • La soia contiene delle sostanze goitrogene che interferiscono con il metabolismo dello iodio e causano disturbi alla tiroide ostacolando la sintesi degli ormoni tiroidei.
  • La soia contiene la glicoproteina emoagglutinina che coagula il sangue;
  • La soia contiene fitoestrogeni che interferiscono con il sistema ormonale;

Ovviamente maggiore è il consumo e più evidenti sono i danni. Infatti questi studi hanno osservato i danno con un consumo di 50 grammi di soia al giorno che equivalgono a 4 tazze di latte di soia.

Tutte le piante hanno alcune proprietà antinutrienti, ma la soia ne è particolarmente ricca. Queste sostanze vengono rimosse solo con la fermentazione o germogliazione, e ovviamente questi processi non vengono fatti alla soia in commercio.

Chi consuma spesso tofu, latte di soia, lecitina di soia e altri preparati a base di soia non fermentata fa subito ad arrivare a questi valori nel corso della giornata. Infatti non si sta parlando di una quantità immensa, ma di qualcosa che effettivamente una persona può arrivare a consumare.

La soia non fermentata è stata collegata a disturbi digestivi, indebolimento del sistema immunitario, sindrome premestruale, endometriosi, problemi riproduttivi sia per gli uomini che per le donne, rischio elevato di malattie cardiache, cancro, malnutrizione e persino perdita di libido.

Un questionario del 1998 ha rilevato che la quantità media giornaliera di proteine della soia consumata in Giappone era di circa 8 grammi per gli uomini e 7 per le donne, meno di due cucchiaini. In occidente, se ne consuma decisamente molto di più.

Inoltre c’è rischio che anche la soia certificata biologica sia in realtà geneticamente modificata, con tutti i gravi danni che ne consegue. Ci sono stati diversi casi di soia certificata biologica quando poi si è scoperto con la guardia di finanza che era OGM.

I PRODOTTI FERMENTATI DELLA SOIA FANNO BENE

Ecco i derivati fermentati della soia che invece sono benefici. Acquista prodotti biologici e correttamente fermentati della soia:

  • Miso – Comunemente usato nella zuppa di miso, questa pasta di soia fermentata ha proprietà antitumorali;
  • Natto – E’ un cibo fenomenale, ricchissimo della rara Vitamina K2, indispensabile per i denti, ossa, salute del cuore e prevenzione del cancro;
  • Tempeh – Questa torta di soia fermentata è ricchissima di probiotici che rafforzano il sistema immunitario e la flora batterica;
  • Salsa di soia – E ‘tradizionalmente fatta da soia fermentata, sale ed enzimi. E’ ottima per l’intestino ed alcalinizzante. Comunemente chiamata tamari, ma assicurati di aver scelto un marchio biologico naturale e non quelle fatte artificialmente attraverso processi chimici.

LATTE VEGETALE ALTERNATIVO A QUELLO DI SOIA

Se hai abbandonato il latte di mucca perché a buon ragione hai scoperto che faceva male devi fare lo stesso con il latte di soia. Ma è molto semplice rimediare dato che esistono tanti tipi di latte vegetale che puoi acquistare e fare anche a casa tua.

  • Latte di cocco – Contiene acido laurico una sostanza presente nel latte materno che contrasta l’influenza. Aiuta anche la salute del cuore.
  • Latte di mandorla – E’ potente antiossidante, regolarizza l’intestino, contrasta l’ulcera e abbassa anche il colesterolo. Scopri come in farlo in casa leggendo 8 ragioni per evitare il latte di soia e come rimediare.
  • Latte di avena – Abbassa il colesterolo, aiuta la digestione, previene l’asma e regolarizza la tiroide.
  • Latte di riso – E’ altamente digeribile, ha un ottimo sapore dolce dato che è ricco di zuccheri semplici che lo rende adatto agli sportivi.

E’ possibile anche fare il latte vegetale in casa con la macchina per il latte oppure con il minipimer e il chufamix. E’ infatti molto più conveniente farseli da soli piuttosto che acquistarli ed inoltre sai di consumare un prodotto fresco e non ossidato dal tempo.

Natto Miso - 250 g
Condimento per cereali e verdure

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Latte di Mandorla
100 % vegetale – senza glutine o lattosio

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere

Oatly Avena - Latte di Avena
Da agricoltura biologica svedese

Voto medio su 48 recensioni: Da non perdere

ChufaMix - Veggie Drinks Maker
Il primo utensile per spremere semi, frutta secca, cereali ed erbe!

Voto medio su 104 recensioni: Da non perdere

Soyabella modello SB - 130
Per produrre in casa latte di soia, di riso, arachidi e mandorle

Voto medio su 42 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

20 Commenti su questo post

  1. Tutto e il contrario di tutto!

  2. Elisab Saba Elisab Saba says:

    Ma per favore! !!!!!!!

  3. valter ottello says:

    carissimo …… i titolari o il titolare di questo articolo non tiene conto ke di cervelli non c’è solo il suo, molti altri sono incriccati, altri …. funzionano alla grande , pertanto, quando certi TITOLATI SOGGETTI scrivono al *** condizionale ..*** fanno parte dell’acqua dello sciacquone ….. inaffidabili sfioranti l’idiozia… magari poi si scopre ke fino a ieri faceva il gommista … !!! tutto può essere cancerogeno ma, tutto potrebbe essere SALUTISTICO … la cancerogenicità & radioattività è garantita nella presenza nelle SCIE KIMIKE …………….. ………….. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203725087287317&set=pb.1822135057.-2207520000.1461409621.&type=3&theater

  4. Veramente io sapevo che in oriente le donne hanno meno cancro al seno perché mangiano molta soia. Mi sa di idiozia.

  5. É la soia modificata geneticamente e consumata in grandi quantitá che puó avere delle conseguenze negative!!

    • valter ottello says:

      quella OGM è assolutamente tossica e si basa sul principio della DIGERIBILITA’ …. ciò si riflette anke sulla digeribilità delle farine e mi riferisco al .. grano DURO .. SENATORE CAPPELLI, non è OGM ma poco ci manca poikè trattata la piantagione durante il processo vegetativo con gli ISOTOPI RADIOATTIVI, dando origine a mutazione del DNA poi incrociat con altri grani DURO dando origine al tipo ” AUREO ” utilizzato sia dalla BARILLA ke da VOIELLO …. tutte queste mutazioni repentine mettono in pericolo, ma molto, il processo enzymatico deigestivo del nostro intestino, pericolo ke, non riconoscendo gli elementi/molecole, viene a mancare la digestione e l’assorbimento creando PUTREFAZIONE intestinale > RADICALI LIBERI i quali graffiano e consumano le pareti intestinali fino a renderle PERMEABILI AI BATTERI andando direttamente in circolo nel sangue e da quì inizia il DELIRIO SALUTISTICO ovvero lo STRESS/AGGRESSIONE CELLUARE acidificando pesantemente il ..pH del sangue arterioso rendendo il terreno fertile per la crescita e la proliferazione delle CELLULE TUMORALI ………

  6. valter ottello says:

    la soia, di per se stessa è altamente tossica e pertanto deve subire ripetuti trattamenti termici x essere consumata ed è ovvio ke subisce sicuramente delle alterazioni ….. esiste in commercio 1 soia lavorata a freddo con tecnologie avanzatissime rendendo il prodotto finito estremamente importante ed utilissimo a livello ormonale .. antiossidante e ristrutturante della massa cardiaca … 1 genialità della tecnologia moderna

  7. E finalmente qualcuno che lo dice

  8. Direi troppi sai? Come sempre è l’effetto accumulo che crea danni, comunque come dicevo prima , la soia è comunque un ormone vegetale .

  9. È ‘ mai possibile che ogni giorno dobbiamo leggere queste scoperte? La carne rossa fa male, i polli hanno gli ormoni i formaggi sono grassi, la soia fa venire il cancro. Cosa mangiamo? Solo legumi.

  10. Beh si dopo aver letto quell articolo non lo comprerò piu , il problema è che lo usano in tanti burger vegetali che davo al mio bimbo , sono vegana da quasi 3 anni e quindi dovrò trovare un alternativa alla soia

  11. altro che idiozia !! la soia ha un ormone simile a quello della pillola contraccettiva! non usate soia! crescete piu velocemente ma invecchiate anche prima …

  12. In Cina mangiano quasi esclusivamente soia fermentata, ecco la differenza.

  13. Paola Rompianesi says:

    sono d’accordo sui danni della soya, è pesante da digerire inoltre la ns alimentazione in quanto ad abbinamenti è in netto contrasto con la suddetta a differenza degli orientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline