sonno efficiente superpotere

Il sonno determina la qualità della tua salute e la tua longevità, infatti recenti studi scientifici hanno dimostrato che non dormire correttamente demolisce il sistema immunitario, raddoppia il rischio di cancro, invecchia la pelle e riduce le funzioni cognitive.

Oggi è sempre più chiaro che c’è la necessità di prendersi cura del proprio stile di vita per fare prevenzione e trattare le varie patologie della modernità. Sebbene le scoperte in campo farmaceutico e il benessere alimentare abbiano aumentato l’aspettativa di vita, sono però aumentati di molto gli anni di malattia, insomma si vive di più ma si vive anche più male che in passato.

Le voci degli scienziati sembrano sempre più concordi sul fatto che lavorando sul nostro stile di vita abbiamo un enorme potere sulla nostra salute, infatti si stima che solo un 16,4% delle malattie è imputabile alla genetica. Questo significa che per almeno 8 persone su 10 è proprio lo stile di vita la causa e quindi anche la via d’uscita: può decidere la guarigione o la malattia.

Negli ultimi anni abbiamo sviluppato la sensibilità verso l’importanza dell’alimentazione e dell’attività fisica come fattori chiave per il benessere. Tuttavia abbiamo perso di vista un tassello altrettanto importante: il sonno.

Centinaia di ricerche scientifiche sono state svolte recentemente sul sonno e i risultati sono entusiasmanti. Il Dr. Matthew Walker, Professore di Neuroscienze e Psicologia all’Università della California, considerato uno dei più grandi esperti mondiali sul sonno afferma nel suo libro:

«Dormire regolarmente meno di sei o sette ore a notte demolisce il sistema immunitario, più che raddoppiando il rischio di cancro. Il sonno insufficiente è un fattore chiave dello stile di vita che determina se svilupperai o meno la malattia di Alzheimer. Il sonno inadeguato, anche con riduzioni moderate per una sola settimana, interrompe i livelli di zucchero nel sangue in modo così profondo da essere classificato come pre-diabetico. Il sonno corto aumenta la probabilità che le arterie coronarie diventino bloccate e fragili, portandoti su un percorso verso malattie cardiovascolari, ictus e insufficienza cardiaca congestizia

E questi sono solo alcuni degli effetti di un sonno scorretto.

Probabilmente la maggior parte delle persone sta a letto per almeno 8 ore, ma quante di queste ore sono realmente di sonno?

Insonnia, risvegli notturni, sonno frammentato, difficoltà ad addormentarsi, apnea notturna sono disturbi del sonno sempre più diffusi che si stima siano presenti in due terzi della popolazione occidentale.

Benefici del sonno riposante

1. Previene le infezioni. Alla luce della sempre maggiore necessità di prevenire infezioni da virus e batteri, di rendere il corpo forte agli agenti patogeni esterni il Dr. Walker afferma, sulla base degli studi scientifici svolti sonno: «Il sonno rifornisce l’armeria del nostro sistema immunitario, aiutando a combattere la malignità, prevenendo l’infezione e scongiurando ogni tipo di malattia.»

2. Fa dimagrire e raggiungere il peso forma. «Il sonno riforma lo stato metabolico del corpo perfezionando l’equilibrio tra insulina e glucosio circolante. Il sonno regola ulteriormente il nostro appetito, aiutando a controllare il peso corporeo attraverso una sana selezione di alimenti piuttosto che l’impulsività cutanea. Il sonno abbondante mantiene un microbioma fiorente nell’intestino dal quale sappiamo che inizia così tanto della nostra salute nutrizionale» spiega il Dr. Walker.

3. Potenzia il cervello e la memoria. Dal 50 al 40% delle informazioni che memorizziamo e le abilità che impariamo nello stato di veglia possono essere completamente perse se abbiamo un sonno scorretto. Il cervello può fissare e integrare i ricordi associati alla memoria solo in particolari fasi del sonno che se disturbate impediscono questo processo. Un sonno inadeguato aumenta il rischio di Alzheimer e demenza.

4. Ringiovanisce la pelle. Durante la notte il nostro organismo rilascia proteine ed enzimi dedicati al rinnovamento cellulare epidermico. Se non dormiamo correttamente questa rigenerazione delle cellule della cute non avviene pienamente con l’effetto di invecchiamento precoce che possiamo vedere in coloro che per anni non dormono bene.

5. Protegge il cuore. Avere un sonno riposante protegge il cuore riducendo notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari.

6. Migliora le capacità decisionali. Un grande studio scientifico che ha osservato oltre 4.000 lavoratori in quattro grandi multinazionali americane ha dimostrato che, a differenza dei partecipanti classificati come buoni dormienti, quelli con insonnia hanno mostrato sostanziali perdite di produttività. Chi non dorme bene è meno motivato e avevano difficoltà a concentrarsi, a ricordare le cose e a prendere buone decisioni.

7. Aumenta le performance atletiche. Uno studio condotto sugli atleti ha scoperto che chi non dorme bene si stanca l’11% più velocemente rispetto a chi invece ha un sonno rigenerante. Infatti durante la fase di sonno profondo avviene la riparazione dei muscoli e dei tessuti del corpo, la disintossicazione del sistema glinfatico e la “ricarica” delle nostre batterie.

8. Dimezza il rischio di cancro. Sapevi che le persone che lavorano nel turno di notte hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno e al colon? I ricercatori ritengono che restando svegli di notte si riducono i livelli di melatonina, potente ormone antiossidante noto per proteggere dal cancro e sopprimere la crescita dei tumori. Avere un sonno riposante è quindi legato ad un’adeguata produzione di melatonina.

9. Riduce l’infiammazione. L’aumento degli ormoni dello stress causati dalla mancanza di sonno è dimostrato che aumenta il livello di infiammazione nel corpo. Ciò crea un rischio maggiore per le patologie cardiache, nonché per il cancro e il diabete. Si ritiene che l’infiammazione causi il deterioramento del corpo con l’avanzare dell’età.

10. Disintossica e rigenera l’intero organismo. Il sonno disintossica il sistema glinfatico, ripara i muscoli, elimina le tossine, rigenera le cellule danneggiate. Sebbene durante il sonno dormiamo, il nostro organismo è ben attivo per svolgere la sua manutenzione quotidiana. E’ il momento in cui il corpo è al lavoro per riparare i danni causati da stress, raggi ultravioletti (ad esempio dopo aver preso voli aerei), tossine assorbite (specialmente quelle presenti nel cervello) e altre esposizioni dannose. Vengono prodotte più molecole proteiche durante il sonno che formano i mattoni per le cellule, consentendo loro di ripararsi.

E tu che sonno hai?

Puoi scoprire l’efficienza del tuo sonno in soli 2 minuti con questo test.

Completando il test oltre a ricevere i risultati entrerai infatti anche a far parte della lista di attesa di Sonno Efficiente il corso avanzato di LongLife Academy che ti guida notte dopo notte verso un riposo rigenerante, maggiore produttività e performance.

In vista dell’apertura delle iscrizioni metteremo a disposizione di tutti gli iscritti alla lista di attesa un pre-corso gratuito di preparazione che ti darà degli strumenti immediati per migliorare il sonno in maniera scientificamente dimostrata.

Naturalmente partecipare al pre-corso non ti impegna in alcun modo ad iscriverti poi al corso avanzato. Il pre-corso gratuito è uno strumento che mettiamo a disposizione di tutti i nostri lettori affinché, da una parte ottengano da subito dei risultati concreti e, dall’altra, scoprano cosa li aspetta nel dettaglio all’interno del corso avanzato.

Se sei pronto a scoprire l’efficienza del tuo sonno e a partecipare al pre-corso gratuito di Sonno Efficiente completa il test qui sotto:

Un sonno efficiente è chiaramente legato a maggiore produttività in campo lavorativo, migliori decisioni nella vita, meno stress e più longevità Insomma non c’è un’area della nostra vita che non sente gli effetti positivi di un sonno riposante e rigenerante.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni