La Stevia elimina il batterio della malattia di Lyme meglio degli antibiotici in uno studio preclinico

5 Commenti

malattia di lyme stevia

La malattia di Lyme (borreliosi) è un’infezione batterica trasmessa dalle zecche. Un batterio spiraliforme, chiamato Borrelia burgdorferi, infesta le zecche, le quali possono trasmetterlo all’uomo e agli animali. I luoghi nei quali è più facile contrarla sono le zone boscose e ricche di cervi, che sono proprio l’habitat ideale per le zecche.

In Italia è presente soprattutto nel Carso, in Trentino e in Liguria e colpisce persone di tutte le età. La diagnosi della malattia di Lyme può essere difficile, perché i suoi sintomi sono simili a quelli di molte altre malattie. Tuttavia spesso lascia un segno caratteristico attorno al punto in cui è avvenuto il morso. Può influenzare qualsiasi organo del corpo, compreso il cervello e il sistema nervoso, i muscoli, le articolazioni e il cuore. Inoltre capita spesso di non accorgersi di essere stati punti da una zecca poiché la puntura in genere è indolore.

I sintomi della malattia di Lyme possono essere

  • Febbre
  • Brividi
  • Eccessiva sudorazione
  • Dolori muscolari
  • Nausea
  • Dolori articolari
  • Eruzioni cutanee
  • Mal di testa
  • Rigidità del collo
  • Spossatezza
  • Febbre
  • Paralisi facciale
  • Meningite

E’ importante notare che anche i nostri amici a quattro zampe possono contrarre la malattia di Lyme! Quindi se noti alcuni di questi sintomi porta immediatamente il tuo cane dal veterinario per una diagnosi. I gatti possono venir infettati ma è estremamente raro che questo accada.

segno malattia di lyme

Segno caratteristico della malattia di Lyme

Il trattamento convenzionale con gli antibiotici

Il trattamento comunemente adottato per la malattia di Lyme è la somministrazione di antibiotici per 4 settimane, che però è efficace solo se viene diagnosticata subito altrimenti affrontano solo gli aspetti superficiali dell’infezione, lasciando la malattia profondamente all’interno del corpo dove è in grado di causare più danni. La malattia di Lyme è infatti estremamente difficile da curare, a causa delle sue notevoli capacità di cambiamento della forma (pleomorfica), e quindi purtroppo molte persone sono state debilitate per molto tempo sia dalla malattia che dall’inefficacia degli antibiotici.

Studio dimostra l’efficacia della Stevia

In un nuovo studio preclinico, i ricercatori hanno scoperto che l’estratto di foglie di Stevia intere ha una potente attività antibiotica proprio contro la Borrelia burgdorferi ovvero il batterio che causa la malattia di Lyme.

pianta di stevia

Pianta di Stevia

Ormai la Stevia (Stevia rebaudiana) si trova in tutti i supermercati, ma per chi non la conoscesse deve sapere che è una pianta amazzonica che può essere coltivata anche da noi e le cui foglie sono un dolcificante naturale a zero calorie e senza alcun indice glicemico, ed è quindi ideale nel mantenimento della salute. In realtà la Stevia oltre ad essere un dolcificante ha delle proprietà curative che l’hanno resa molto diffusa nella medicina delle popolazioni native del Sud America.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Department of Biology and Environmental Science, dell’Università di New Haven nel West Haven. I risultati sono stati pubblicati nella rivista European Journal of Microbiology & Immunology. Nello studio, i ricercatori hanno confrontato direttamente l’efficacia di un estratto alcolico delle foglie di Stevia intere rispetto agli antibiotici convenzionali (Doxiciclina, cefoperazone e daptomicina) nell’eliminare le varie forme batteriche di Borrelia burgdorferi.

Loading...

Infatti il batterio Borrelia burgdorferi può esistere in forme diverse ed è altamente resistente agli antibiotici. E’ in grado di creare una barriera contro gli antibiotici più convenzionali, rendendo difficile il trattamento. I ricercatori affermano nel testo dello studio la scoperta che

“L’estratto della foglia di Stevia, come agente individuale, è stato efficace contro tutte le forme morfologiche conosciute di B. burgdorferi”.

“In questo studio abbiamo fornito le prove che un estratto di Stevia, come agente individuale, è stato in grado di eliminare le spirochete e i persistenti di Borrelia similmente al trattamento combinato di tre antibiotici.”

La Stevia infatti è risultata più efficace dei antibiotici singoli e altrettanto efficace quanto tutti e tre gli antibiotici messi insieme. I ricercatori fanno però notare due aspetti:

  1. Non tutti gli estratti di Stevia sono ugualmente efficaci a causa del metodo di coltivazione e produzione che influisce sulla ricchezza di principi attivi. Quello che è risultato più potente dallo studio è l’estratto di Stevia Nutrimedix (disponibile in America).
  2. Gli antibiotici inducono in almeno il 10-20% della popolazione effetti collaterali come stanchezza, dolori alle articolazioni e dolori muscolari. In alcuni pazienti, questi effetti negativi degli antibiotici della malattia di Lyme sono durati più di sei mesi. La Stevia invece non produce questi effetti collaterali. Va detto anche che, a prescindere dagli effetti collaterali, tutti gli antibiotici danneggiano pesantemente il microbiota, ovvero la flora batterica intestinale con effetti negativi sull’umore, digestione, difese immunitarie e resistenza alle infezioni e al cancro.

I ricercatori hanno osservato che

“L’estratto di foglie di Stevia possiede molti componenti fitoterapeutici con proprietà antimicrobiche conosciute contro molti agenti patogeni.”

“I risultati di questo studio suggeriscono che un prodotto naturale come l’estratto di foglia di Stevia potrebbe essere considerato come un agente efficace contro B Burgdorferi”.

Questo studio preliminare, fornisce il fondamento per future ricerche sulla malattia di Lyme che speriamo vengano fatte dato che purtroppo tantissime persone subiscono questa malattia per anni prima di eradicarla.

Nota. Facendo ulteriori ricerche ho scoperto alcuni commenti molto promettenti! Ad esempio una coppia ha riferito come integrando con un estratto di Stevia in combinazione con l’antibiotico la malattia di Lyme è svanita mentre la malattia è rimasta al partner che prendeva solo l’antibiotico.

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
Loading...

5 Commenti su questo post

  1. https://www.amazon.com/Healing-Lyme-Borreliosis-Coinfections-Rickettsiosis/dp/0970869649/ref=pd_sim_121_5?_encoding=UTF8&pd_rd_i=0970869649&pd_rd_r=EQMYQP7JV14G7RAWGWEE&pd_rd_w=TZ6mf&pd_rd_wg=j6SdL&psc=1&refRID=EQMYQP7JV14G7RAWGWEE

    La malattia di Lyme infetta un minimo di 300.000 persone l’anno negli Stati Uniti e altri milioni in tutto il resto del mondo. I sintomi vanno da letargia lieve a grave artrite alla malattia di cuore a invalidanti disfunzione mentale. Sebbene i test hanno migliorato negli ultimi dieci anni, sono ancora non completamente affidabile, e antibiotici sono solo parzialmente efficaci. Fino a trentacinque per cento delle persone infette non risponde al trattamento antibiotico o saranno ricaduta. Le spirochete che causano Lyme sono agenti patogeni-che dello stealth possono nascondere all’interno di cellule o modificare la loro forma in modo che il nostro sistema immunitario non possono trovare, oltre che inibire l’efficacia degli antibiotici. malattia di Lyme è, infatti, un potente malattia epidemica emergente per cui la medicina tecnologica è solo parzialmente efficace. I co-infezioni che accompagnano Lyme sono spesso, o più, invalidante di Lyme in sé. In tutto il mondo, centinaia di milioni di persone vivono con l’infezione Babesia, Bartonella, ehrlichia, Anaplasma, micoplasma, clamidia, e la rickettsiosi febbre maculato.

    La guarigione di Lyme esamina il leader, la ricerca scientifica sulla infezione di Lyme ed i suoi test e trattamenti, e delinea le più potenti medicine naturali che offrono aiuto, da solo o in combinazione con antibiotici, per prevenire e curare la malattia. Il libro è stato un best-seller per oltre un decennio, e durante quel tempo l’autore ha avuto contatti con oltre 25.000 persone che hanno usato una qualche forma di questi protocolli durante il loro percorso di guarigione. Questa edizione è stata notevolmente aggiornata, completamente rivisto e ampliato in modo da riflettere l’aumento delle comprensioni di quel vasto contatto, tra cui esperienze profondità di trattamento con centinaia negli ultimi dieci anni. La guarigione di Lyme è il testo primario in stampa su ciò che i batteri Lyme fanno nel corpo e come metodi naturali possono guarire la malattia. E ‘il primo libro in copertura stampa profonda comprensione e il trattamento di Chlamydia e co-infezioni rickettsie.

    Questa nuova versione aggiornata di guarigione Lyme unisce altri due libri dell’autore sul trattamento delle co-infezioni Lyme (Babesia, Bartonella,

  2. Anna Maria says:

    Grazie per l’approfondimento, ma esiste una traduzione in italiano?

    • dioni says:

      Ciao Anna Maria, traduzione di cosa? Gli studi scientifici sono quasi esclusivamente in inglese (con qualche eccezione in russo e tedesco)

  3. Lelio says:

    Salve, ma visto che l’estratto di stevia più efficace si trova in America, noi qui cosa potremmo andare a cercare ? Inoltre, sapreste indicare le dosi necessarie per un trattamento ? Grazie.

    • Luca says:

      Anche io vorrei fare la stessa domanda, c’è un’alternativa acquistabile qui? Se no, in che dosi dovremmo prendere questo estratto?
      Mia moglie è stata infettata un mese fa e sembra non rispondere alla terapia con amoxicillina (stiamo facendo questo è non la doxicillina perché allatta). Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *