Studio dimostra che gli Antidepressivi aumentano del 87% il rischio di autismo

Nessun Commento

antidepressivi autismo

Una ricerca canadese di qualche giorno ha dato un duro colpo all’industria farmaceutica che fa miliardi di profitto con i farmaci antidepressivi dai tanti effetti collaterali.  Lo studio è durato 20 anni ed ha seguito più di centomila madri e i loro figli.

Assumere antidepressivi durante la gravidanza aumenta notevolmente il rischio di autismo, così afferma il Professor Anick Bérard dell’Università di Montreal che ha guidato lo studio. Il Prof. Bérard, esperto in materia di sicurezza farmaceutica durante la gravidanza, è giunto a queste conclusioni dopo aver esaminato i dati riguardanti 145,456 gravidanze.

La varietà di cause dell’autismo rimangono poco chiare, ma gli studi hanno dimostrato che sia la genetica e l’ambiente possono svolgere un ruolo”, ha spiegato. “Il nostro studio ha dimostrato che l’assunzione di antidepressivi durante il secondo o terzo trimestre di gravidanza quasi raddoppia il rischio che il bambino sarà diagnosticato l’autismo entro l’età di 7 anni, soprattutto se la madre prende inibitori della ricaptazione della serotonina, spesso conosciuta con il suo acronimo SSRI.” I suoi risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Pediatrics.

La depressione è una condizione grave e debilitante. Questo studio non sta sostenendo che la depressione non vada trattata. Tuttavia, il trattamento contro la depressione deve essere fatto con qualcosa di diverso rispetto agli antidepressivi in gravidanza“. Alcune donne, soprattutto se i loro sintomi sono lievi, possono essere in grado di gestire depressione durante la gravidanza attraverso l’esercizio fisico o la psicoterapia, ha aggiunto il Professor Bérard.

I danni per il bambino possono essere autismo, sindrome di Asperger e ritardi nello sviluppo.

Studi precedenti avevano già dimostrato che la stessa depressione può aumentare il rischio di autismo. Ma il nuovo studio ha dimostrato che l’aumento del rischio di avere un bambino con l’autismo collegato agli antidepressivi è ben oltre l’aumento del rischio di autismo che è associato con la depressione materna, ha detto Berard. Nel nuovo studio, la depressione materna (senza antidepressivi) è stata associato con un aumento del 20% del rischio di autismo. E’ bene sapere che ci sono sostanze naturali contro la depressione ed è importante anche come percorso personale attraversare l’oscurità che ci attanaglia, superare i traumi che ci hanno portato ad essere bloccati in questo stato emotivo.

L’analisi ha inoltre rilevato che le donne che hanno assunto più di un tipo di antidepressivi durante gli ultimi sei mesi di gravidanza hanno avuto più di quattro volte la probabilità di avere un bambino con autismo, rispetto alle donne che non assumevano antidepressivi durante la gravidanza.

Gli antidepressivi sono uno dei farmaci più frequentemente utilizzati durante la gravidanza, con una stima del 7-13% delle donne che li assumono durante la gravidanza.

Gli scienziati affermano di non conoscere ancora le cause dell’autismo, ma secondo loro c’è sia una componente genetica che una componente ambientale, ovvero essere sottoposti a determinate sostanze come i vaccini o farmaci può aumentare notevolmente il rischio di autismo.

Se sei una mamma o vuoi avere un figlio ti consiglio ti tenere in conto tutte queste informazioni dato che le statistiche mostrano una impennata di casi di autismo come mai nella storia, e se guardiamo a tutte le tossine presenti dappertutto questo non dovrebbe sorprendere. Per approfondire consiglio la lettura dei seguenti articoli:

Secondo le mie ricerche l’autismo è legato ad una problematica intestinale: l’intestino contiene una parte importante del sistema nervoso chiamato sistema nervoso enterico, con i suoi neuroni, neurotrasmettitori. E’ la chiave della digestione e del sistema immunitario. Se la flora batterica è debole, i batteri buoni non sono a sufficienza oppure non ci sono alcuni ceppi di batteri allora l’autismo è molto probabile. La nostra flora batteria è qualcosa di genetico ma anche le sostanze che introduciamo la determinano, infatti si nutrono del cibo che gli diamo. Consiglio quindi la dieta GAPS da attuare per rimediare e guarire.

La Storia Proibita dell'Igiene Intestinale
Le ceneri dell’organismo storia, costumi ed usanze,
anatomia, disturbi, terapie e rimedi naturali

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline