sudorazione notturna

Anche quando non fa eccessivamente caldo, può capitare di svegliarsi letteralmente in un bagno di sudore, con la testa umida e il guanciale madido di sudore. In questo caso si tratta di sudorazione notturna, un problema piuttosto frequente spesso sinonimo di innumerevoli patologie a monte e non del semplice disagio facilmente ovviabile per mezzo di un deodorante naturale. Secondo quanto appreso da uno studio pubblicato su The Journal of Family Practice, la cosiddetta sudorazione notturna risulterebbe piuttosto comune: dei 2.267 pazienti testati il 41% ha infatti riferito di averle avute nel corso dell’ultimo mese, percentuale probabilmente più alta poiché la gente tende a non segnalare il problema.

La sudorazione notturna è una condizione di salute che può avere diverse cause, alcune anche gravi. Tende appunto a verificarsi prevalentemente la notte durante il sonno per poi concludersi al risveglio. La sudorazione è un meccanismo che il corpo utilizza naturalmente per regolare la sua temperatura, fenomeno detto termoregolazione. È controllata dal sistema nervoso simpatico, lo stesso che si attiva quando siamo sottoposti ad una situazione stressante ovvero di attacco o fuga (fight-or-flight, detta anche ipereccitazione o reazione acuta da stress).

Chiariamo subito che se la tua camera da letto è particolarmente calda (sopra a 21°C) o ti copri con troppe lenzuola, o vai a dormire con la pancia troppo piena, la sudorazione improvvisa rappresenta una manifestazione normale. Puoi provare a rinfrescare la stanza, a coprirti di meno e a cenare presto per valutare se la sintomatologia si risolve spontaneamente. Se la sudorazione continua anche dopo aver adottato questi accorgimenti allora può essere dovuta a eventuali squilibri a carico dell’organismo. Il vero sudore notturno è accompagnato in genere da intense vampate di calore (simili a quelle tipiche della menopausa) che possono bagnare i vestiti e le lenzuola e che non sono correlate a un ambiente surriscaldato.

Sudorazione notturna cause

Sudare di notte è una condizione spesso causata da fattori differenti tra loro: il medico deve dunque procedere con un’anamnesi dettagliata e completa del paziente, eseguendo i test più appropriati per stabilirne con precisione le cause. Tra le principali condizioni che possono causare sudorazioni notturne compaiono:

  1. Menopausa – Le vampate di calore che accompagnano la menopausa possono verificarsi durante la notte e causare sudorazione e sono molto comuni. Per scoprire i rimedi naturali per i sintomi della menopausa puoi leggere l’articolo  8 Rimedi naturali per bilanciare gli ormoni ed eliminare i sintomi.
  2. Iperidrosi idiopatica – È una condizione in cui il corpo produce cronicamente troppo sudore senza alcuna causa medica identificabile.
  3. Infezioni – La tubercolosi è l’infezione più comunemente associata a sudorazioni notturne, ma anche le infezioni batteriche, come l’endocardite (infiammazione delle valvole cardiache), l’osteomielite (infiammazione delle ossa) e gli ascessipossono causarle. Inoltre, la sudorazione notturna è un sintomo di infezione da HIV. Se l’HIV è progredito fino a uno stadio avanzato, la sudorazione notturna diventa un problema grave. Immediatamente dopo essersi addormentati, una persona può iniziare a sudare copiosamente, svegliandosi quando il sudore è così grande che le lenzuola diventano bagnate.
  4. Tumori – La sudorazione notturna è un sintomo precoce di alcuni tumori. Il tipo più comune di cancro associato a questa condizione è il linfoma. Tuttavia, le persone che hanno un cancro non diagnosticato spesso hanno anche altri sintomi, come perdita di peso e febbre.
  5. Farmaci –L’assunzione di determinati farmaci, per esempio gli antidepressivi, può portare a sudorazioni notturne. Dall’8% al 22% delle persone che assumono antidepressivi soffrono di questa condizione, che però può essere causata anche da altri psicofarmaci. Le medicine che abbassano la febbre, come l’aspirina e il paracetamolo, a volte possono portare alla sudorazione.
  6. Ipoglicemia –Un basso livello di zuccheri nel sangue può causare sudorazione. Le persone che assumono insulina o farmaci orali per il diabete possono soffrire di ipoglicemia notturna accompagnata da sudorazione.
  7. Disturbi ormonali – La sudorazione o le vampate di calore possono comparire in associazione a diversi disturbi ormonali, tra cui il feocromocitoma, la sindrome carcinoide e l’ipertiroidismo.
  8. Condizioni neurologiche – Alcune patologie non comuni, tra cui la disflessia autonomica, la siringomielia post-traumatica, l’ictus e la neuropatia autonomica possono causare un aumento della sudorazione e quindi anche sudorazioni notturne.

Più in generale ecco le principali patologie che possono comportare sudorazione notturna:

Sudorazione notturna rimedi naturali

Il trattamento della sudorazione notturna deve procedere di pari passo con la diagnosi della causa. È importante dunque poter individuare quali tra le cause elencate rappresentano la nostra condizione.

La medicina tradizionale cinese considera la sudorazione notturna come un importante indicatore legato alla salute generale della persona, in particolare a una carenza di energia yin (essenza corporea). Tale carenza è dovuta a un esaurimento dei liquidi corporei e dei nutrienti. I sintomi possono anche includere: guance arrossate, piante dei piedi caldi, bocca secca, labbra rosse, piccole quantità di urina scura, una lingua rossa con leggero rivestimento, polso debole e rapido e febbre bassa. La medicina cinese afferma che se c’è una perdita di sostanze causata da una malattia che spreca risorse, allora deve essere presente la carenza di yin.

La malattia da HIV è quindi spesso diagnosticata come una carenza di yin.

Se una persona è in buona salute generale, la sudorazione notturna viene trattata con l’agopuntura o con preparati erboristici che includono Peonia (White Peony, Zizyphus e Mume) o Schisandra (Schisandra, Cornus, Dragon Bone, Oyster Shell, He Shou Wu, Polygala, bile e Lycium Bark).

Le forti sudorazioni notturne possono essere trattate con una formula codificata HY-34, che contiene tang-Kuei, rehmannia, astragalo, copto, scute, phellodendron. Per migliorare il suo effetto, viene spesso aggiunta la radice di ma-hang (Ephedrae radix).

Se questa formula non ferma completamente la sudorazione notturna, l’estratto di bile può essere applicato sull’ombelico, inumidito con acqua e coperto con garza sterile durante la notte.

Uno studio sulle erbe cinesi nel 2013 pubblicato sulla rivista Menopauseha esaminato gli effetti di una particolare formula a base di erbe chiamata Dang Gui Bu Xue Tang sulle donne in post-menopausa che stavano vivendo gravi vampate di calore e sudorazioni notturne. Un miglioramento significativo è stato riscontrato nel gruppo che assumeva la formula, rispetto al gruppo di controllo che ha assunto un placebo. Sia la frequenza che la gravità delle vampate di calore e della sudorazione notturna sono state significativamente ridotte.

Molte persone con sudorazione notturna sono state trattate con successo usando formule medicinali cinesi a base di erbe.

La Schisandra è un’ottima erba medicinale cinese per trattare la sudorazione notturna.

schisandra acquista

Schisandra in polvere consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto.

Sudorazioni notturne: quando rivolgersi al medico

Qualora si presentino sudorazioni notturne sarebbe opportuno rivolgersi sempre al proprio medico per un consulto, necessità che diviene impellente se tale manifestazione si verifica regolarmente, se interferisce con il riposo e se è associato a febbre o ulteriori sintomatologie. Sarà lo specialista a suggerire la terapia farmacologica più adeguata, utile a guidare tale problematica verso la risoluzione indotta.

Articolo aggiornato al 26 Febbraio 2020

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni