Johnson&Johnson condannata a pagare 72 milioni per aver causato il cancro con il suo talco!

10 Commenti

johnson

La multinazionale Johnson & Johnson è stata condannata a pagare 72 milioni di dollari alla famiglia di una donna morta per il cancro ovarico che è stato dimostrato essere causato dal talco usato per decenni. 

La donna, Jacqueline Fox, è morta a soli 62 anni l’ottobre scorso per un cancro alle ovaie. I medici, che le diagnosticarono la malattia tre anni fa, hanno infatti collegato lo sviluppo del tumore al talco contenuto in due prodotti che la donna ha usato per 35 anni, Baby Powder (talco) e Shower to Shower (bagnoschiuma). La compagnia è stata riconosciuta colpevole di aver mentito ai consumatori e alle autorità di controllo e di non averli informati che i suoi articoli a base di talco potevano provocare un tumore, pur essendone a conoscenza dal 1980. 

Va sottolineato che dei 72 milioni di risarcimento accordati, solo 10 sono a titolo di danni effettivi, mentre 62 sono a titolo di “danni punitivi”: questo significa che per i giudici la compagnia ha agito con dolo. La sentenza, infatti, parla di “frode, negligenza e cospirazione”.

Al processo, gli avvocati di Jacqueline hanno affermato: «Conoscevano benissimo il rischio fin dal 1980 ma hanno mentito a tutti, consumatori e autorità di controllo».

E ancora: «Chi nega i rischi tra l’uso del talco e il cancro ovarico sarà pubblicamente percepito nella stessa luce come quelli che negano il legame tra fumo di sigarette e cancro: negare l’ovvio di fronte a tutte le prove che dimostrano il contrario».

La sentenza è la prima del suo genere ad avere ottenuto un risarcimento dalla Johnson & Johnson, ma non è la prima volta che la multinazionale veniva accusata di produrre prodotti cancerogeni. Nel 2013 la giuria federale del South Dakota aveva dato ragione ad una donna che aveva denunciato Johnson & Johnson per aver sviluppato un cancro alle ovaie dopo aver usato il talco.

Nessun danno era stato assegnati a quel tempo, ma Johnson & Johnson sta ancora affrontando centinaia di cause simili, sostenendo che non è riuscita a mettere in guardia i consumatori di un possibile legame tra l’insorgenza del cancro e i prodotti a base di talco.

Il talco non è l’unico prodotto sospetto, anche il famoso olio corpo della Johnson & Johnson viene da anni ritenuto nocivo per il suo elevatissimo contenuto di paraffina (non c’è un olio vegetale come penseresti). La paraffina è un olio che si ottiene dalla distillazione del petrolio e per questo è altamente utilizzata negli ambienti industriali perchè grazie alla sua composizione riesce a creare una specie di pellicola protettiva che ha anche una funzione di lubrificare. In realtà è la stessa cosa che questo ingrediente fa sulla pelle di chi utilizza l’olio johnson’s baby: ovvero si crea una pellicola che dà la percezione e l’illusione di una pelle liscia ed idratata ma che in realtà occlude i pori impedendo alla pelle di respirare e di traspirare, con effetti che nel tempo possono portare a malattie gravi come quella mortale di Jacqueline.

Scegliamo sempre prodotti naturali per la nostra pelle, sia perché sono ecologici ma soprattutto perché tutto quello che mettiamo sulla pelle viene assorbito ed entra nel circolo sanguigno (per questo gli impacchi e le creme curative funzionano).

Ecco la ricetta per fare un talco naturale e benefico

Ingredienti

  • 50 gr di amido di mais;
  • 25 gr di bicarbonato;
  • 10 gocce di olio essenziale che preferisci (lavanda è ottimo);
  • Mixer, tazza e barattolo a chiusura ermetica;

Preparazione

  • Prendi una tazza e versa l’amido e il bicarbonato. e poi aggiungi l’olio essenziale scelto. Il mio preferito è quello alla lavanda, ma vanno benissimo anche al rosmarino o all’arancio
  • Polverizza il composto con il frullatore, non dovranno essere presenti i grumi
  • Prendi un barattolo a chiusura ermetica (così non si disperde l’odore) e versaci il composto ottenuto
Amido di Mais
Addensante naturale per preparare dolci, salse, creme, budini e prodotti da forno
Lavanda - Olio Essenziale - 10 ml
La panacea: riequilibra, armonizza, calma, rinfresca e disinfetta

Voto medio su 20 recensioni: Da non perdere

Amido di Riso
Oryza sativa da Agricoltura Biologica

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

10 Commenti su questo post

  1. Ma se è stato stabilito che è cancerogeno perché non li obbligano a ritirarlo?

  2. il collegamento talco-cancro su questa signora è stato confermato… in che modo? cioè, mi sembra strano che si riesca a dimostrare che è stato proprio quello…

  3. Io uso sempre l’ olio,anche quello è cancerogeno?

  4. X una vita è stato usato x ibimbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline