taurina benefici

La taurina è un amminoacido semi-essenziale che ha dimostrato un’azione terapeutica sul cuore, fegato, muscolatura, retina degli occhi; protegge da varie condizioni di salute e in generale promuove la longevità. Poiché questi benefici sono stati scoperti solo negli ultimi anni come il fatto che la taurina sia contenuta nel latte materno e sia essenziale per la salute del neonato, va riscattata l’immeritata cattiva reputazione che ha ricevuto dall’aggiunta negli energy drinks malsani (e vedremo perché viene aggiunta).

La taurina (L-taurina o acido 2-aminoetansolfonico) è un aminoacido contenente zolfo ed è considerato semi-essenziale in quanto il corpo è in grado di sintetizzarla partendo da altri due aminoacidi contenenti zolfo: la metionina e la cisteina. Poiché da diversi studi premilinari è stato osservato che una dieta ricca di taurina è associata alla longevità e alla salute di adulti e bambini, molti nutrizionisti raccomandano che dovrebbe essere presente nella nostra alimentazione.

La taurina nella mente di molti è associata ai testicoli del toro ma è un errore, infatti sebene per la prima volta sia stata isolata quasi due secoli fa dalla bile del toro, è naturalmente presente nel nostro corpo, nel latte materno e in diversi cibi.

La taurina svolge vari ruoli importanti nel corpo, tra cui la regolazione dell’acqua nelle nostre cellule, la prevenzione dell’ossidazione nel corpo e il supporto della segnalazione del calcio negli organi chiave. Attraverso le proprietà di regolazione del calcio, aiuta a migliorare la funzione del tessuto cardiaco, nervoso e muscoloscheletrico.

Gli esseri umani sono in grado di produrre taurina, ma non in quantità sufficiente in tutte le condizioni. Pertanto, la taurina è un amminoacido condizionatamente essenziale per l’uomo e i nutrizionisti raccomandano di assumerlo dalla dieta.

Carenza di taurina

I soggetti che possono facilmente diventare carenti di taurina includono

  • Neonati prematuri (non riescono a sintetizzarla e/o conservarla);
  • Pazienti con patologie al fegato, cuore e reni (non riescono a sintetizzarla e/o conservarla);
  • Condizioni come: lesioni chirurgiche, chemioterapia, dipendenza da eroina, sovradosaggio di tylenol e molte altre numerose condizioni che causano malattie come traumi, cancro, ipertensione, diabete, epilessia;
  • La carenza di vitamina B6 può portare a carenza di taurina poiché la vitamina B6 è necessaria per la sintesi della taurina da parte dell’organismo;
  • La ridotta assunzione dell’amminoacido metionina (presente in pesce, carne, formaggi, semi, noci) può anche abbassare i livelli di taurina nel corpo dato che il corpo la usa per sintetizzarla;
  • Avere un’infezione da Candida produce un amminoacido chiamato beta-alanina che compete con la taurina per il riassorbimento nel rene: ciò provoca l’escrezione di taurina attraverso le urine;
  • La carenza di vitamina B12 è associata alla ridotta produzione di taurina nel fegato, quindi avere B12 a sufficienza promuove il metabolismo della taurina;
  • L’invecchiamento è un fattore di rischio, poiché la sintesi di taurina all’interno del corpo può rallentare.

Come vedremo una carenza della taurina è spesso anche associata a disturbi mentali e psichici più o meno gravi ed in alcuni casi il suo utilizzo orale o endovena può alleviare o far scomparire alcuni sintomi.

I cibi più ricchi di taurina

La principale fonte di taurina è la dieta dove è naturalmente presente in:

  • Molluschi (ostriche, cozze e vongole)
  • Carne e prodotti lattiero-caseari
  • Alghe marine

Il consumo medio giornaliero di taurina negli americani è stimato come segue:

  • Onnivori – 123 mg
  • Vegetariani che consumano uova e prodotti lattiero-caseari – 17 mg
  • Vegani – 0 mg

Quindi non sorprende che i soggetti che seguono una dieta vegana o vegetarina abbiano livelli plasmatici di taurina più bassi, tuttavia non si parla di carenza ma solo di livelli bassi. Uno studio del 2017 propone l’integrazione in un regime vegano per proteggere dalle malattie cardiovascolari.

Il latte materno contiene taurina le cui quantità variano a seconda della dieta della madre. È stato osservato che le madri onnivore contengono una quantità e mezzo di taurina nel loro latte rispetto a madri vegetariane.

La taurina è un nutriente essenziale per i neonati poiché non sono ancora in grado di sintetizzare o trattenere la taurina all’interno dei loro corpi. Il latte materno contiene il fabbisogno completo di taurina per il neonato, e analogamente è contenuta nel latte in polvere per bambini.

Benefici

1. Cuore e sistema cardiovascolare (omocisteina, aritmia, arteriosclerosi). Le cellule del cuore e dei vasi sanguigni contengono il trasportatore della taurina (TauT), suggerendo che la taurina è importante per la funzione cardiaca. In diversi studi su modello animale è stato osservato che una carenza di taurina nella dieta induce malattie cardiache [1, 2, 3]. E’ stato inoltre dimostrato che il rischio di malattie cardiache croniche è inferiore negli individui con un’elevata produzione urinaria di taurina che suggerisce un’elevata assunzione tramite la dieta. In uno studio condotto su 22 donne di mezza età in buona salute, 3 grammi giornalieri di integratore di taurina per 4 settimane hanno abbassato i livelli di omocisteina. Poiché l’omocisteina è un importante marcatore delle malattie cardiache, la taurina potrebbe aiutare a prevenire attacchi di cuore o colesterolo alto. Gli studi dimostrano che la taurina può avere un ruolo nella prevenzione del battito cardiaco anormale (AFib) supportando il sistema di trasporto ionico dei canali del calcio e del sodio necessari per l’attività elettrica del cuore. La supplementazione di taurina si è dimostrata efficace nel trattamento dell’indurimento e del restringimento delle arterie del sangue su modello animale. Uno studio ha valutato le carenze nutrizionali che potrebbero causare aritmie cardiache [contrazioni atriali premature (PAC), contrazioni ventricolari premature (PVC), fibrillazione atriale e relative pause del seno], e hanno trovato il supporto bibliografico per affermare come possibili cause la carenze di taurina e l-arginina, gli autori spiegano: “Sono presentati casi clinici di persone con aritmie molto frequenti che mostrano che 10-20 g di taurina al giorno hanno ridotto i PAC del 50% e prevenuto tutti i PVC ma non hanno impedito le pause. L’aggiunta di 4-6 g di l-arginina ha immediatamente interrotto sostanzialmente tutte le pause e i PAC rimanenti, mantenendo il normale ritmo cardiaco con il trattamento continuato. Gli effetti della taurina utile nella prevenzione delle aritmie comprendono la regolazione dei livelli di potassio, calcio e sodio nel sangue e nei tessuti, la regolazione dell’eccitabilità del miocardio e la protezione dai danni dei radicali liberi. La taurina ha ripristinato energia e resistenza in uno dei casi da uno stato debilitato alla normalità. Le aritmie possono anche rispondere alla taurina perché smorza l’attività del sistema nervoso simpatico e smorza il rilascio di epinefrina. L’arginina può avere proprietà antiaritmiche derivanti dal suo ruolo di precursore dell’ossido nitrico (NO) e dalla sua capacità di ripristinare spontaneamente il ritmo sinusale. La produzione endogena di taurina e l-arginina può diminuire con l’invecchiamento, disturbando il ritmo cardiaco e questi nutrienti essenziali “condizionati” diventano quindi “essenziali” e richiedono un supplemento per prevenire la morbilità e la mortalità. L’arginina viene ipotizzata per prevenire le aritmie cardiache stabilizzando l’ossido nitrico del nodo sinusale. Si ipotizza che le aritmie cardiache che non hanno una causa nota in soggetti altrimenti sani siano sintomi di carenze di taurina e arginina.” Numerose testimonianze, come potremo vedere più avanti, riportano un miglioramento dell’aritmia a seguito dell’assunzione di taurina.

2. Pressione sanguigna. Sebbene non ci siano ancora studi su larga scala, c’è un numero crescente di ricerche che collegano la taurina alla pressione sanguigna più bassa. Alcuni studi mostrano che bassi livelli di taurina sono associati ad un aumento della pressione sanguigna. L’integrazione orale di taurina è considerata un regime potenzialmente molto sicuro e conveniente per il controllo dell’ipertensione in presenza di un sistema nervoso simpatico iperattivo, ovvero in presenza di stress cronico. Infatti è stato dimostrato che il consumo di 3 grammi di taurina al giorno per 2 mesi nei pazienti con ipertensione ha ridotto la pressione arteriosa sistolica e diastolica.

3. Colesterolo. La taurina è in grado di sciogliere il colesterolo. Si è osservato che la supplementazione di taurina può migliorare la secrezione e l’attività della bile e migliorare la degradazione del colesterolo da parte del corpo. È anche essenziale per la formazione dei sali biliari e, come tale, svolge un ruolo importante nell’assorbimento e nella scomposizione di grassi e colesterolo.

4. Anemia da carenza di ferro. In uno studio su 51 giovani donne con anemia sideropenica, la taurina e l’integrazione di ferro hanno contribuito a ripristinare i marker di sufficienza del ferro meglio dei soli integratori di ferro.

5. Fegato. La taurina può abbassare la pressione nella vena principale che porta nel fegato, la vena porta per questo motivo potrebbe aiutare quelli con cirrosi epatica ed altre condizioni. In uno studio l’integrazione di taurina con dosi superiori a 500 mg al giorno per 3 mesi ha ridotto il danno epatico in 24 pazienti con epatite cronica. Diversi studi su modello animale hanno osservato la taurina ha protetto i loro fegati dai danni dei metalli pesanti e dei grassi ossidati [1, 2, 3]. La disponibilità di taurina nel corpo è bassa in varie forme di cirrosi epatica. In uno studio su 35 pazienti con cirrosi epatica, l’integrazione giornaliera di taurina ha aumentato i livelli di taurina e ha anche ridotto i crampi muscolari dolorosi associati alla cirrosi. Studi su modello animale hanno osservato che la taurina è efficace nella prevenzione della malattia del fegato grasso non alcolica: riduce lo stress ossidativo, la morte cellulare e l’accumulo di grasso nel fegato. La supplementazione di taurina ha dimostrato anche di prevenire la malattia del fegato grasso alcolica negli animali riducendo lo stress ossidativo e l’infiammazione indotti dall’alcol, ha inoltre aumentato la produzione di proteine ​​associate alla disgregazione del grasso nel fegato. Negli studi su modelli animali con fegato grasso alcolico la taurina previene il danno epatico a lungo termine e aiuta le cellule epatiche a riprendersi più rapidamente dalla malattia.

6. Muscolatura e performance atletiche. La taurina è nota per essere essenziale per il normale funzionamento dei muscoli e la funzione muscolare può essere gravemente compromessa in presenza di carenza di taurina. In uno studio su 29 soggetti anziani affetti da insufficienza cardiaca, 500 mg di taurina 3 volte al giorno per due settimane hanno aumentato le prestazioni dell’esercizio fisico. Negli sportivi la supplementazione di taurina secondo gli studi può essere utilizzata per ripristinare i livelli di taurina nei muscoli che sono diminuiti dopo l’esercizio.

7. Occhi e vista. C’è una grande concentrazione di taurina negli occhi. La taurina ha dimostrato di proteggere le cellule della retina dai danni causati da sostanze ossidanti e dalla luce intensa. In uno studio condotto su 62 pazienti, una combinazione di taurina, diltiazem e vitamina E ha contribuito a prevenire la perdita della vista proteggendo dal danno ossidativo. Uno studio ha osservato che bassi livelli di taurina sono associati alla formazione di cataratta nell’uomo. Su modello animale è stato osservato che la carenza di taurina cronica prova una perdita irreversibile della vista. [1, 2] La taurina è quindi necessaria per il corretto funzionamento dell’occhio e avere una vista sana, ma ulteriori studi sono necessari per comprendere il meccanismo di azione e come una supplementazione possa essere usata per prevenire e trattare i disturbi della vista. Come vedremo, i pazienti diabetici sono spesso carenti di taurina, e quindi alcuni studi suggeriscono l’ipotesi che la carenza di questa sostanza possa contribuire allo sviluppo della retinopatia diabetica.

8. Epilessia. E’ stato osservato che la taurina può calmare il cervello e il sistema nervoso nei pazienti con epilessia e convulsioni [1, 2]. Inoltre un’altra connessione osservata è che i livelli di taurina sono più bassi negli individui che soffrono di epilessia. Uno studio su 9 pazienti con epilessia intrattabile, le convulsioni sono scomparse in 5 pazienti quando hanno ricevuto 1,5 – 7,5 g di taurina orale al giorno per due settimane. Sfortunatamente, alte dosi di taurina come queste in alcuni casi possono potenzialmente provocare convulsioni. Può far sbilanciare i livelli di aminoacidi e avere invece effetti negativi quindi sempre rivolgersi al medico prima di integrare con taurina se è a rischio di convulsioni.

9. Diabete. Il diabete riduce la capacità del corpo di assorbire la taurina. Secondo alcuni studi le complicanze diabetiche come danni al cuore, ai reni e ai nervi possono essere attribuite a un elevato danno ossidativo derivante da bassi livelli di taurina. In uno studio condotto su 39 pazienti diabetici di tipo 1, l’integrazione orale con 500 mg di taurina tre volte al giorno per 3 mesi ha ripristinato i livelli di taurina nel sangue; la supplementazione di taurina ha anche impedito la coagulazione delle cellule del sangue, riducendo il rischio di infarto.

10. Longevità. Vi sono prove crescenti che il consumo abbondantedi frutti di mare ricchi di taurina da parte dei giapponesi contribuisce alla loro longevità riducendo il rischio di malattie cardiache. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare la causalità [1, 2].

Altri benefici importanti che sono stati documentati sono:

  • Riduzione dei sintomi di astinenza dall’alcol (oltre a migliorare il fegato)
  • Contrastare l’infiammazione
  • Scomposizione del grasso corporeo
  • Riassorbimento dei grassi nei pazienti con fibrosi cistica
  • Diminuzione degli acufeni
  • Riduzione di ansia e depressione a seguito di forti stress
  • In alcuni studi su pazienti oncologici come aiuto per ridurre i sintomi di vomito e nausea
  • Trattamento di ADHD e psicosi in combinazione con le terapie convenzionali
taurina acquista

Taurina consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto.

Controindicazioni

Le donne in gravidanza dovrebbero evitare l’uso di integratori di taurina se non suggerito dal medico.

La maggior parte degli studi si è concentrata sull’uso a breve termine di integratori di taurina, pertanto, non è possibile trarre conclusioni sull’uso di integratori di taurina per periodi superiori a 1 anno.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali rilevati negli studi includono prurito temporaneo nei pazienti con psoriasi e ipotermia nei pazienti che non sono in grado di produrre quantità sufficienti di ormoni steroidei.

La taurina potrebbe avere un effetto diuretico e quindi non dovrebbe essere assunta se si stanno prendendo farmaci contenenti litio (Come quelli per il disturbo bipolare) in quanto riduce capacità del corpo di liberarsi del litio. Ciò potrebbe aumentare la quantità di litio presente nel corpo e provocare gravi effetti collaterali.

Interazioni con l’alcol

La taurina non dovrebbe essere mai miscelata con l’alcol. Purtroppo questo accade spesso nelle discoteche e bar dove ad esempio cocktail a base di energy drink e vodka sono spesso serviti. E’ stato osservato infatti che la combinazione di taurina e alcol uccide i topi.

Perché evitare gli energy drink

Il motivo per cui la taurina viene aggiunta nei malsani energy drink è che la taurina può ridurre gli spiacevoli effetti collaterali della caffeina, come palpitazioni, nervosismo e ansia: quindi la taurina viene solitamente aggiunta a queste bevande solo per mascherare gli effetti dannosi della bevanda.

L’alto contenuto di caffeina e zucchero degli energy drink contenenti taurina è dimostrato che annulla anche qualsiasi potenziale beneficio per la salute che la taurina potrebbe conferire. Quindi queste bevande non vanno considerate come integratori di taurina.

Diversi studi scientifici inoltre aprono la questione del potenziale grave rischio sulla salute degli energy drink, soprattutto negli adolescenti, un business che fattura 60 miliardi di dollari ogni anno.

Secondo la Food and Drug Administration, ci sono stati 34 decessi attribuiti al consumo eccessivo di energy drinks che giustificano un’indagine sulla sicurezza di queste bevande. Il consumo di energy drinks è stato associato ad arresto cardiaco, infarto del miocardio, dissezione coronarica spontanea e vasospasmo coronarico.

Purtroppo nella mentalità comune si è diffusa l’idea che il problema degli energy drink sia la taurina, mentre invece abbiamo visto che la taurina è presente già nel nostro corpo, nel latte materno, in alcuni cibi e svolge tantissime funzioni essenziali per la nostra salute.

Integratori che migliorano l’effetto della taurina

La taurina si sinergizza con il coenzima Q10, la vitamine A, la vitamina E, il selenio e il magnesio.

Dosaggio

Non è stata definita una dose standard per la taurina poiché non sono stati condotti studi per trovarne una. Fino a 3 grammi di taurina supplementare al giorno sono risultati sicuri per il consumo negli adulti. Vi è una forte evidenza che non ci sono effetti collaterali a dosi fino a e sotto questo valore. Gli scienziati non raccomandano una dose superiore a 3 grammi al giorno.

Quale acquistare

Ci sono vari integratori di taurina in commecio, uno dei migliori è quello dell’azienda britannica GoodHealthNaturally in quanto offre una formulazione naturale spray che permette l’assimilazione sublinguale nota per essere più rapidamente assorbita dall’organismo.

Il dosaggio consigliato dal produttore è da 5 a 10 spruzzi al giorno o come consigliato da un medico competente, attendere 10 minuti prima di bere liquidi, se si assume dopo i pasti attendere 15 minuti dopo aver mangiato.

taurina acquista

Taurina consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto.

Testimonianze

Di seguito sono riportate le testimonianze di persone che usano la taurina e hanno lasciato una recensione al prodotto acquistato online. Ce ne sono a centinaia in lingua inglese essendo all’estero molto più diffusa, quindi alcune qui riportate sono state tradotte in italiano.

“Ho notato un miglioramento ai miei problemi oculari e sto continuando a prenderlo. Grazie.”

“Sento reali benefici per i miei occhi con questo spray. Lo consiglio.”

“Stavo prendendo magnesio da un pò e nonostante mi senta più rilassata ho ancora problemi di sonno. Ho iniziato a prendere la taurina poco prima di andare a letto e ora mi fa dormire per ben +6 ore durante la notte! Inaspettato, in quanto non è il motivo per cui l’ho comprata! Ottimo prodotto.”

“La uso come parte di una routine per aiutarmi a dormire meglio e sicuramente mi sta aiutando.”

“Ottimo prodotto, uso la taurina e il magnesio per aiutare con le palpitazioni cardiache e funziona alla grande.”

“Ha eliminato le palpitazioni che stavo avendo, molto colpito dall’efficacia.”

“La supplementazione di taurina ha ridotto la mia aritmia al punto in cui il PVC e il PAC di cui soffrivo quotidianamente sono stati drasticamente ridotti. La mia ansia generale si è anche ridotta al punto che mi sento molto meglio e molto più capace di affrontarla. Prendo 3 grammi al giorno divisi tra mattina mezzogiorno e prima di andare a letto.”

“Leon Chaitow raccomanda la taurina nel suo libro sugli aminoacidi per quanto riguarda la prevenzione dell’emicrania, quindi ho pensato di provarla. Piacere di dire che le emicranie sono finite, ma penso che abbia più a che fare con l’eliminazione della Candida dal mio intestino che ogni altra cosa. Infatti ho scoperto che se hai la candida eccessiva nell’intestino tenue, diventi molto carente di taurina, poiché la candida la consuma. Bassi livelli di taurina fanno davvero male alla retina nei tuoi occhi e la mia vista si stava deteriorando molto velocemente mentre ero infestato da quell’orribile fungo chiamato Candida. Prendo questo prodotto a giorni alterni per la prevenzione dell’emicrania, come consigliato. Quello che ho notato da quando la prendo è una maggiore concentrazione, una vista migliore e livelli di energia più bilanciati. Ma sta succedendo anche qualcos’altro, che mi rende molto felice. Ha un effetto benefico sui muscoli. In breve, ogni volta che facevo un duro lavoro fisico, dopo avrei sempre avuto molto dolore. Da quando ha assunto questo aminoacido il dolore non esiste più. Se c’è dolore durante lo sforzo, è per una durata molto più breve e, soprattutto, non ritorna quando sono a riposo.”

“Dovrebbe essere un must per le persone che hanno la tendenza alla pressione alta e aterosclerosi. Regola i trigliceridi, converte il colesterolo cattivo in buono, diminuisce la pressione sanguigna, protegge dall’aritmia, agisce come neuroprotettore dopo patologie cerebrali, migliora la vista, previene la degenerazione maculare, insieme alla L-teanina previene crisi epilettiche e convulsioni.”

taurina acquista

Taurina consigliata. Clicca qui o sull’immagine per andare al prodotto.

Riferimenti Scientifici

– P P Stapleton et al. Taurine and Human Nutrition. Clin Nutr. 1997 Jun;16(3):103-8. 
– Yukio Yamori et al. Low cardiovascular risks in the middle aged males and females excreting greater 24-hour urinary taurine and magnesium in 41 WHO-CARDIAC study populations in the world. J Biomed Sci. 2010; 17(Suppl 1): S21.
– Satoh H, Sperelakis N. Review of some actions of taurine on ion channels of cardiac muscle cells and others. Gen Pharmacol. 1998;30(4):451‐463.
– Murakami S. Taurine and atherosclerosis. Amino Acids. 2014;46(1):73‐80.
– Militante JD, Lombardini JB. Treatment of hypertension with oral taurine: experimental and clinical studies. Amino Acids. 2002;23(4):381‐393. 
– Chen W, Guo JX, Chang P. The effect of taurine on cholesterol metabolism. Mol Nutr Food Res. 2012;56(5):681‐690.
– Beyranvand MR, Khalafi MK, Roshan VD, Choobineh S, Parsa SA, Piranfar MA. Effect of taurine supplementation on exercise capacity of patients with heart failure. J Cardiol. 2011;57(3):333‐337.
– Froger N, Moutsimilli L, Cadetti L, et al. Taurine: the comeback of a neutraceutical in the prevention of retinal degenerations. Prog Retin Eye Res. 2014;41:44‐63.
– Pasantes-Morales H, Quiroz H, Quesada O. Treatment with taurine, diltiazem, and vitamin E retards the progressive visual field reduction in retinitis pigmentosa: a 3-year follow-up study. Metab Brain Dis. 2002;17(3):183‐197.
– Ito T, Schaffer SW, Azuma J. The potential usefulness of taurine on diabetes mellitus and its complications. Amino Acids. 2012;42(5):1529‐1539.

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni