Tecnica di irrigazione a goccia solare con le bottiglie di plastica!

4 Commenti
Kondenskompressor

Clicca per ingrandire

Vista la crescita costante della popolazione, l’acqua dolce sta diventando sempre più scarsa, una frazione importante di questa viene utilizzata per l’irrigazione delle colture, gran parte dei sistemi di irrigazione sono spesso inefficaci sprecandone una notevole quantità, i sistemi di irrigazione più efficienti ci sono, come i sistemi a gocciolamento, ma sono costosi e quindi a disposizione di pochi agricoltori soprattutto nei paesi economicamente svantaggiati.

Cos’è la tecnica della goccia solare?

La goccia solare, nota anche con il nome di Kondenskompressor, è una tecnica d’irrigazione volta a conseguire un utilizzo ottimale di acqua utilizzando l’energia del sole come motore del movimento e distillazione dell’acqua. Si tratta di un sistema sorprendentemente semplice ed efficace con cui è possibile ridurre la quantità di acqua per l’irrigazione fino a 10 volte rispetto ai sistemi di irrigazione tradizionali. Si parla di distillazione perché il sistema ha anche il vantaggio di consentire l’utilizzazione di acque salmastre o di mare.

Il materiale base per la realizzazione di kondenskompressor sono le bottiglie in plastica PET. La realizzazione e l’installazione è molto semplice ed accessibile sia in agricoltura sia per uso domestico. Si richiede inoltre un minimo di manutenzione necessaria solo per riempire il serbatoio d’acqua, quando necessario, ed estirpare le piante che sono state capaci di crescere all’interno del Kondenskompressor. Applicando questa tecnica le piante si sviluppano usando solo la quantità necessaria di acqua, evitando l’evaporazione che normalmente non viene sfruttata.

Come fare un Kondenskompressor e applicare la tecnica della goccia solare?

Per fare un kondenskompressor si ha bisogno di una bottiglie di PET da 1 o 2 litri e un contenitore sempre in PET da 5 litri. Il contenitore deve essere tagliato rimuovendone il fondo, mentre la bottiglia è da tagliare all’incirca a metà utilizzandone solo la parte inferiore.
La base della bottiglia è posizionata a terra piena d’acqua e deve essere coperta dal contenitore più grande, i due contenitori devono essere allineati per consentire di aprire il tappo del contenitore più grande e poter versare l’acqua nel contenitore più piccolo.
Entrambe le bottiglie devono essere collocate accanto alla pianta che ha bisogno di acqua, avendo cura di circondare la pianta e Kondenskompressor, con fieno, paglia o foglie secche in modo tale da mantenere il più possibile l’umidità del terreno.

Come funziona il gocciolamento solare?

La tecnica di gocciolamento solare funziona utilizzando l’energia del sole per far evaporare l’acqua. Quando i raggi del Sole impattano su Kondenskompressor, la temperatura dell’aria all’interno aumenta, creando un effetto serra, facendo sì che l’acqua contenuta nel serbatoio evapori, l’aria all’interno della campana si satura di condensa, le piccole gocce che si depositano alle pareti del contenitore diventano sempre più grandi fino a scivolare sul terreno, ricreando in piccola scala il ciclo naturale dell’acqua.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

4 Commenti su questo post

  1. Con la plastica.. Ma è petrolio.. Cancerogena… Il sistema può funzionare, ma i materiali una volta ottimizzati rendono meglio la produzione.. 🙂

  2. Mia madre lo ha sempre fatto…magari usando le bottiglie di vetro…si rovesciano…piene di acqua nel terreno…e sono sempre irrigate…ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline