The Manchurian Candidate

Nessun Commento
acquista reishi ganoderma

Bennett Marco è un soldato veterano che dopo la sua esperienza nell’operazione militare denominata “Desert Storm” continua a essere tormentato da allucinazioni e strani incubi, che scopre essere ricorrenti anche ad alcuni suoi ex commilitoni. Fra i suoi commilitoni c’è anche il caporale Raymond Shaw, figlio della senatrice Eleanor Shaw, che si è candidato per il ruolo di Vice Presidente degli Stati Uniti. La senatrice è una donna manipolatrice e oltremodo influente, legata da un rapporto morboso al figlio, al punto d’essere stata la causa principale della fine della relazione del figlio con Jocelyne, figlia del senatore Tom Jordan, suo acerrimo rivale.

Investigando su cos’è accaduto veramente in Kuwait a sé stesso e al suo commando, Bennett Marco scopre di essere stato sottoposto a un lavaggio del cervello e a ripetuti esperimenti medici, compreso l’impianto di un microchip nel proprio corpo. Questo è accaduto sia a lui, sia a Shaw, sia a tutti gli altri commilitoni, molti dei quali negli anni successivi si sono uccisi. Bennet Marco risale alla Manchurian Global, potente banca d’affari con forti legami con la scena politica americana, e in particolare alla famiglia Shaw. Bennet Marco incontra una donna, Eugenie Rose, che poi scopre essere un agente dell’FBI, già sulle tracce di ciò che si cela dietro la Manchurian Global.

E…

Il film affronta un tema molto delicato e oggetto di controversia nell’opinione pubblica. Si parla della sovrapposizione di potere tra un colosso finanziario come la Manchurian Global gestito da poche personalità, e un governo come quello degli Stati Uniti che desidera essere annoverato come il “faro della democrazia”. È evidente la critica alle banche d’affari, in questo caso portate a esempio di un capitalismo finanziario che pretende di controllare il vero potere, quello politico, da dietro le quinte.

Allo spettatore viene offerto il dubbio, sin dall’inizio, che i sogni e le visioni allucinatorie di Bennet Marco siano da considerare semplici segni della paranoia. Procedendo la narrazione, però, quelli che prima erano segni di follia o teorie fantomatiche frutto di una mente distorta devono necessariamente essere reinterpretati come un’analisi possibilmente fondata dei fatti. La verità è che corporazioni finanziarie, o qualsivoglia gruppo di potere, possono dominare la vita politica della più potente nazione della Terra tramite avanzate tecnologie. Se si guarda i partecipanti delle organizzazioni internazionali che controllano la politica mondiale come Bilderberg, Aspen Istitute, Trilateral essi appartengono alle Banche Centrali, Corporazioni e Multinazionali.

Film o realtà?

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline