Un uomo cieco e il suo amico senza braccia hanno piantato 10.000 alberi in Cina

23 Commenti

Blind Man and His Best Friend Who is a Double Amputee Have Planted Over 10,000 Trees in China

 

Questa è una di quelle storie che ci ricordano che un nuovo mondo è possibile e che, ogni giorno, dovremmo praticare la gratitudine senza dare niente per scontato. Jia Haixia e il suo migliore amico Jia Wenqi ci mostrano che, nonostante dei gravi handicap fisici, è possibile fare qualcosa di concreto per rendere il nostro mondo un posto migliore.

Haixia e Wenqi sono due uomini cinesi di 53 anni che, nelle loro vite, hanno dovuto affrontare delle sfide incredibili. Haixia è nato con delle cataratte congenite che gli hanno causato la cecità ad un occhio. In seguito ha perso la vita del suo occhio sano con un incidente nel 2000.
Wenqi ha tragicamente perso entrambe le braccia in un incidente quando aveva 3 anni e da allora vive con gli arti superiori amputati.

Nonostante i loro handicap fisici, Haixia e Wenqi hanno deciso che la loro vita meritava di essere vissuta al massimo delle loro potenzialità e da sempre si aiutano a vicenda per superare gli ostacoli che incontrano. Se sono insieme non c’è niente che possa fermarli. Oltre alla loro incredibile storia di amicizia i due sono riusciti a piantare più di 10.000 alberi nel corso degli ultimi 10 anni.

“Io sono le sue mani” dice Haizia”Lui è i miei occhi. Siamo una bella squadra”

jiahaixiajiawenqi12

I due si sono incontrati nel 2001, quando entrambi non riuscivano a trovare lavoro a causa della loro disabilità. Ma non volevano mollare, così insieme hanno deciso di mettersi a piantare alberi per cercare di guadagnare qualcosa.

Blind Man and His Best Friend Who is a Double Amputee Have Planted Over 10,000 Trees in China

Con questa idea in mente hanno deciso di affittare un ettaro di terreno dal governo e si sono messi a lavoro.

Blind Man and His Best Friend Who is a Double Amputee Have Planted Over 10,000 Trees in China

Haixia e Wenqi si alzano ogni mattina alle 7. Quando raggiungono il fiume che devono attraversare per raggiungere il loro terreno, Wenqi porta Haixia sulle sue spalle fino alla riva opposta.

jiahaixiajiawenqi4

Il denaro che guadagnano non è molto ma la coppia è determinata a rimboschire il terreno. Non avendo abbastanza fondi per comprare nuovi alberi, usano i germogli degli alberi più vecchi da poter ripiantare.

Blind Man and His Best Friend Who is a Double Amputee Have Planted Over 10,000 Trees in China

Quando c’è bisogno di scalare un albero per raccogliere i germogli , Wenqi dirige attentamente Haixia e diventa letteramente i suoi occhi.

Blind Man and His Best Friend Who is a Double Amputee Have Planted Over 10,000 Trees in ChinaIl lavoro richiede molta pazienza e i frutti del loro sforzo non sono sempre evidenti. Ma veder crescere, centimetro dopo centimetro, i piccoli germogli è abbastanza per dare a Haixia e Wenqi motivo di andare avanti.

 Un grande numero di persone generose si sono offerte di aiutare Haixia e Wenqi dopo aver saputo la loro storia. Un benefattore ha offerto di pagare una costosa operazione per aiutare a recuperare parte della vista di Haixia , mentre un altro ha donato del denaro per le loro pensioni per assicurare che avessero sempre un tetto sulla loro testa e abbastanza cibo nel piatto.

È incredibile vedere come un’azione positiva ne innesca numerose altre.
Se volete fare il pieno di altre storie che vi scalderanno il cuore date un occhio alla nostra categoria Nuovo Mondo.

Vedi anche

[catlist name=nuovo-mondo]

 

 

 

 

 

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

23 Commenti su questo post

  1. vera sinergia…

  2. Gemma Aiza says:

    Un nuovo mondo è possibile… queste 2 persone lo dimostrano!

  3. bella storia,ma non ho capito da cosa ricavano il profitto..l’articolo dice che piantano alberi, su un terreno che han preso in affitto,x guadagnare qualcosa..sono alberi da taglio..da frutto..o li paga il governo x l’opera di rimboschimento ??

  4. L Unione fa la.forza

  5. Paola Tibald says:

    La volontà è tutto……

  6. Niente è impossibile quando l’intento e il migliore di altri.

  7. Persone che hanno un valore immenso.

  8. due grandi uomini

  9. Anita Greg says:

    La loro forte volontà è un esempio che può aiutare. ….a superare le difficoltà della vita.

  10. Se fossero italiani piangerebbero oltre a prendere la pensione..non c’è niente da fare i cinesi sono grandi lavoratori.
    .

  11. Signora Massaro Maria Teresa,perché tra tante nazionalità,ha menzionato giusto gli italiani? Devo dedurre che altri non ne conosce!!! Saluti 😉

  12. #thatsagoodnews That’s Good News

  13. Siamo sempre pronti a massacrare gli italiani e l’italia più di quanto nn facciano già tanti approfittatori … sarà ma più vedo l’Italia bistrattata più cresce il mio amor di patria e più mi dispiace che ognuno pensa a criticare e nessuno a migliorare le cose …..

  14. Brava la sig ra gemma aiza che dall’esempio dei due uomini, pensa ad un mondo nuovo, questa si chiama speranza ….. dobbiamo insegnarla ai giovani ed ai nostri figli

  15. ke belliiiiiii…

  16. Fa riflettere tanto….

  17. Lo sapevo , ma grazie di averlo ripostato..

  18. Come trasformare il veleno in medicina…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline