La sconvolgente verità sugli psicofarmaci, antidepressivi e ansiolitici VIDEO

5 Commenti

Questo documentario che racchiude più di 175 interviste ad avvocati, esperti della salute mentale, familiari delle vittime e gli stessi sopravvissuti svela come è nata la psichiatria, su quali basi vengono forniti i farmaci, quali sono gli effetti collaterali e soprattutto rivela una brutale ma ben fortificata macchina fabbrica soldi.

E’ la storia di farmaci che rappresentano un grosso affare e che alimentano un’industria psichiatrica da 330 miliardi di dollari l’anno, senza una sola cura. Si lavora sugli effetti e non sulle cause.

Il costo in termini di vite umane è persino più grande: questi farmaci uccidono circa 42.000 persone ogni anno. Il numero dei decessi è in continuo aumento.

Ecco la versione italiana del documentario “La vena dell’oro” divisa in 11 parti.

Ognuno faccia le proprie scelte ma il mio ruolo è quello di “far sentire tutte le campane”, soprattutto quelle scomode. Nel mio vedere la malattia è un’espressione del corpo-mente, non è qualcosa di separato da sopprimere ma qualcosa di integrato da ascoltare, un segnale di cambiamento. Siamo abituati a parcellizzare la nostra vita, a credere che un disturbo sia slegato da come mi relaziono con gli altri, sia slegato da ciò che mangio, sia slegato da dove vivo e dalle persone che mi circonda. Fortunatamente oggi la fisica quantistica dimostra il millenario riconoscimento che questa è solo un’illusione della coscienza.

Dacci Oggi le Nostre Medicine Quotidiane
Venditori senza scrupoli, medici corrotti e malati immaginari
Primo, non Curare chi è Normale
Contro l’invenzione delle malattie – La ribellione di uno
Psichiatra contro l’eccesso di diagnosi,
il DMS-5, Big Pharma e la medicalizzazione della normalità

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Scoperte mediche non autorizzate
Le cure proibite osteggiate dalle multinazionali del farmaco

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

Vedi anche

[catlist name=farmaci]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

5 Commenti su questo post

  1. Non saprei esprimermi a riguardo. Io per un breve periodo qualche anno fa ne ho assunto uno molto leggero e male non mi aveva fatto. Di solito comunque gli psicologi cercano di evitare di prescriverli e consigliano una terapia per cercare di arrivare al centro del problema e lavorarci su. Credo sia la soluzione migliore. Non esistono pillole magiche, la forza per uscire da un problema è dentro di te

  2. Kik Kokovic says:

    A dire la verità è una cosa che ho sempre pensato nel mio cuore è adesso che ne ho la conferma ugualmente mi fa star male

  3. Quando si sta male i farmaci sono uno strumento utile affiancati ad una psicoterapia. Naturalmente non tutti gli psichiatri sono uguali, bisogna trovare quello giusto. Provate ad immaginare di soffrire di disturbo bipolare o altre patologie simile e ad non avre la terapia farmacologica! Questi video sono superficiali!

  4. lina says:

    Sono d’accordo su ciò che dice questo video.Io ho avuto mio figlio sotto cura dello psichiatra,e ho visto …si camuffano di persone gentili,grandi paroloni sempra che zi interessano alla tua salute e invece fanno solo l’interesse delle case farmaceutica a loro interessano pazienti a vita che li canno guadagnare.A mio figlio lo stavano distruggendo.Vegliate su coloro che nella vostra famiglia sono sotto cura. Cercate una cura alternativa perché funziona.

  5. giachinof says:

    grazie dei video ke ho guardato + volte & ho deciso di divulgarli -INORRIDITO !!!
    Ho 78 y. sono stato giornalista , e tante altre cose
    dal 2008 in seguito a una caduta mi sono fratturato femore dx ….mi hanno prescritto prima ZOLOFT & poi CYMBALTA 1 cp/day da 60 mg.
    Mi rendo conto di essere un’altra persona in tutto _& per tutto !
    trovo difficile entrare nello specifico , mi riservo di farlo iun un II° momento.
    da quando sono uscito dall’ospedale & dal recupero della funzione di poter camminare ,ho riscontrato di non essere
    più ”me-stesso ”.
    ho provato abbassare il livello delCYMBALTA da 80 a 30 matt + 30 pm ….e poi a solo 30 /day per vedere se potevo farne a meno ma poi mi sono sentito costretto ritornare a 6o/mg .
    ormai associo al mattino presto 5/6 luso di i cp. di CYMBALTA insieme A 2cp. di LYRICA (da 75mg x2=150 mg per i dolori all’anca/femore rotto ) e così passo la mattina ”intontito ” per poi reagire nel pm verso le 15/16…
    ADESSO , ALLARMATO & CONVINTO DI VOLER SMETTERE DI FARMI DEL MALE [ ci tengo a vivere ancora nonostante la mia veneranda età = vedasi il mio profilo ”F.G.nichot ” ] COSA POTETE CONSIGLIARE PER SMETTERE CON QUESTI FARMACI & DISINTOSSICARMI DA QUESTE DROGHE ???
    IN attesa di un Vs. consiglio per me importantissimo ,
    Vi ringrazio & Vi faccio i miei complimenti per il Vs. ottimo lavoro professionale.
    Franco Giachino Nichot
    Skype = walklight 40037
    tel.cell. +39 392 4042050

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline