Epstein_Barr_Virus

Vi racconto i dettagli di una guerra, la guerra è tra virus e sistema immunitario. Il virus è integrato nel DNA, dove può restare in latenza anche anni tenuto a bada dalle IgG. Poi, se qualche evento distrae il sistema immunitario (un trauma fisico, chimico, psichico), il virus se ne approfitta tentando la replicazione e la produzione di proteine immunosoppressive e anti-apoptotiche.

In questa fase il Sistema Immunitario reagisce e dirige contro la cellula, preda del virus, le sue cellule speciali, le Natural Killer, le quali, creano veri e propri squarci sulla membrana cellulare, tramite i suoi enzimi Grazyme e Perforine, permettendo alle IgG, ai macrofagi, agli eosinofili, agli anticorpi antinucleo, di penetrare dentro la cellula e distruggere la base nemica.

Ne risulta un danno evidente: una malattia cosiddetta (con termine improprio e fuorviante) AUTOIMMUNITARIA. Questo è il motivo per cui una malattia autoimmunitaria inizia sempre dopo un evento traumatico (di varia natura).

La sede anatomica della guerra (e quindi la sede della malattia autoimmune) corrisponde alla zona di integrazione del virus nel DNA. Il virus è pervenuto in tale zona per via linfatica, durante una delle sue replicazioni e diffusioni. Se questa zona è il pancreas e, in particolare, se sono state occupate le cellule beta (quelle che producono l’insulina), la malattia che ne consegue si chiama diabete tipo 1.

Se ad essere state occupate sono le cellule dell’epidermide, si parla di psoriasi. Se le cellule sono quelle tiroidee, si parla di tiroidite di Hashimoto. Se le cellule sono quelle del sistema linfatico cerebrale, la malattia immunitaria corrispondente si chiama sclerosi multipla, ecc. ecc. Le malattie immunitarie sono centinaia e i malati che ne sono affetti sono decine di milioni solo in Italia.

Non è vero che solo “pochi” tra i positivi alle IgG presentino una malattia. E’ vero, invece, che in questa direzione ben pochi medici dirigono il loro sguardo diagnostico e che il mondo della virologia si aspetta dai virus solo malattie infettive e che il mondo dell’immunologia ritiene, dal suo angolo visivo, che le malattie immunitarie siano dovute a “ERRORI” del sistema immunitario, tanto è vero che definiscono “AUTOIMMUNITARIE” tali patologie.

Più che danneggiare il DNA nucleare della cellula umana, il virus INTEGRA IL SUO DNA nel nostro DNA, portando con sè il suo patrimonio genetico. Ad esempio il virus Epstein-Barr ha 80 geni per la produzione di 80 proteine. La brutta notizia è che le 80 proteine prodotte dal virus mirano a sopprimere il nostro sistema immunitario, a inibire il processo di apoptosi e di inibire i nostri oncosoppressori.

Il più grande depistaggio culturale e scientifico nella storia della Medicina e della Biologia consiste nel NON voler constatare che dentro la cellula presa d’assalto dalle cellule del sistema immunitario c’è un virus che sta tentando, fra l’altro, il colpo grosso: quello di sfuggire definitivamente al Sistema Immunitario e di IMMORTALIZZARE LA CELLULA OSPITE. Quando ciò avviene, la malattia che ne consegue si chiama CANCRO!

DOTT. GIUSEPPE TROVATO – MEDICO DIETOLOGO

Domande e risposte

Perché non si sente parlare di un cancro virale?

Dottor Giuseppe Trovato: La Comunità Scientifica Mondiale afferma che il 15% dei tumori sia di origine virale. Il problema è poi quello che non si ammette una terapia antivirale per contrastare il cancro di quel 15% di persone. Io allargo la percentuale ad un buon 95% … e lascio il 5% per tutte le altre cause …

Leggi anche

Dr. Giuseppe Trovato. Tumori e infiammazione cronica. La prevenzione vincente

Intervista al Dr. Mozzi. Cosa succede mangiando grano e latticini

Medico Oncologo Dr. Mirco Bindi: “Le vere cause del cancro nascoste dalle Lobby”

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni