Segui Dionidream su

“Lo Yoga contro la depressione come il Prozac. Bastano due volte a settimana per migliorare l’umore”

Evidence Based
yoga depressione

E’ quanto emerge da una ricerca della Boston University pubblicata nel Journal of Alternative and Complementary Medicine in cui si dimostra come due pratiche settimanali di yoga aiutano chi soffre di depressione e migliorano i sintomi di almeno il 50%.

Gli autori dello studio hanno analizzato il disturbo depressivo maggiore ovvero la forma più difficile di depressione e quindi i risultati sono molto incoraggianti! La depressione colpisce circa 5 milioni di italiani e nel mondo ne soffrono 322 milioni di persone, secondo i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Lo Yoga meglio di un farmaco per la depressione

La pratica dello yoga abbinato a una respirazione profonda ha alleviato i sintomi della depressione in numerosi pazienti senza l’uso di farmaci potenzialmente dannosi diventando così un valido trattamento naturale.

Se gli yogi di tutto il mondo sostengono che la pratica dello yoga comporti vantaggi fisici, mentali e spirituali (yoga infatti significa “unione con il divino”) questo recente studio della Boston University mostra come antiche pratiche di guarigione possono essere usate per trattare le malattie della modernità.

Seguire lezioni di yoga due volte a settimana contribuisce ad alleviare la depressione grazie alla combinazione delle asana e della respirazione profonda. Il tutto senza gli effetti collaterali dei farmaci. Infatti come forse ben pochi sanno, gli antidepressivi hanno tra le loro reazioni avverse pensieri suicidi e se assunti in gravidanza aumentano dell’87% il rischio di autismo nel nascituro.

Lo studio dimostra più benefici senza rischi

Lo studio, pubblicato nel Journal of Alternative and Complementary Medicine e riportato dal Time ha preso in esame un campione di 30 persone di età compresa tra i 18 e i 64 con la diagnosi di depressione. La metà dei partecipanti ha preso 90 minuti di lezioni di yoga tre volte a settimana o, in alternativa, seguito quattro sessioni di 30 minuti in casa ogni settimana.

Loading...

La restante parte del campione ha preso due lezioni di gruppo (o seguito tre sessioni casalinghe) sempre con cadenza settimanale.


Alla base delle lezioni di yoga seguite dai partecipanti ci sono delle posture molto precise e una respirazione controllata che vanno sotto il nome di Iyengar yoga. Nelle lezioni sono soprattutto  fondamentali i 20 minuti di respiro lento e dolce e delle espirazioni e inspirazioni di cinque secondi.

Dopo circa tre mesi, la maggior parte delle persone di entrambi i gruppi hanno risposto ad un questionario per calcolare il loro livello di depressione. Per tutti c’è stata una diminuzione del disagio di almeno il 50%. Di più. Tutti quelli che hanno fatto tre lezioni ogni settimana hanno registrato un punteggio di depressione inferiore rispetto a quelli che si erano limitati a due pratiche settimanali. L’autore dello studio, il dottor Chris Streeter, professore associato di psichiatria e neurologia presso la Boston University School of Medicine, afferma che la pratica ha effetti collaterali molto inferiori a quelli dei potenziali farmaci che alterano l’umore.

La scienza conferma i benefici delle pratiche millenarie

Il dottor Delia Chiaramonte, direttore dell’istruzione, presso il Centro di Medicina Integrativa presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Maryland, rivela che questo nuovo studio solidifica la ricerca che è già stata fatta esaminando i vantaggi dello yoga non solo per il corpo ma anche per la mente.

“Ci sono diversi studi che suggeriscono i benefici dello yoga nelle persone affette da depressione”, afferma. “L’esercizio ha anche dimostrato di avere notevoli benefici per alleviare la depressione e le pratiche meditative. Poiché la pratica dello yoga combina sia l’esercizio fisico che la meditazione, a mio avviso, dovrebbe essere considerata come un trattamento aggiuntivo per la depressione. Può essere utilizzato insieme ad altre forme di esercizio, strategie cognitive, meditazione, immagini guidate e in casi gravi, farmaci antidepressivi”.

Infatti non si tratta della prima ricerca che collega il benessere mentale a questa antica pratica. A novembre 2016 uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry da ricercatori della Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania, aveva messo in evidenza quanto lo yoga sia positivo per chi soffre di depressione maggiore. Nel corso della ricerca un gruppo di pazienti aveva seguito sessioni di yoga e un secondo gruppo no. Solo il primo aveva ottenuto miglioramenti.

Il limite degli antidepressivi

Il dottor Chris Streeter, autore dello studio conclude:

“Yoga e respirazione colpiscono il sistema nervoso autonomo, e se il sistema nervoso autonomo è equilibrato il resto del cervello funziona meglio”. Secondo la ricerca il 40% delle persone che usano antidepressivi non riescono a riprendersi completamente dalla depressione. “Invece di aggiungere un altro farmaco per cercare di inseguire un risultato difficile – conclude lo psichiatra – direi che lo yoga è un’altra voce che si può aggiungere al regime di trattamento e che potrebbe sicuramente aiutare a stare meglio. Sicuramente lo yoga può essere considerato come un bastone che aiuta nel disagio più profondo”.

Il dottor Gregg Biegel, medico ed istruttore di Kundalini Yoga commenta lo studio dicendo:

“Gli esseri umani sono animali emozionali complessi. Il nostro comportamento è direttamente controllato dal sistema nervoso centrale, dal sistema nervoso autonomo e dal nostro sistema ghiandolare. Quando questi sistemi di controllo sono fuori equilibrio, si avverte un’ampia gamma di emozioni dal nervosismo alla rabbia all’ansia e alla depressione. La pratica dello yoga può aiutare a regolare e bilanciare i sistemi di controllo del corpo incorporando il respiro e il movimento.”


Leggi anche

Medici: “Gli antidepressivi possono essere dannosi per il cervello e non risolvere la depressione”

Dr Mercola: “Ecco gli integratori naturali per il trattamento della depressione”

Yoga: E’ dimostrato che fa bene al cuore

Riccardo Lautizi è su Instagram. Clicca qui per seguire il suo profilo

⇒ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni

Next Post
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il nostro team comprende medici, dottori di ricerca, naturopati e nutrizionisti. Ci impegniamo a fornire informazioni imparziali, complete e obiettive su salute e benessere.

Nota che ogni "parola verde" nel testo contiene un link cliccabile a studi, approfondimenti, prodotti. In fondo agli articoli più complessi puoi trovare il pulsante "Riferimenti scientifici": cliccandoci si aprirà la lista con tutti gli studi utilizzati nella redazione dell'articolo.

Le informazioni contenute nei nostri articoli NON intendono sostituire una visita con un operatore sanitario qualificato e non vanno intese come consigli medici o psicologici.