Lo Zafferano migliora la vista e protegge la retina dalla degenerazione maculare

16 Commenti

degenerazione maculare zafferano

Lo zafferano permette di recuperare la vista, proteggere gli occhi e contrastare la degenerazione maculare che si manifesta con l’età. Ecco come va consumato

La perdita della vista e la degenerazione della retina si manifestano con frequenza dopo i 50 anni e in Italia si stima che più di 3.5 milioni di persone ne soffrano.  Si prevede che nel 2020 circa 196 milioni di persone saranno colpite da degenerazione maculare legata all’età e il 41% di esse svilupperà cecità.

Con l’avanzare dell’età si cominciano ad avvertire i primi sintomi dell’invecchiamento e una delle condizioni più diffuse è proprio l’indebolimento della vista. La degenerazione maculare è la principale causa di cecità irreversibile in occidente.

La macula è la parte centrale della retina che permette di distinguere i dettagli ed è indispensabile per riconoscere, durante la lettura, un carattere da un altro o, nella visione da lontano, i tratti di un volto. Ci consente quindi di scrivere, leggere e guidare.

Sintomi

La degenerazione maculare consiste nella morte delle cellule retiniche della macula e si manifesta con questi sintomi:

  • Distorsione delle immagini nel centro del campo visivo (ossia dove si punta lo sguardo)
  • Alterata visione dei colori e del contrasto
  • Diminuzione della vista
  • Deformazione dell’immagine e la scomparsa di una parte di essa
  • Negli stadi più avanzati si percepisce una macchia nera al centro del campo visivo

Cause

Sono stati osservati molti fattori di rischio che favoriscono la perdita della vista e la degenerazione della retina:

  • Fumo di sigaretta
  • Alcol
  • Diabete mellito
  • Vita sedentaria
  • Dieta povera di vitamine e acidi grassi (omega 3)
  • Ipertensione
  • Esposizione prolungata e ripetuta a sorgenti di luce molto intense (ad esempio monitor, smartphone di notte, luci bianche fredde in casa o a lavoro, lampadine con watt alti)
  • Ereditarietà

Il potere curativo dello zafferano per la vista

La degenerazione maculare può essere prevenuta e rallentata molto attraverso l’ingestione di una maggiore quantità di alcuni carotenoidi vegetali.

Gli scienziati dell’Università dell’Aquila guidati dalla professoressa Silvia Bisti hanno scoperto che lo Zafferano ha un effetto eccezionale sui geni che regolano le prestazioni dei fotorecettori degli occhi e non solo li protegge dai danni che si manifestano con l’età ma può rallentare ed addirittura invertire il decorso della degenerazione maculare.

Loading...

Gli scienziati hanno pubblicato diversi studi a riguardo. Hanno scoperto che lo Zafferano può migliorare l’acuità visiva e la sensibilità alla luce, anche in persone con i primi segni di degenerazione della vista. Il risultato è stato impressionante dato che i pazienti hanno sperimentato un miglioramento così importante della vista che sono riusciti a leggere due linee in più sulla tabella che comunemente viene usata per misurare la gradazione della vista.

Lo Zafferano è una pianta pregiata e molto costosa usata da millenni per molteplici usi tra cui quello della preparazione di piatti prelibati. In pochi sapevano, però, che offre benefici enormi per la nostra vista. In realtà lo Zafferano veniva usato anche per applicazioni mediche ed ha una lunga storia di guarigione nelle tradizioni asiatiche.

Ad esempio è utile per il trattamento di una varietà di disturbi come dolori mestruali, problemi della menopausa, depressione, diarrea cronica e la nevralgia. La medicina moderna ha scoperto anche lo Zafferano ha proprietà antitumorali, anti-mutagene (prevenzione la mutazione delle cellule proteggendo il DNA), immunomodulanti e antiossidanti.

Secondo la Prof. Bisti lo Zafferano non è semplicemente un anti-ossidante, ma sembra possedere una serie di altre proprietà che sono specifiche nel proteggere gli occhi dato che influenza i geni che regolano il contenuto di acidi grassi della membrana cellulare e questo rende i fotorecettori più forti e più resistenti.

In studi su modelli animali con una dieta ad alto contenuto di Zafferano si osservata una aumentata protezione dell’occhio dagli effetti dannosi della luce – qualcosa che tutti noi soffriamo quando ci esponiamo a luci intense ad esempio negli ambienti di lavoro o nei centri commerciali o semplicemente stando di fronte al pc per ore. I ricercatori hanno visto che gli animali riacquistavano progressivamente la vista man mano che lo zafferano riparava le cellule della retina.

Negli studi la professoressa Bisti ha usato piccole quantità di zafferano (20 milligrammi) che però era scelto della migliore qualità in modo da soddisfare specifici criteri chimici e di neuroefficacia.

Come usare lo zafferano

Lo zafferano può essere usato per preparare il famoso risotto allo zafferano (chiamato anche risotto alla milanese) ma è ottimo anche con il cous cous e in molti pianti in cui oltre a donare un gustoso sapore da una nota colorazione molto intensa.

Poiché usare lo zafferano nelle ricette tutti i giorni può essere difficile e anche non ottimale, è possibile seguire un ottimo rimedio per godere dei benefici dello zafferano per la vista. Semplicemente mescola 0.1 grammo di zafferano in un bicchiere d’acqua calda che puoi addolcire con una puntina di miele. L’ideale è berlo prima di andare a dormire.

Oltre a favorire la salute della vista, lo zafferano purifica il sangue, riduce trigliceridi e colesterolo, migliora la circolazione sanguigna e aiuta nel trattamento dell’artrite.

Riferimenti
– The Age-Related Eye Disease Study 2 Research G. Lutein + zeaxanthin and omega-3 fatty acids for age-related macular degeneration: The age-related eye disease study 2 (areds2) randomized clinical trial. JAMA. 2013;309(19):2005-15.
– Falsini B, Piccardi M, Minnella A, et al. Influence of saffron supplementation on retinal flicker sensitivity in early age-related macular degeneration. Invest Ophthalmol Vis Sci. 2010;51(12):6118-24.
– Marangoni D, Falsini B, Piccardi M, et al. Functional effect of saffron supplementation and risk genotypes in early age-related macular degeneration: a preliminary report. J Transl Med. 2013;11:228.
– Piccardi M, Marangoni D, Minnella AM, et al. A longitudinal follow-up study of saffron supplementation in early age-related macular degeneration: sustained benefits to central retinal function. Evid Based Complement Alternat Med. 2012;2012:429124.
– Saffron could stop blindness and cure eye disease. News-medical.net

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

16 Commenti su questo post

  1. Nn solo…credo anche la vit.D.

  2. Francesco Antonio Di Cagno says:

    Egregio Riccardo Lautizi, lei in questo articolo consiglia di utilizzare 1 grammo di zafferano ogni sera. Vorrei una sua ulteriore conferma sulla quantità di zafferano da assumere quotidianamente.
    Glielo chiedo perché sarebbe insostenibile una cura di questo genere per i costi da affrontare. La ringrazio fin d’ora se vorrà precisare con un altro suo articolo o con una sua risposta via mail. Buone cose.

    • dioni says:

      Ciao Francesco,
      Come ho già scritto nell’articolo, negli studi fatti hanno usato solo 20 milligrammi di zafferano di qualità superiore. Quindi si può usare anche meno di 1 grammo di uno zafferano le cui qualità non si conoscono ma non ti posso dire alcun dosaggio preciso dato che i parametri di qualità non sono stati diffusi

  3. Lo zafferano costa uno sproposito purtroppo

  4. ELISA says:

    1 GRAMMO DI ZAFFERANO ALLA SERA??? CREDO CI SIA UN ERRORE
    UN GRAMMO COSTA 25-30 EURO..
    SAREBBE UNA CURA CARISSSSSSSSSSSIMA

  5. Elisa says:

    una domanda.. però rispondete! prima di andare a dormire può far eccitare chi soffre già di ansia e tensione!?

  6. rino says:

    salve volevo chieder per quanti giorni si deve assumere 0,1 gr. di zafferano per avere effetti concreti???

  7. Posso confermare che è così ho constatato io stessa

  8. Marcello MARIANELLI says:

    Egr. Dott. Lautizi leggo da qualche anno i suoi articoli e di altri autori su Dionidream, che poi con copia e incolla conservo e leggo. Noto da qualche tempo che le belle illustrazioni, accompagnano gli articoli, che per primo mi avevano attirato non sono più copiabili e questo mi dispiace. Non riesco a capire questa scelta e le sarei grato se potesse rispondermi. Comunque congratulazioni per il lavoro che fate, cordiali saluti M. MARIANELLI

    • dioni says:

      Ciao Marcello,
      Grazie per i complimenti.
      Ti confermo che le illustrazioni sono ancora copiabili. Se per qualche motivo dal suo computer non riesce, per salvare gli articoli si può usare il tasto stampa che appositamente abbiamo inserito nella barra di condivisione così che verranno salvati un file pdf che include tutto il testo e le immagini.

  9. Esmeralda Caetani says:

    Caro dott. Lautizi,
    Purtroppo non ho trovato giovamento per la mia maculopatia degenerativa dopo l’uso dello zafferano scientificamente testato e dal costo importante, 20 compresse 60 euro scontate due volte al giorno per un anno e mezzo. Forse non funziona su tutti. Un certo miglioramento dice il mio oculista c’è stato, ma poca cosa. Forse l’ho preso poco? Devo secondo te continuare?

    • dioni says:

      Ciao Esmeralda,
      Come si evince dall’articolo la sua efficacia, come d’altronde per ogni terapia, è maggiore se visto in termini di prevenzione, soprattutto in quelle patologie che vanno avanti da anni. E’ sicuramente un risultato positivo che ci siano stati miglioramenti per una patologia che altrimenti non ha cure per la medicina allopatica ma esistono solo farmaci che aiutano a rallentare la progressione.
      Quello che posso consigliarti, a prescindere dallo zafferano e di eliminare le cause viste nell’articolo, è rivedere l’alimentazione e l’assunzione di antiossidanti. E’ dimostrato infatti che gli antiossidanti rallentano la degenerazione maculare perché proteggono proprio dallo stress ossidativo che ha luogo anche negli occhi. Ad esempio le bacche, mirtilli, tè verde, tè rooibos, graviola, melograno, kiwi sono molto ricchi di antiossidanti. Inoltre è risaputo che l’estratto fresco di carota è ottimo per la salute degli occhi. Con analoghe funzioni antiossidanti sono anche astaxantina e omega 3. E’ importante anche eliminare l’infiammazione generale dell’organismo e quindi rivedere lo zucchero e le farine raffinate nella dieta, e valutare il digiuno.

      • Esmeralda Caetani says:

        Caro dott. Lautizi,
        Grazie per la tua risposta che mi aiuta a capire. Ma allora basta seguire quello che mi consigli, rivedere l’alimentazione e mangiare regolarmente frutta e vegetali ricchi di antiossidanti. Sicuramente costano meno di quell’integratore con lo zafferano. Sai, ho un nipotino che studia medicina e si è letto quei lavori scientifici. Mi ha detto che egli scienziati hanno fatto gli esperimenti con un solo tipo di zafferano, ma non lo hanno confrontato con gli altri zafferani che costano di meno. Anche sui malati non lo hanno confrontato. Sai, adesso mi vengono dubbi visto che non è che mi ha giovato molto. Mangerò molto di più prodotti naturali, ma mi potresti dire quali e quanto ne devo mangiare perché ho letto pure che troppi potrebbero dare fastidi. Grazie per i tuoi consigli, sono veramente di aiuto, sei molto competente e percio mi fido di quello che consigli
        Esme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT