Studio Scientifico: lo Zenzero è 10.000x più efficace della Chemioterapia

39 Commenti

zenzero chemioterapia

Un nuovo studio rivela che lo zenzero contiene un composto che potrebbe essere fino a 10.000 volte più efficace rispetto alla chemioterapia convenzionale, distruggendo alla radice le cellule staminali del cancro che ne permettono la conservazione e la diffusione. 

Lo studio pubblicato sulla rivista medica PLoS rivela che il componente, presente nello zenzero, noto come 6-shogaol è superiore alla chemioterapia convenzionale nell’essere preciso a sradicare la causa principale del tumore maligno al seno: vale a dire, le cellule staminali del cancro al seno.

Mentre le cellule staminali tumorali rappresentano solo tra 0,2 e l’1% delle cellule all’interno di un determinato tumore, hanno l’apparente capacità “immortale”  di auto rinnovarsi, sono in grado di differenziarsi di continuo, sono resistenti agli agenti chemioterapici convenzionali, e sono tumorigeniche, vale a dire sono in grado di “dividersi” per creare nuove colonie tumorali. Chiaramente, le cellule staminali del cancro all’interno di un tumore devono essere distrutte per avere una cura duratura.

La ricerca ha dimostrato che il taxolo, un medicinale chemioterapico, usato in concentrazione pari a 10.000 volte superiore al composto dello zenzero non è stato in grado di colpire selettivamente la radice del cancro come invece ha fatto il 6-shogaol dello zenzero.

Lo 6-shogaol è contenuto nello zenzero quando viene essiccato o cotto. Lo studio ha anche riscontrato che gli effetti anticancro si sono verificati a concentrazioni che erano non tossici per le cellule non cancerose – una differenza fondamentale di trattamenti convenzionali per il cancro che non presentano questo tipo di citotossicità selettiva e quindi creano un gran danno per il paziente debilitandolo e facendogli perdere capelli.

In definitiva, questo nuovo studio si aggiunge a un crescente corpo di ricerca che indica che cellule staminali tumorali sono sradicate utilizzando sostanze naturali presenti nella dieta umana da migliaia di anni e sono di gran lunga superiori alla chemioterapia e alle radiazioni, le quali effettivamente possono far aumentare le relative popolazioni di cellule staminali del cancro dando vita a tumori più aggressivi.

CONSIGLI PER ASSUMERE LO ZENZERO

  • Per fare una tisana prendi una radice di zenzero fresca di 5 cm, togli la buccia e mettila nell’acqua fredda insieme ad un pò di cannella e curcuma. Porta ad ebollizione e fai bollire a fuoco basso per 5 minuti. Lascia in infusione per 5 minuti e poi bevi il tutto. Puoi aggiungere del latte di cocco per migliorare il gusto.
  • Inserisci una radice di zenzero fresca pelata nei tuoi frullati o centrifugati. Non eccedere che potrebbe risultare troppo piccante.
  • Usa lo zenzero in polvere o lo zenzero fresco grattugiato per condire le tue pietanze.
  • Un rimedio che alcuni hanno usato contro il cancro è zenzero fresco grattugiato mescolato con la stessa quantità di miele, prenderne 1 cucchiaio 3 volte al giorno.
Zenzero Candito
Senza zucchero

Voto medio su 12 recensioni: Da non perdere

Zenzero
La spezia miracolosa che rivitalizza e ringiovanisce l’organismo

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

La Mia Ricetta Anti Cancro
Alimentazione, difese naturali, gestione delle emozioni: come ho sconfitto il tumore

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

39 Commenti su questo post

  1. Quello che mi meraviglia è che ci si meravigli dell’aiuto alla guarigione che ci da la natura. La medicina è troppo impegnata a ridicolizzare tutto ciò che non viene da lei dimenticando totalmente il significato etico e morale di cosa significa ESSERE MEDICO e limitandosi a FARE IL MEDICO senza mai mettersi in discussione dall’alto della presunzione e arroganza scientifica!!!!!!!!!!Forse un pò di Umiltà lo renderebbe un medico migliore

  2. Ornella Sari says:

    Io sono una fanatica dei rimedi naturali ma credo che se continuiamo a pubblicare notizie con titoli di questo genere si ottenga l’effetto opposto. Se è vero che siamo unici ed irripetibili è anche vero che ogni cura (sia naturale che chimica) ha effetti diversi. Resta il fatto che il consiglio perfetto sia andare da un esperto naturopata che si affiancherà alla medicina tradizionale per ottenere un risultato migliore. Va considerata anche la componente psicologica che incide e non poco.

  3. Lo sa che la adoro signor dioni, vero ?
    Che bello che ci sia lei in questo mondo.

  4. Speriamo solo che non ci sia una puntina di marketing nell’indurre al consumo di zenzero, sarebbe bello che fossero vere per tutti queste proprietà

  5. E che marketing ci potrebbe essere dietro allo zenzero? Credo che in maniera evidente il vero business sia dentro ai chemioterapici.
    Per fortuna che c’è chi divulga notizie come questa anche se poi la gente è troppo terrorizzata nel non seguire la “medicina convenzionale”….

  6. Ornella Sari says:

    Io non contesto la divulgazione delle notizie ma credo che lo zenzero possa andar bene per alcuni e non per tutti quindi titolare così la notizia fa pensare ad una bufala cosa che non è.

  7. Nella storia della medicina due figure ho sempre considerato come punti di riferimento: Ippocrate e Paracelso, e di questi due personaggi le frasi guida sono state rispettivamente: “Il tuo cibo sia la tua medicina, la tua medicina sia il tuo cibo” e “Omnia venenum sunt….Dosis sola facit, ut venenum non fit” (Tutto è veleno…..Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto); aforisma sul quale si basa l’odierna omeopatia….ma anche tutta la medicina classica, infatti pharmakon è una parola greca che significa, appunto, medicina, ma anche veleno.

  8. Questo è per johanna. …

  9. Sergio says:

    Io semplicemente lo aggiungo al mio quoditiano estratto di verdure e frutta, insieme al curcuma e mirtilli aggiungo pure una piccola quantità di germogli che coltivo con estrema facilità, BE cosa dire, funziona, da quanto uso L’ estrattore, il mio stato fisico e notevolmente migliorato, energia fisica plus, non più sonnolenza dopo mangiato, pancia notevolmente sgonfia, dimacrimento, il palato fino allo stomaco notevolmente più pulito, adesso voglio provare prima dei pasti L’ uso dell’aceto per aggiungere ulteriori vitamine e per un ulteriore dimagrimento, vediamo se anche questa informazione funziona

  10. Sergio says:

    Dimentica uso solamente il riso normale, riguardo la pasta lo faccio con le zucchine con la macchinetta, funzione è facile da fare, enorme risparmio economico

  11. Martina says:

    Io sono fermamente convinta che nella Natura ci sia tutto ciò di cui abbiamo bisogno e sicuramente anche nello zenzero ci sarà un composto con proprietà farmacologiche però reputo eccessivo elencare poi, sotto l’articolo alcuni rimedi “che alcune persone hanno usato contro il cancro”. Non so se vi rendere conto che se davvero fosse così il cancro sarebbe sconfitto per sempre e invece purtroppo non è così. Il fatto abbiano scoperto questa molecola nello zenzero sarebbe una buona notizia, ok, ma è ovvio che questa sostanza vada isolata, estratta, purificata ed eventualmente concentrata! Non basta certo mangiare lo zenzero per sconfiggere il cancro! Magari! Potrà avere una funzione preventiva, potrà essere un coadiuvante, ecc ma finché la sostanza che contiene non verrà isolata, estratta, purificata e concentrata avrete voglia di mangiare lo zenzero. Non basterebbe farne indigestione. Proporre quelle ricettive finali come rimedi per combattere il cancro è da farabutti. Se qualcuno poi ci crede e non si cura e va avanti con tisane di zenzero convinto di curarsi con quelle??
    La naturopatia è utile. Io stessa ho fatto un master post-laurea in naturopatia scientifica, quindi io stessa sono naturopata ma non si possono diffondere notizie che potrebbero avere conseguenze anche fatali su chi legge!
    Saluti.

    • luigitoso says:

      se il cancro non è sconfitto dipende dalla volontà contraria e dall’immensa sete di profitto di BIGPHARMA. infatti la causa primaria del cancro è stata scoperta negli anni trenta e nel 1931 fu assegnato per questa scoperta al dott. Otto Heinrich Warburg il premio nobel per la medicina.
      Warburg scoprì che le cellule cancerose sono acide e che questa acidità è collegata alla mancanza di ossigeno… in pratica sono in grado di sopravvivere in assenza di ossigeno perchè sono acide e sono acide per sopravvivere alla mancanza di ossigeno.
      in ambiente basico non sopravvivono.
      è evidente che questa scoperta non è stata presa in nessuna considerazione.
      eh, troppo facile, troppo poco lucro, meglio condannare a un orribile morte milioni di persone trattandole con veleni acidissimi e radiazioni cancerogene mettendo in moto quella macchina per fare soldi che è la cura del cancro secondo BigPharma.

  12. Martina says:

    Ps. Anche il taxolo ha un’origine naturale: deriva dalla corteccia del tasso…

  13. Martina says:

    Pps. Con questo non intendo dire che lei, signor Dioni, o chi per lei ha scritto l’articolo sia un farabutto: non lo credo affatto, perché chi crede nella Natura novantanove volte su cento è animato da uno spirito buono. E sono certa che si è espresso male, però stia magari attento a non dire che “la pianta X o Y guarisce dal cancro”. Il cancro è una malattia seria e grave e sicuramente cibarsi della tal pianta può servire da coadiuvante o può essere un metodo preventivo, ma ” guarire” la vedo dura. Non che la Natura non debba esser studiata, anzi! E’ proprio dalle sostanze presenti in Natura che l’uomo ha ricavato i migliori farmaci e quindi bisogna continuare a cercare in essa molecole che ci aiutino nel mantenimento della nostra salute. Dico solo che certi componenti, perché siano davvero efficaci, vanno estratti. Dubito che basti farsi delle tisane per “guarire”…

    • luigitoso says:

      di sicuro non servono sedute di chemioterapia con veleni e trattamenti radioattivi, se non a prolungare la malattia, la scienza è sopravvalutata, non tiene conto che tutto è collegato, “approfondisce” ma non “comprende” anzi, separa.
      se si vuole guarire da qualsiasi malattia, bisogna mettere il nostro sistema immunitario in condizione di combatterla (e non deprimerlo come fa la chemio) e questo si ottiene con l’alimentazione naturale e con alimenti naturali come lo zenzero, ma anche con frutta e verdure crude.
      il cancro non si cura con le medicine. si cura mangiando cose sane e buone.
      capito perchè Bigpharma combatte aspramente tutte le cure naturali perseguitando i medici che le praticano e costrigendoli ad abbandonare la professione medica (vedi Tullio Simoncini e la cura del cancro col bicarbonato)

  14. E te lo dice una persona operata di cancro che ha usato anche le terapie alternative (per fortuna) , scusami ma sono abbastanza informata.

  15. Brava. Di dove sei? Che lavoro fai?

  16. Provincia di Vicenza. Tesista in medicina.

  17. Matteo,in realtà lo studio esiste ed è interessante ma quello che non è qui detto è che si tratta di uno studio pubblicato nel 2015 e che è stato condotto su colture in vitro di 2 tipi. Queste colture rappresentano un modello di malattia ma non la malattia calata nel suo contesto biologico completo: in pratica hanno usato il principio su cellule allevate in una scatolina da laboratorio e non su una massa tumorale all’interno di un corpo vivo. Questo significa che lo studio è ancora nella cosidetta fase 1 e che deve passare ancora la sperimentazione animale e quella umana il che implica che, anche nel caso il principio attivo non dovesse dimostrarsi tossico su un organismo intero o inutilizzabile per qualche altro motivo (instabilità agli enzimi digestivi nei tessuti, labilità al calore corporeo superiore ai 37° come in caso di febbre, smaltimento troppo rapido da parte dei reni ecc), passeranno 15-20 anni prima che sia disponibile come farmaco. Altra imprecisione di questo scritto è che lo zenzero non è stato confrontato con LA chemioterapia bensì con il tassolo: 1 singolo chemioterapico spesso, ma non sempre, inserito in protocolli chemioterapici per cancro del seno.E’ anche lui un principio attivo di origine vegetale ma da molti anni la ricerca sta cercando di sostituirlo con principi attivi meno tossici e più mirati. va detto che articoli scritti così creano false speranze in chi, per ora, non ha altre alternative alle cure oncologiche finora approvate accompagnate da una corretta alimentazione e da tanto supporto morale. Chi si occupa di cancro sa che i chemioterapici sono i farmaci più tossici al mondo e per questo la ricerca si sta spostando sulle biotecnologie e, appunto, sui principi attivi naturali e questa è un’ottima notizia ma Dio ci salvi dall’informarci solo alla scuola dei blogger. Scritti come questo possono al massimo offrire delle suggestioni per ulteriori approfondimenti. Comunque in caso voleste saperne di più, questo è l’articolo: http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0137614

  18. Perché saremmo al limite della denuncia?? Secondo Lei i naturopati non studiano??? Guru??? Santoni?? Io sono una naturopata che ha studiato all’ istituto di medicina psicosomatica Riza di Milano ,i miei docenti sono tutti medici non mi sento per niente ne una santona ne una guru…. Quindi la prego di moderare i termini con cui apostrofa le persone…Lei si curi come vuole e lasci agli altri la stessa libertà. Buongiorno

  19. Perché saremmo al limite della denuncia?? Secondo Lei i naturopati non studiano??? Guru??? Santoni?? Io sono una naturopata che ha studiato all’ istituto di medicina psicosomatica Riza di Milano ,i miei docenti sono tutti medici non mi sento per niente ne una santona ne una guru…. Quindi la prego di moderare i termini con cui apostrofa le persone…Lei si curi come vuole e lasci agli altri la stessa libertà. Buongiorno

  20. Non si spacciano presunte verità approffittandosi dei malati. Si prenda una laurea in medicina con specializzazione. Poi ne riparliamo.

    • luigitoso says:

      hai ragione, non ci si approfitta dei malati, dillo a BigPharma!

  21. Tiziano says:

    Appena acquistata, spazzola la radice sotto l’acqua e tienila in frigo solo appoggiata su di un tovagliolo.
    Per fare l’infuso, tagliala a fettine di un millimetro (o meno) e mettila in acqua calda (prossima al bollore) per 5 min, mescolando ripetutamente. Noterai che le fettine perdono sapore mentre l’infuso diventa molto forte.
    Mezzo cucchiaino di miele e via! E’ un piccante piacevole e non persistente.

  22. Tiziano says:

    il problema non è limitato al trovare qualcosa che uccida la cellula malata salvando quella sana ma si estende a come veicolarla nell’organismo in modo efficace senza effetti collaterali avversi

  23. Sergio says:

    Si può sconfiggere le malattie solamente confrontando la cultura scientifica classica attuale con nuove conoscenze , nuove informazioni, bollare tutte le nuove informazioni per sciocche e ridicole è sempre sbagliato, non dimentichiamo episodi deplorevoli del passato fra tutti la sofferenza di Galileo dovette smentire tutto per aver salva la vita, io sono convinto che bisogna ascoltare tutte le opinioni attuali del passato e nuove per discenderne per quello più giusto solo così facendo possiamo farci del bene

  24. Pier Paolo Saba says:

    Ho letto l’articolo sull’eficaccia dello Zenzero contro le cellule maligne al seno, tuttavia non dice niente su altre forme cancerose che possono aggredire altre parti dell’organismo, come un Carcinoma a cellule squamose cheratinizante. Neoplasia che si infiltra estesamente, sottominante, il derma reticolare con risparmio del rivestimento epidermico.
    In tal caso, cosa si consiaglia?

  25. Alessandro says:

    Il commento più sensato e competente è quello di Maria Chiara di Avalon…. dimostra di avere competenza in quanto scrive. In effetti le cose non sono così semplici come vuol far credere chi ha scritto l’articolo…. anche l’AIDS potrebbe essere distrutto semplicemente se immerso per pochi minuti in candeggina, ma non possiamo immergere un corpo umano vivente in candeggina, per sconfiggere la malattia uccideremmo anche la persona. Così pure in questo caso, i principi naturali contenuti nelle piante possono avere una valida reazione contro la malattia, ma se non è ancora stato trovato un modo per la somministrazione mirata ad uso terapeutico del farmaco, significa che stiamo parlando di aria fritta. Ben venga l’informazione, ben venga che se ne parli di una potenziale medicina ancora allo stato embrionale, ma che l’informazione sia precisa e completa, altrimenti si tratta di disinformazione.

  26. ENZO ALDO says:

    Salve a tutti, vorrei solo dire che ringraziando Dio non ho nessuna malattia come il cancro e dopo aver conosciuto il sito DIONI DREAM, sui consigli di come vivere, ho iniziato ad assumere quotidianamente lo zenzero ed la curcuma in piccole dosi col thè, la mattina (un pizzico) con l’aggiunta di un quarto di limone e un cucchiaino di miele. Posso assicurarvi che dopo due mesi mi sento rivitalizzato, più energetico, alcuni dolori sono scomparsi, ed anche una piccola cosa che ho…… è migliorata. mi son detto dall’inizio “tanto male non fà”.
    l’argomento trattato e molto delicato, io non sono un medico però leggendo e informandomi su internet, posso dire che dietro tutto ciò c’è purtroppo un interesse delle multinazionali, che monopolizzano la sanità con la complicità delle banche più potenti del mondo, tanto per nominarne una “Rothschild”. ci sono testimonianze documentate di casi insabbiati in America e messi a tacere “Una cura naturale non si può brevettare, che interesse avrebbe una casa farmaceutica?”
    Anche in Italia un certo Prof. SIMONCINI ex medico romano si presenta come un oncologo acclamato all’estero e ricco di riconoscimenti scientifici, una sua dichiarazione periodica è la partecipazione a congressi internazionali di medicina come applaudito relatore. Colui che con pochi centesimi riuscirebbe a curare il cancro, Il bicarbonato di sodio, prima spiegando le cause e poi come intervenire. Simoncini ha teorizzato che la causa unica e necessaria di tutti i tumori (maligni e benigni) è la CANDIDA ALBICANS un fungo presente in tutti gli ambienti terrestri ed anche normalmente nel nostro organismo.
    La candida sarebbe la causa anche di altre malattie quali il diabete, la psoriasi e la sclerosi multipla.

    -Qui di seguito si vede come viene screditato da un sito web.(MedBunker)
    Tullio Simoncini è un ex medico romano radiato dall’albo dei medici e condannato a quattro anni e quattro mesi totali di reclusione, su denuncia di parenti di alcuni suoi ex pazienti, per omicidio colposo (in un caso) e truffa (in due casi) in seguito alla morte di tre persone che si erano affidate a lui per curare la propria malattia tumorale. La condanna, confermata in via definitiva, è anche di risarcimento civile (800.000 euro) e riguarda anche suo fratello (medico anch’esso). I reati sono estinti per prescrizione. L’ex medico è stato condannato anche in Albania per la morte di un paziente (italiano) a due anni di reclusione per negligenza medica ed è attualmente sotto processo in Italia per lo stesso caso.
    Nell’aprile del 2011 l’AGCM ha condannato il guaritore con una sanzione di 50.000 euro ed il divieto di proseguire la sua attività e di pubblicizzarla. Ha inoltre vietato la pubblicità in generale tramite internet del suo metodo. Nonostante la condanna e la radiazione, le sanzioni ed il divieto di proseguire con la sua attività Tullio Simoncini continua ad esercitarla e l’ha anzi estesa in tutto il mondo con l’aiuto di internet e di collaboratori che ne pubblicizzano le teorie. L’ex medico ha trasferito la titolarità del suo sito ad un’altra persona sperando di sfuggire all’intimazione dell’AGCM ma questa, ravvisando che questo non cambia il carattere “promozionale” del suo sito gli ha inflitto un’ulteriore multa di 50.000 euro.
    Questo ci insegna che è un campo molto delicato, (minato) però lascio a voi trarre le conclusioni.
    una ciclo di chemioterapia costa dai 6 ai 9 mila euro. e io pago e io pago.

  27. Shantiohm says:

    Per chi ha tanta fiducia in big pharma e tutta la branca di medici bastardi, continuate pure ad avvelenarvi con pasticche e merda chimica, io sono anni che non ho un raffreddore mai avuto febbre e niente di niente, semplicemente oltre a bere molta acqua e non quella in bottiglia, visto che è piena di schifezze e fluoro che calcificano la pinneale, uso molto zenzero, curcuma, limoni, miele e tante altre piante ed erbe, e frutta del mio campo, non mangio in nessun mec donald di merda, nessu prodotto artefatto o industriale e tengo il mio corpo sempre alcalinizzato, le farmacie non so neanche cosa sono!
    P.S. Il 99% delle malattie sono MENTALI.

  28. MArco says:

    A quando una sperimentazione in doppio cieco dell’affermazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline