Come scegliere la vera Zeolite Clinoptilolite Attivata che disintossica da metalli e rafforza l’intestino

8 Commenti

zeolite attivata

Come un minerale disintossicante e curativo può diventare un business pericoloso. Ecco come riconoscere la vera zeolite clinoptilolite attivata che offre tantissimi benefici per l’organismo

Di zeoliti in natura ce ne sono oltre 80 tipi, la clinoptilolite è quella più utilizzata e studiata in medicina, per la sua stabilità (non si disgrega con i succhi gastrici). Di seguito scoprirai che la VERA Zeolite Clinoptilolite Attivata è diversa dalle altre zeoliti in commercio perché:

  • E’ priva di metalli pesanti (mentre le altre economiche in commercio provengono da giacimenti non accuratamente selezionati e il processo di micronizzazione rilascia metalli)
  • E’ stata doppiamente attivata per avere un enorme potere assorbente per le tossine e metalli in circolazione nel nostro organismo
  • Viene studiata da più di 25 anni mostrando enormi risultati benefici per la salute dell’organismo: ha un effetto curativo sulla parete intestinale e sul cervello
  • I marchi che distribuiscono la vera zeolite clinoptilolite attivata in Italia sono: MULTIZEO; PANACEO; ZEONAM; ZEOSIND MED.

Zeolite per uso interno ed esterno

Prima di parlare di zeolite ad uso umano, dobbiamo precisare che oggi le zeoliti per essere assunte a livello orale devono essere classificate come Dispositivi Medici di classe 2a o superiori, cioè avere la sigla CE seguita da un numero (che identifica l’ente autorizzato alla certificazione), o in alternativa, essere classificate come Novel Food, ma in questa classificazione non se ne trovano, e se vi fossero dovrebbero averlo scritto in etichetta.  Se non c’è un numero dopo la sigla CE sono dispositivi ad uso esterno, non da ingerire!  Attenzione perché le zeoliti possono avere diverse provenienze e avere caratteristiche non adatte alla assunzione orale (oltre a non essere attivate).

PMA-Zeolite – La vera zeolite attivata che disintossica l’organismo

Immaginate un minerale con una struttura di una spugna, pieno di piccolissimi canali, più lo sbriciolate in maniera irregolare e più superficie create (come crateri e montagne), tanto che con la PMA-zeolite si arriva a 4000 (quattromila) mq per grammo (calcolo fatto da un famoso esperto di matematica applicata, il Prof. Dr. Rudolf Taschner). Questa micronizzazione si realizza con una tecnologia raffinata, fatta di rotori spinti a velocità supersonica che creano due correnti di aria controrotante. Questi due flussi spingono ad auto-collidere tra loro le particelle di zeolite (4000 collisioni al secondo e 400° C di temperatura). La struttura della zeolite di modifica e la superficie si ‘attiva’ aumentando le cariche elettriche (detto semplicemente,  detto in maniera complicata, si creano elettroni spaiati in momenti magnetici diversi con una tendenza ad una certa ‘conservazione’ del fenomeno ).

La zeolite esce dagli attivatori creando volumi molto superiori a quelli iniziali, come se fosse lievitata, sino a ‘decantare’ perdendo metà di questo volume.  Ecco l’attivazione. Ebbene solo la PMA-zeolite è attivata così. Le altre zeoliti che trovate sul mercato non sono attivate con questa tecnologia, anche se riportano sull’etichetta “attivato” (usando anche indebitamente le sigle di queste come ZCA o ZECLA che appartengono alla Ecobase gmbH e riferite alla PMA-zeolite).

I primi Dispositivi Medici a base di zeolite clinoptilolite sono stati registrati in EU nel 2006 dalla ditta Austriaca Panaceo e distribuiti in Italia dalla Ecobase GmbH. Altra precisazione da fare è che il GMDN, cioè il nomenclatore dei Dispositivi Medici in Europa classificò le zeoliti attivate della Panaceo come ‘“sostanze ad uso orale adatte ad assorbire, chelare e rimuovere sostanze  dannose e tossiche nel tratto gastro-intestinale (es. metalli pesanti, micotossine, nitrosamine, ammonio, cationi radioattivi, pesticidi), riducendone l’assorbimento da parte dell’organismo. Possono funzionare anche come antiossidanti, catturando radicali liberi e riducendo la formazione di ROS (reactive oxigen species). La zeolite attivata generalmente è disponibile in polvere, capsule, compresse”.

Le ricerche sulla zeolite

Da questo momento molte aziende hanno iniziato a dire che aveva zeoliti ‘attivate’ per sfruttare questa comunicazione. Ma chi ha pubblicato le ricerche sulla zeolite?

Troverete che da più di 25 anni le principali pubblicazioni sono da ricondurre al prof Kresimir Pavelic, oltre al caro prof. Karl Hecht, che ha sempre e solo analizzato la PMA-zeolite (che viene attivata due volte per aumentarne il potere detossicante) tanto da riconoscere che la PMA-zeoltie ha un effetto specifico diverso da ogni altra.

Infatti anche lo studio svolto in Italia sull’attività neuronale ha dimostrato che le altre zeoliti micronizzate in commercio non hanno un effetto protettivo sulle cellule neuronali come si può leggere nella pubblicazione scientifica. Pensando che molti metalli sono neurotossici questa è una differenza da tenere presente.

Perché le altre zeoliti non registrate possono essere pericolose

Questo significa che esistono zeoliti e zeoliti? Si

I criteri per scegliere una buona zeolite clinoptilolite per grandi e piccoli sono:

  1. Le metodiche di estrazione (molti produttori per risparmiare usano gli esplosivi contaminando quindi la zeolite)
  2. L’assenza di inquinanti nei giacimenti iniziali (esempio: le zeoliti clinoptiloliti turche sono in genere inquinate da arsenico)
  3. La purezza, cioè la selezione di alto contenuto di zeolite clinoptilolite pura ottenuta separando altre argille che possono contenere alluminio libero o altri metalli pericolosi
  4. Le tecnologie di micromacinazione che possono provocare, con la frizione tra zeoliti e metalli dei mulini, l’inquinamento delle stesse (le aziende che scrivono impropriamente “attivata” usano un processo di micronizzazione che inquina la zeolite dato che la zeolite entra in contatto con le pale del mulino metallico)
  5. L’effettiva ‘attivazione’, che coincide con una reale tecnologia che aumenta la superficie per grammo, o, in generale, l’attività del minerale in qualche modo (sulla PMA-zeolite ci sono ben 5 brevetti e un altro sta arrivando)
  6. Il supporto di studi fatti esattamente su quel tipo di zeolite da scienziati in grado di dialogare e rispondere ai quesiti tecnici, con un comitato scientifico vero che ricerca e pubblica (solo la PMA-Zeolite ha avuto enormi risultati positivi per la salute umana). Ma nessun consumatore può verificare questo e quindi alla fine potremmo aggiungere a sigillo dei precedenti punti:
  7. se è un Dispositivo Medico di classe IIa o superiore ad uso orale che riporta in etichetta soddisfacenti indicazioni (con il marchio CE seguito da un numero, NB: senza numero è ad uso topico, non orale)

Nel caso della PMA-zeolite possiamo dire che questi criteri sono soddisfatti e i professionisti possono consultare approfondimenti e chiedere direttamente alle aziende: pmazeolite

Anche la Dr.ssa Ilse Triebnig, che ha lavorato come chirurgo oncologico del distretto austriaco della Carinzia, nel suo libro ‘La pietra della Vita’ racconta della sua esperienza con migliaia di pazienti che hanno utilizzato PMA-zeolite in forma di dispositivo medico ad uso orale.

Quindi nei prodotti a base di PMA-zeolite trovate il marchio CE seguito dal numero 1250 (in precedenza 0197), e la nuova principale indicazione in etichetta, che viene da un nuovo studio scientifico pubblicato.

La PMA-Zeolite protegge l’intestino e disintossica da metalli pesanti

Il prof Kresimir Pavelic ha recentemente costruito un modello del tratto gastro intestinale, studiando il comportamento degli inquinanti, sopratutto metalli e pesticidi. E grazie allo studio di altri colleghi è emerso che la PMA-zeolite è un vero protettivo dell’epitelio intestinale, che agisce, attraverso la riduzione di metalli pesanti e di ione ammonio, sul livello di integrità della barriera intestinale. Medici e operatori possono accedere ad un approfondimento cliccando qui.

zeolite permeabilità intestinale

Agire sull’integrità della barriera intestinale è davvero importante perché molti disturbi di salute hanno origine proprio dalla permeabilità intestinale ovvero dalle giunzioni della barriera intestinale che allentandosi lasciano passare scorie, cibo indigerito, tossine che arrivano nel sangue causando infiammazioni, stanchezza, intolleranze alimentari e molto altro.

Ma, ripetiamo, tutti questi studi non possono riferirsi a zeoliti diverse dalla PMA-zeolite® perché si tratta di molecole diverse. Il fatto poi che i prodotti a base di PMA-zeolite siano meno economici è chiaramente dato, oltre che dai passaggi distributivi diversi in ogni nazione, soprattutto dai costi di selezione e lavorazione del materiale e di ricerca scientifica.

Dove acquistare la VERA Zeolite Clinoptilolite Attivata

La VERA zeolite clinoptilolite attivata può essere acquistata online oppure in farmacia scegliendo tra i marchi: MULTIZEO; PANACEO; ZEONAM; ZEOSIND MED che contengono tutti la PMA-Zeolite.

Riferimenti scientifici sulla PMA-Zeolite
1. Lamprecht, et al. (2015) Effects of zeolite supplementation on parameters of intestinal barrier integrity, inflammation, redox biology and performance in aerobically trained subjects. Journal of the International Society of Sports Nutrition 2015, 12:40 doi:10.1186/s12970-015-0101-z.
2. Panaceo et al. (2014) Exzerpt: Österreichweite Pilotstudie zur natürlichen Senkung erhöhter Leberwerte mit Zeolith.
3. Pavelić S und Pavelić K (2014 b) Report to Panaceo: Preliminary report on Hepatectomy Study results (unpublished).
4. Pavelić S et al. (2014 a) Heavy metal removal from solution by different zeolite materials in artificial stomach and gut models (unpublished).
5. Pavelić S et al. (2014 f) Removal of organochlorine and organophosporus pesticides from solution by different zeolite materials (unpublished).
6. Pavelić S und Pavelić K (2014 b) Report to Panaceo: Preliminary report on Hepatectomy Study results (unpublished)
7. Montinaro M et al. (2013) Dietary zeolite supplementation reduces oxidative damage and plaque generation in the brain of an Alzheimer’s disease mouse model. 17-19.
8. Weber D (2012) Zeolith bei der Therapie von Essstörungen: Einfluss auf den BMI bzw. Blutparameter. Kurheim Paracelsus, Warmbad-Villach.
9. Bachl, N (2011): Leitung Zentrum für Sportwissenschaft und Universitätssport. Beurteilung der Ergebnisse der randomisierten Doppelblindstudie mit Panaceo Sport.
10. Flowers J et al. (2009) Clinical evidence supporting the use of an activated clinoptiolite suspension as an agent to increase urinary excretion of toxic heavy metals. Nutrition and Dietary Supplements; I: 11-18.
11. Hecht K et al. (2008) Naturmineralien Regulation Gesundheit. IFOGÖT-Reihe. Schibri-Verlag Berlin-Milow.
12. Abuja PM (2006) An investigation of the antioxidant activities of PANACEO. Institut für Biophysik und Röntgenstrukturforschung. TU Graz.
13. Knapitsch et al. (2004): Sportmedizinische und Sportwissenschaftliche Ordination, Klagenfurt. Die Wirkung von PANACEO SPORT auf die Laktatwerte während der körperlichen Anstrengung beim Menschen mit Hilfe einer randomisierten, placebokontrollierten Doppelblindstudie.
14. Pavelic K., (2002) “Acute, subchronic and chronic toxycity study of tribomechanically activated micronized mineral zeolite”, Boscovic Institute, Zagreb.
15. Pavelic K. et Al. (2002), Immunostimulatory effect of natural clinoptilolite as a possible mechanism of its antimetastatic ability, Journal of Cancer, Publisher Springer Berlin Volume 128, Number 1 / January.
16. Pavelic K. (2001) Natural zeolite clinoptilolite: new adjuvant in anticancer therapy, Journal: Journal of Molecular Medicine Publisher Springer Berlin.
17. Pavelic K. (1999) Toxicity studies of tibomechanically activated micronized mineral zeolite , School of Medicine, University of Rijeka.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

8 Commenti su questo post

  1. Cinzia says:

    Voglio solo ringraziare per i validissimi consigli quotidiani che date dei quali faccio tesoro

  2. Sempre molto efficiente e oserei dire bravissimo nel dare spiegazioni e approfondimenti molto utili grazie

  3. Carmelo says:

    Scusi ma sulla base di Sue precedenti informazioni (https://www.dionidream.com/ripulisci-e-depura-lintestino-la-bocca-e-lorganismo-con-la-zeolite/
    avevo acquistato quella indicata nell’articolo , mi potrebbe dire se oggi va bene?

    • dioni says:

      Ciao Carmelo, la PMA-zeolite essendo doppiamente attivata e più pura è più efficace, ad un costo maggiore.

  4. MilaLyudmila says:

    LARINGRAZIO, da VERO, E molto utile TUTTI informazione, che scritti.. aguri, buonpomerigio✋

  5. Valentina says:

    Grazie mille per gli articoli che pubblicate. Sono sempre molto interessanti ed utili. Vorrei chiederle se la Multi zeo Med va bene e posso stare tranquilla comprandola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline