Come eliminare tossine, pesticidi, metalli pesanti e proteggersi con la Zeolite

11 Commenti

zeolite benefici

La zeolite è un minerale naturale di origine vulcanica che svolge una potente azione disintossicante nell’organismo. Utile per eliminare i pesticidi assunti con l’alimentazione, i metalli pesanti presenti nel cibo, nell’aria e nell’acqua, i radionuclidi che danneggiano la tiroide, i radicali liberi che favoriscono l’invecchiamento e lo ione ammonio che viene prodotto con l’attività fisica ed è responsabile dell’affaticamento (oltre ad essere tossico per il cervello).

Il suo utilizzo, come per l’argilla, è antichissimo dato che per migliaia di anni gli esseri umani e animali l’hanno consumata spontaneamente per ripristinare la salute.

Esistono 191 tipi diversi di zeolite che trovano un vasto impiego nell’industria alimentare, farmaceutica, chimica e agricola. La zeolite clinoptilolite è il particolare tipo di zeolite che ha i migliori effetti biologici per la salute umana e veterinaria.

La clinoptilolite ha una struttura cristallina costituita da due tetraedri di SiO4 ed AlO4 legati mediante ponti ossigeno che genera dei canali nei quali vengono attratti ed intrappolati la maggior parte dei metalli pesanti e tossine che incontra nel suo percorso.

Si stima che l’80% delle persone testate con il mineralogramma (ovvero l’analisi del capello) rivelano uno o più metalli pesanti in eccesso nell’organismo. Questo è dovuto alle ormai onnipresenti tossine che troviamo dappertutto, dai vestiti al cibo confezionato, alla frutta e verdura non biologiche, carne e latte convenzionali, all’acqua del rubinetto, vernici, materassi, cosmetici e prodotti per l’igiene.

Quindi se da una parte è importante porre attenzione alla proprie abitudini scegliendo per quanto possibile soluzioni naturali, dall’altra è praticamente impossibile evitare totalmente la fonte di questi contaminanti e perciò dobbiamo effettuare periodiche depurazioni, specialmente se viviamo in città o abbiamo una costituzione fisica delicata che tende ad accusare ed accumulare queste sostanze.

10 Benefici della zeolite clinoptilolite

1. Disintossicante. E’ stato dimostrato che la zeolite clinoptilolite è in grado di rimuovere i metalli pesanti (specialmente cadmio, piombo e arsenico), pesticidi, antibiotici e tossine. E’ ideale quindi per tutti i fumatori e per chi vive in zone dove l’acqua di rubinetto è a rischio. Infatti la maggior parte dei contaminanti sono cationi (ioni positivi) che vengono attirati e intrappolati dagli anioni del reticolo cristallino della zeolite. Queste sostanze tossiche vengono poi espulse tramite le feci senza affaticare i reni e il fegato. Questa è una caratteristica unica della zeolite dato che la maggior parte dei chelanti sfrutta le capacità emuntorie dell’organismo. Inoltre la zeolite non esaurisce gli elettroliti del corpo durante la sua disintossicazione ma anzi rilascia minerali.

2. Radiazioni. I giapponesi impiegarono la zeolite nelle vittime da radiazioni durante le esplosioni di Hiroshima e Nagasaki. I russi nel 1986, a Chernobyl, usarono tonnellate di zeolite per bonificare i terreni e le acque contaminate. Fu inserita anche nel cibo (come biscotti e cioccolate) da dare ai bambini colpiti dalle radiazioni per proteggerli dalle loro terribili conseguenze. La zeolite è in grado di assorbire i radionuclidi ed espellerli dal corpo. Un esempio è lo iodio radioattivo che si deposita nella tiroide e causa infiammazioni e danni alla ghiandola. Per questo dopo Chernobyl c’è stato un aumento esponenziale delle patologie tiroidee in Italia e nel nord Europa. E’ ottima anche da assumere prima e dopo i viaggi in aereo per eliminare gli effetti dei raggi cosmici a cui ci si espone, soprattutto nei viaggi intercontinentali.

Loading...

3. Cancro. Uno studio ha dimostrato che la zeolite clinoptilolite “colpisce la proliferazione delle cellule tumorali in vitro e può agire come un adiuvante nella terapia del cancro“. Un altro studio ha confermato che la zeolite “clinoptilolite influenza la vitalità delle cellule, la divisione cellulare e la risposta cellulare allo stress che provoca l’effetto antiproliferativo e l’induzione dell’apoptosi in vitro. I risultati ottenuti hanno dimostrato che l’effetto biologico della zeolite clinoptilolite sull’inibizione della crescita delle cellule tumorali potrebbe essere una conseguenza delle caratteristiche di adsorbimento e scambio ionico che causano l’adsorbimento di alcuni componenti sierici mediante la clinoptilolite.

4. Chemioterapia. Questo è il campo di applicazione oggi più applicato e studiato della zeolite. E’ spesso consigliata dagli oncologi ai pazienti per ridurre gli effetti nocivi dalla chemioterapia e radioterapia. Va assunta nei tempi e dosaggi consigliati dal proprio medico curante.

5. Bilancia il pH. La naturale basicità della zeolite le permette di tamponare l’acidità prodotta dalla fermentazione intestinale e dall’eccesso di acido cloridrico nello stomaco. Come effetto del consumo di zeolite si può osservare un innalzamento del pH delle urine.

6. Allergia. La zeolite è in grado di ridurre i sintomi allergici. Infatti le allergie spesso possono essere innescate da un aumento del livello di tossine nel corpo, come ad esempio con la formaldeide e l’assimilazione eccessiva di pesticidi.

7. Antiossidante. La zeolite è ottima nell’eliminare i radicali liberi, molecole chimiche pericolose per le nostre cellule tanto da essere soprannominate “killer cellulari”, responsabili dell’insorgenza o dell’aggravamento di molte malattie come diabete, malattie cardiovascolari, tumori ed invecchiamento precoce.

8. Alzheimer. Uno studio dell’Università di Brescia su modello animale ha dimostrato che la zeolite clinoptilolite micronizzata è in grado di favorire la rimozione dello stress ossidativo e delle placche accumulate. Questi fenomeni sono considerati tra i principali eventi che portano all’invecchiamento e alle malattie neurodegenerative, e quindi la zeolite si pone come un potente adiuvante nel trattamento di queste patologie. I risultati hanno mostrato infatti la capacità della zeolite di aumentare l’attività endogena della superossido dismutasi (SOD) nell’ippocampo e una riduzione dei livelli amiloidi e del carico di placche rispetto al gruppo di controllo.

9. Alcol. La zeolite è ottima per eliminare i postumi dell’alcol e gli effetti negativi sul fegato.

10. Sport. Durante l’attività fisica intensa viene prodotta, oltre all’acido lattico che disturba la prestazione, anche ammoniaca che è tossica per il cervello ed è responsabile di molte delle crisi di fatica. La zeolite quando viene assunta rimuove l’ammoniaca inducendo una miglior resistenza allo sforzo con conseguente aumento delle prestazioni sia fisiche che mentali.

Controindicazioni

La zeolite è un minerale inerte ovvero che agisce in modo passivo come una sorta di spazzino e quindi praticamente non ha effetti collaterali. L’unico effetto indesiderato che può causare è stitichezza, data la sua tendenza ad assorbire i liquidi. Questo può essere evitato bevendo adeguatamente durante la giornata. Inoltre bisogna evitare eventuali interazioni con i farmaci quindi bisogna far passare almeno un’ora dall’assunzione di farmaci. Chi fa chemioterapia o radioterapia dovrebbe consultare il proprio medico dato che appunto la zeolite è utile per eliminare i danni di queste terapie oncologiche, ma va sospesa l’assunzione un giorno prima della radioterapia/chemioterapia per riprendere poi due giorni dopo.

Modo d’uso

Si consiglia generalmente di assumere 1-2 compresse di zeolite clinoptiolite 3 volte al giorno a stomaco vuoto, 30 minuti prima dei pasti o 2 ore dopo il pasto. Deglutire una compressa per volta con abbondante acqua. Assumere lontano dai farmaci.

Generalmente si consiglia di fare un ciclo di zeolite ogni 6 mesi per avere una depurazione profonda e un mantenimento nel tempo.

Riferimenti
1. Dogliotti G, Malavazos AE, Giacometti S, Solimene U, Fanelli M, Corsi MM, Dozio E. Natural zeolites chabazite/phillipsite/analcime increase blood levels of antioxidant enzymes. J Clin Biochem Nutr. 2012 May;50(3):195-8. doi: 10.3164/jcbn.11-63. Epub 2011 Nov 29.
2. James L Flowers, Stewart A Lonky, Erik J Deitsch. Clinical evidence supporting the use of an activated clinoptilolite suspension as an agent to increase urinary excretion of toxic heavy metals. Dovepress Journal. 2009 November. Volume 2009:1 Pages 11 – 18 DOI: http://dx.doi.org/10.2147/NDS.S8043.
3. Beltcheva M, Metcheva R, Popov N, Teodorova SE, Heredia-Rojas JA, Rodríguez-de la Fuente AO, Rodríguez-Flores LE, Topashka-Ancheva M. Modified natural clinoptilolite detoxifies small mammal’s organism loaded with lead I. Lead disposition and kinetic model for lead bioaccumulation. Biol Trace Elem Res. 2012 Jun;147(1-3):180-8. doi: 10.1007/s12011-011-9278-4. Epub 2011 Dec 7.
4. G. Rodrigues-Fuentes, M.A. Barrios, A. Iraizoz, I. Perdomo, B. Cedre. Enterex: anti-diarrheic drug based on purified natural clinoptilolite (PDF). Elsevier Science Inc. 1997.
5. Lela Munjas Jurkić; Ivica Cepanec; Sandra Kraljević Pavelić; Krešimir Pavelić. Biological and Therapeutic Effects of Ortho-silicic Acid and Some Ortho-silicic Acid-releasing Compounds. Zeolites as a Source of Ortho-silicic Acid. Nutr Metab. 2013;10(2) 
6. Emmanouil Karampahtsis. Zeolite: Investigation of the Effectiveness and Safety as an Oral Chelating Agent for Heavy Metals. A comparison between different commercially available preparations. December 2012
7. Baker HM, Massadeh AM, Younes HA. Natural Jordanian zeolite: removal of heavy metal ions from water samples using column and batch methods. Environ Monit Assess. 2009;157(1-4):319-30.
8. Natural zeolite clinoptilolite: new adjuvant in anticancer therapy. Pavelić K, Hadzija M, Bedrica L, Pavelić J, Dikić I, Katić M, Kralj M, Bosnar MH, Kapitanović S, Poljak-Blazi M, Krizanac S, Stojković R, Jurin M, Subotić B, Colić M, J Mol Med (Berl). 2001; 78(12):708-20.
9. A clinoptilolite effect on cell media and the consequent effects on tumor cells in vitro. Katic M, Bosnjak B, Gall-Troselj K, Dikic I, Pavelic K Front Biosci. 2006 May 1; 11():1722-32.
10. Montinaro M et al. Dietary zeolite supplementation reduces oxidative damage and plaque generation in the brain of an Alzheimer’s disease mouse model. Life Sci. 2013 May 20;92(17-19):903-10.
11. Ivkovic S et al. Dietary supplementation with the tribomechanically activated zeolite clinoptilolite in immunodeficiency: effects on the immune system. Adv Ther. 2004 Mar-Apr;21(2):135-47.

Nutri il tuo benessere

Entrando a far parte della nostra newsletter sarai tra i primi a conoscere le ultime notizie, eventi e pubblicazioni.

(E' gratis!)

 

No SPAM! Non condivideremo la tua email con terze parti.

Grazie!

Iscrizione effettuata con successo

Riproduzione vietata senza il consenso scritto dell'autore.

Disclaimer: Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, è un ricercatore nel campo del benessere bioenergetico e della crescita personale. Laureato con il massimo dei voti in ingegneria, si occupa di naturopatia, geobiologia e sviluppo del potenziale umano attraverso il risveglio dell’energia vitale e della coscienza.

Loading...
Leggi anche

11 Commenti su questo post

  1. Si può assumere tranquillamente vero non è un medicinale? Cioè anche se non ne abbiamo bisogno male che vada non fa niente dico bene?

    • Dionidream Dionidream says:

      Ciao la zeolite è riconosciuta come dispositivo medico e non ha effetti collaterali, viene assunta periodicamente per purificare il corpo da tutti i contaminanti che ci invadono nella vita quotidiana

      • Marika Ferretti says:

        ottimo prodotto, unico neo è per chi è affetto da mcs sindrome chimica multipla non va bene.

    • Ok quindi si può prendere tranquillamente

  2. Non è un medicinale.

  3. Hanna Maria Rogowski says:

    Salve! Io sto prendendo Zeolite da almeno due mesi, forse qualcosa di più. Vorrei chiedere in dettaglio per quanto tempo si può prenedere prima di fare la pausa e quanto dovrebbe essere lunga quell’ ultima. Dire di prendere “periodicamente” è troppo vago. Grazie

    • dioni says:

      Ciao Anna, come spiegato nell’articolo si consigliano solitamente due cicli l’anno ( quindi sei mesi di distanza).

  4. Mark Doc Mark Doc says:

    La zeolite è fantastica, la uso per disintossicare da radiazioni della tac e dal liquidi di contrasto endovenosa. Ma Fate attenzione se assumete medicinali. In quanto la zeolite essendo un potente collante attirerà anche tutti i componenti dei medicinali , dunque inibisce qualsiasi medicinale assumiate . Dovete prendere la zeolite almeno a 2 ore di distanza da eventuali medicinali.

  5. Paola Febbi Paola Febbi says:

    Si può dare anche ai bambini?

  6. Veronica says:

    Come si può fare una cura disintossicante dai metalli pesanti per i bambini (11/12 anni)?

    • dioni says:

      Ciao Veronica,
      Per i bambini solitamente viene consigliata una dose dimezzata. Ovviamente se ti rivolgi ad un naturopata per una visita potrà farti una cura personalizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nutri il tuo benessere

Ricevi la nostra newsletter periodica. E' GRATIS!

La tua privacy è al sicuro con noi.

Prenditi cura del tuo benessere

Inserisci la tua mail per ricevere i migliori contenuti su:

✓ Rimedi naturali                    

✓ Terapie innovative               

✓ Crescita personale              

E' GRATIS!

Rimani in contatto con Dionidream

✓ I migliori integratori

✓ Recensioni libri

✓ Date degli eventi

Sent!

Please check your e-mail and download FREE BETA version.

 

SHARE IT