Ecco perché lo zinco è uno dei minerali più essenziali da assumere

Nessun Commento

zinco

Essenziale per il funzionamento di almeno 200 enzimi, per il sistema immunitario, la digestione, il metabolismo, la fertilità e necessario per la corretta attività di molti ormoni, inclusi l’insulina, l’ormone della crescita, gli ormoni sessuali, gli ormoni timici e tiroidei. I globuli rossi e globuli bianchi hanno bisogno di zinco.

Lo zinco è un oligoelemento essenziale per le funzioni dell’organismo. Ogni cellula del corpo umano comprende una certa quantità di zinco. Contribuisce al rallentamento del processo di invecchiamento, alla prevenzione e alla riparazione dei danni provocati dai radicali liberi e alla prevenzione e al rallentamento di alcuni tipi di cancro e di malattie cardiache.

SINTOMI DA CARENZA

perdita della vista
disturbi intestinali
stanchezza
stordimento
perdita di capelli
riduzione del metabolismo basale (ipotiroidismo)
riduzione della temperatura corporea basale
diminuita conversione di T4 in T3 (ipotiroidismo)
disordini immunitari
alterazioni cutanee
diarrea
disturbi mentali
infezioni ricorrenti a causa dell’indebolimento delle funzioni immunitarie
carenza di testosterone negli uomini
anemia che non risponde alla supplementazione di ferro
problemi alla deambulazione ed equilibrio

E’ importante per il mantenimento in salute di ossa, capelli, pelle e unghie.

Studi effettuati, hanno dimostrato che la carenza di zinco può avere effetti anche sulle normali capacità visive.

VA ASSUNTO CON L’ALIMENTAZIONE

Lo zinco dell’ organismo umano pari a circa 2 g è distribuito in tutti i tessuti, ma si concentra in particolare nella muscolatura striata (60%), nelle ossa (30%) e nella pelle (4-6%).

Poiché non esistono riserve di zinco, esso deve essere assunto quotidianamente tramite l’alimentazione. I cibi che maggiormente lo contengono sono (in ordine di quantità) la carne (soprattutto il fegato), il pesce, le uova, il lievito di birra, frutta secca, sesamo, cereali integrali e legumi. Lo zinco dei vegetali è meno disponibile poiché legandosi all’acido fitico può formare un complesso insolubile che non viene assorbito. Le ostriche sono il cibo più ricco di zinco biodisponibile. Per i vegani l’ideale è usare i germogli di ceci e fagioli.

SI RIDUCE CON LO STRESS

In caso di stress (di qualunque natura) l’organismo utilizza lo zinco, insieme alla glutammina, per produrre maggiori quantità di cortisolo, causando così una deplezione intestinale di questi due importanti nutrienti che hanno l’importante compito di riparare i danni della parete intestinale e di mantenere in efficienza il suo ruolo di barriera.

LA MANCANZA DI ZINCO CAUSA IPOTIROIDISMO

Uno studio ha dimostrato come la mancanza di zinco impedisce la formazione degli ormoni tiroidei sfociando in ipotiroidismo e di come a sua volta l’ipotiroidismo riduce la capacità di assimilare lo zinco. Quindi si è avuto successo aumentando la dose di zinco attraverso degli integratori.

Nel mondo, un individuo su quattro, può essere carente di zinco, e la maggior parte degli individui con ipotiroidismo sono carenti di questo micromineraleDeficit di zinco impediscono la conversione di T4 in T3. Lo zinco è necessario anche per la formazione di TSH e possono quindi aversi carenze in pazienti ipotiroidei che abbiano alti livelli di TSH.

PROBLEMI INTESTINALI NE RIDUCONO L’ASSORBIMENTO

La deficienza di zinco è anche stata associata con aumento della permeabilità intestinale e suscettibilità alle infezioni così come ad una ridotta disintossicazione dalle tossine batteriche.
L’assorbimento di zinco può essere alterato da danni dalla malattia intestinale come il morbo celiaco e altre infiammazioni che riducono l’assorbimento dei minerali.

Tra le persone che tendono a presentare delle bassi livelli di zinco figurano chi fa uso di alcool, le persone anziane, le persone anoressiche e le persone che hanno seguito un regime alimentare restrittivo.

Nutrisorb Zinco
Lo zinco contribuisce alla protezione delle cellule
dallo stress ossidativo

Vedi anche

[catlist name=rimedi-naturali]

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline