La zuppa di miso è un potente antitumorale e allunga la vita

6 Commenti

zuppa miso anticancro

Le origini del miso si perdono nella notte dei tempi, addirittura dal Neolitico, ma la ricetta vera e propria nacque intorno al 600 d.C ad opera dei monaci buddhisti cinesi. Esso nasce dalla fermentazione, lunga dai 18 ai 24 mesi, di soia, sale marino e cereali (di solito riso o orzo) effettuata in grandi barili di cedro. E’ talmente benefico per il corpo e la mente che è diffuso il detto “tutto va bene finché c’è miso”.

Così il Dr. Mercola elogia le proprietà anticancro della soia fermentata: “Sicuramente avrete sentito dire che i giapponesi vivono più a lungo e si ammalano di cancro con meno facilità rispetto agli abitanti dei paesi occidentali. Questo perché mangiano tanta soia, ma principalmente quella fermentata. Questa loro abitudine è sempre stata così da tantissimo tempo.

IL MISO CONTIENE LA GENISTEINA, POTENTE ANTICANCRO

Gli scienziati hanno osservato che i cibi a base di soia fermentata, come il miso, contengono genisteina, una sostanza in grado di far regredire le cellule tumorali, riducendo la loro capacità di creare nuovi vasi sanguigni e attaccando il loro meccanismo di riproduzione cellulare. Senza un crescente apporto di sangue e un’incapacità di creare nuove cellule, il cancro lentamente soffoca per poi morire.

I ricercatori del Children’s University Hospital di Heidelberg, in Germania, hanno riferito che la genisteina oltre a inibire la moltiplicazione delle cellule tumorali potrebbe avere implicazioni significative per la prevenzione e il trattamento dei tumori del seno, del cervello, e della prostata.

Il Public Health Study Center del Giappone, ha arruolato 21.852 donne giapponesi tra i 40 ei 59 anni e ad un gruppo è stata fatta consumare 3 zuppe di miso ogni giorno oppure 25.3 mg genisteina. I risultati sono stati sorprendenti. Le donne che consumavano miso o genisteina quotidianamente avevano ridotto del 50% il rischio di cancro al seno!

RICCO DI ENZIMI PER LA FLORA BATTERICA E SISTEMA IMMUNITARIO

Il miso è ricchissimo di sali minerali, vitamine ed enzimi. In particolare gli enzimi, non solo agiscono nella fermentazione rendendo più assimilabili le proteine, ma svolgono inoltre un’azione positiva sulla flora batterica intestinale regolarizzando la digestione, riducendo le intolleranze alimentari, migliorando l’umore e potenziando le difese immunitarie.

ULTERIORI EFFETTI POSITIVI DEL MISO

  • Agisce come un potente antiossidante, proteggendo le nostre cellule dall’attacco dei radicali liberi, dalle radiazioni e dalle sostanze chimiche inquinanti.
  • Può ridurre i sintomi associati alla menopausa, è utile anche nella prevenzione dell’osteoporosi.
  • Inibisce l’aggregazione piastrinica prevenendo così trombosi, ictus, infarti e l’aterosclerosi.
  • Possiede delle ottime proprietà antinfiammatorie, pertanto può essere utile nel trattamento di artriti, borsiti e malattie reumatiche.
  • Aumenta l’energia e in inverno, i piatti conditi con miso aiutano a non sentire il freddo.
  • Migliora il metabolismo;
  • E’ utile nei disturbi cardiaci: il miso contiene acido linoleico e lecitina, che hanno  la capacità di sciogliere il colesterolo nel sangue e di ammorbidire i vasi sanguigni.
  • E’ un prezioso alleato di bellezza: il miso migliora la vitalità di pelle e capelli, favorendo il ricambio dei tessuti, rendendo la pelle luminosa e i capelli splendenti e vitali.
  • E’ utile nella prevenzione di allergie e tubercolosi.
  • Ha un’azione protettiva sul fegato.

DOVE TROVARE E COME USARE IL MISO

Il miso può essere acquistato nei negozi di prodotti biologici oppure online. Ne basta qualche cucchiaino per insaporire minestre e tazze di brodo caldo. Io lo uso come condimento a crudo anche per risotti e verdure cotte. In ogni caso è importante non farlo bollire e questo serve a preservare gli importanti fermenti vivi che lo compongono.

INGREDIENTI ZUPPA DI MISO

  • 3 cucchiai di pasta di miso.
  • 1/2 cucchiaino di zenzero grattugiato.
  • 1 spicchio d’aglio sbucciato e schiacciato.
  • 1/2 tazza di cipollotto tritato.
  • 2 scalogni tagliati a fette sottili.
  • 1 cucchiaio di olio di cocco.

PREPARAZIONE ZUPPA DI MISO

  • Scalda l’olio di cocco in una pentola a fuoco medio.
  • Aggiungi l’aglio e il cipollotto e fai cuocere per 5 minuti mescolando di continuo.
  • Aggiungi 4 tazze d’acqua e zenzero fino a portare ad ebollizione.
  • Aggiungi la pasta di miso e mescola fino al suo completo scioglimento. (Per un maggiore gusto aggiungici lo scalogno tritato.)

Nella ricetta classica della Macrobiotica, viene preparata con tre verdure: una radice allungata (per esempio la carota), una verdura tonda (la cipolla) e delle foglie verdi (come prezzemolo, sedano, cavolo cinese, verza). Questi tre tipi di verdura, con forma e direzione di crescita diverse, conferiscono alla zuppa diverse energie. Quella della radice si muove verso il basso, quella della verdura tonda in tutte le direzioni e quella delle foglie verdi va verso l’alto. Questo fa si che si crei un grande movimento nel nostro corpo, raggiungendo l’equilibrio tra lo yin e lo yang, un equilibrio dinamico, che ci permette la trasformazione.

La zuppa di miso viene consumata ogni giorno dalla popolazione ultracentenaria di Okinawa.

Natto Miso - 250 g
Condimento per cereali e verdure

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Zuppa di Miso Istantanea
Tradizionale ricetta giapponese, zuppa a base di miso e alga wakame

Voto medio su 5 recensioni: Buono

Miso di Orzo
Non Pastorizzato. Biologico

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Disclaimer completo Riproduzione consentita solo se l'articolo non viene modificato, includendo i link incorporati e riportando la fonte attiva. In tutti gli altri casi riproduzione vietata.
Riccardo Lautizi

Autore

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E' fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Leggi anche
loading...

6 Commenti su questo post

  1. Che sia un potente antitumorale o che allunghi la vita…non so, ma che la zuppa di miso sia OTTIMA è pura verità!!!

  2. Che sia un potente antitumorale o che allunghi la vita…non so, ma che la zuppa di miso sia OTTIMA è pura verità!!!

  3. Che sia un potente antitumorale o che allunghi la vita…non so, ma che la zuppa di miso sia OTTIMA è pura verità!!!

  4. Nady Nad says:

    Mathieu Bedwani vu?;)

  5. Nady Nad says:

    Mathieu Bedwani vu?;)

  6. Nady Nad says:

    Mathieu Bedwani vu?;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline